Cantiere

Il 12 maggio 2001 occupavamo il Cantiere, in via MonteRosa 84 a Milano. Era la scommessa di un gruppo di giovanissimi studenti e precari. Il Coordinamento dei Collettivi Studenteschi di Milano e Provincia entrò in una delle tante palazzine abbandonate della città: l'ex storico derby cabaret. Dopo 16 anni di abbandono, iniziavamo a ristrutturare lo spazio, restituendolo ai giovani, al quartiere, alla città, trasformandolo in uno strumento utile a combattere discriminazioni, svendita e privatizzazione della cultura, soprusi e mancanza di diritti.

Clicca qui per saperne di più

Dal 2001 sempre in movimento Fin dai primi giorni il Cantiere è stato la sede dei collettivi studenteschi e di giovani precari: dopo anni di mobilitazioni in difesa della scuola pubblica contro la riforma Berlinguer e i buoni scuola di Formigoni e dopo le prime mobilitazioni contro la guerra, avevamo finalmente uno strumento per potenziare le nostre lotte, uno spazio da attraversare e da far attraversare a tutti quelli che non si riconoscevano nel neoliberismo sfrenato: un luogo dove "mettere in cantiere" idee e percorsi di conflitto sociale. Da subito il Cantiere è stato attraversabile con aule studio, uffici, accessi ad internet, serate alternative low cost per rispondere al bisogno di spazi e socialità, ma soprattutto è stato un eccezionale laboratorio politico di creatività e partecipazione nei mesi immediatamente precedenti al G8 di Genova. Non solo i piu' giovani della città al Cantiere si organizzavano per la manifestazione di Luglio e per tutte le tappe di avvicinamento, ma molti altri, il Social Forum milanese, i centri sociali di altre città, le piu' diverse reti hanno attraversato questa nuova esperienza, che era in tutto e per tutto figlia dello spirito del movimento No Global. Cantiere spazio comune in continua costruzione Nei successivi anni, molta storia e molto movimento hanno attraversato, riempito e trasformato il Cantiere, da cui tanti progetti e percorsi si sono sviluppati e proiettati nella metropoli e nel quartiere popolare di San Siro. In Cantiere trova spazio di relazione, cospirazione e azione la generazione precaria, meticcia, metropolitana della metropoli del III° millennio. Uno spazio comune per rivendicare casa e reddito, liberi saperi, contro la precarietà della vita e le politiche di austerity, contro la guerra globale e l'ansia securitaria, perchè chi non si ribella è complice. Un nodo di cooperazione sociale per l'autoformazione e l'autoproduzione, di esodo per costruire e autodeterminare il presente e il futuro.

Orari di apertura
Lun-Gio 10.00-18.00
SERATE Ven 10.00-notte e Sab 15.00-notte
CENE SPECIALI Dom 1/mese 18.00-24.00

Libreria Don Durito
Lun-Gio 10.00-18.00
Ven 10.00-notte
Sab 15.00-notte

Taverna Sociale
PRANZO sempre Lun-Ven 12.00-14.30
CENA sempre Ven e Sab 20.00
CENE SPECIALI una al mese Dom 20.30

  • Manifestazione cittadina Stop Lega Nord - 18 ottobre 2014
  • Solidarietà internazionale No Vai Ter Copa - durante il meeting Living in the Crisis 15 giugno 2014
  • San Siro Street Festival - 20 luglio 2014
  • Una facciata spaziale - 27 settembre 2014
  • Assemblea al Cantiere
  • Concertone all'Arco della Pace - 8 settembre 2014
  • Abba Cup al parco Sempione - 8 settembre 2014

On the 12th of May of 2001, we occupied the social centre Cantiere, in via MonteRosa 84 in Milan. That was the bet of a group of young students and precarious workers. The Coordination of the Student's Collectives of Milan and Province occupied one of the manies abandoned mansions in town: the historic Derby Cabaret. After 16 years of abandonment, we were starting up rebuilding this space, giving it back to the young, to the hood, to the city, transforming it in an useful tool to fight discriminations, sale and privatization of culture, abuses and lack of rights.

Clik here to learn more

From 2001 always in movement Since the first days Cantiere has been the centre of the student's collectives and young precarious workers: after years of mobilizations in defence of public school against Berlinguer's reform and the Formigoni's school goods, and after the first mobilizations against the war, we finally were having a tool to potentiate our struggles, a space to cross and invite to cross anyone who wasn't recognizing himself in the unbridled neoliberism: a place where to work together at ideas and issues of social conflict. Since the first moments, Cantiere's was crossable by study rooms, offices, accesses to internet, alternative low cost evenings to answer the needs of spaces and sociality, but above all it was an exceptional political laboratory of creativity and participation in the months immediately before the G8 in Genoa. Not only the young of the city were organizing themselves at Cantiere for the July demonstrations, and for all the earlier steps, but many more, the Milan's Social Forum, other cities social centres, the most different networks crossed this new experience, that was under all aspects coming from the No Global's movement. Cantiere common space in constant construction In the following years, much history and much movement has crossed, filled and transformed Cantiere, from which many projects and paths were developed and projected in the metropolis as in the popular hood of San Siro. In Cantiere the precarious, metix, metropolitan generation of the III° millennium metropolis finds a space of relation, conspiracy and action. A common space to claim house and income, free knowledge, against the precariousness of life and austerity's policies, against global war and securitarian anxiety, because who doesn't rebel is an accomplice. An hub of social cooperation for selftraining and selfproduction, of exodus to built and determine the future.

Natale solidale e anticrisi! Sostieni le lotte: weekend di musica, socialità, cultura

Posted by on 12:00 in Cantiere, Cene e aperitivi, Dibattiti e approfondimenti, Eventi, In evidenza, Serate e musica | 0 comments

Natale solidale e anticrisi! Sostieni le lotte: weekend di musica, socialità, cultura

E’ stato un anno di picchetti contro gli sgomberi e gli sfratti, di colazioni solidali in piazza Selinunte, di cortei studenteschi e di azioni contro il Jobs Act e la Buonascuola renziane, iniziative antifasciste e antirazziste che hanno portato migliaia di persone in strada a gridare “stop invasione”, ma quella della Lega xenofoba di Salvini, Maroni e Borghezio. Abbiamo costruito ponti di solidarietà con la lotta dei compagni curdi impegnati nella resistenza contro il fascismo e la barbarie a Kobane, perchè la loro lotta è...

read more

Cade l’accusa di terrorismo per i #notav, condanne a 3 anni e 6 mesi. #liberitutti

Posted by on 14:30 in Cantiere | 0 comments

Cade l’accusa di terrorismo per i #notav, condanne a 3 anni e 6 mesi. #liberitutti

Cade l’accusa di terrorismo avanzata dai pm contro il movimento no tav e in particolare contro Chiara, Claudio, Mattia e Niccolò. Impossibile festeggiare viste comunque le condanne a 3 anni e 6 mesi, ma sicuramente il crollo del ridicolo teorema volto a equiparare un movimento ultra-ventennale di resistenza popolare dal basso contro la Loro devastazione e al Loro saccheggio ad un gruppo terrorista è un’importante vittoria della solidarietà che tutti insieme siamo stati in grado di esprimere, un successo di quel “si parte e...

read more

10YEARS PARTY Don Durito Libreria

Posted by on 12:47 in Eventi, In evidenza, Libreria Don Durito, Serate e musica | Commenti disabilitati su 10YEARS PARTY Don Durito Libreria

10YEARS PARTY Don Durito Libreria

sabato 20 DICEMBRE 2014  #10YEARSDD @DONDURITOBOOKS Di fantasia e ironia. Come Don Durito vogliamo conservare la fantasia e una risata anche quando il governo lancia un’offensiva militare contro di noi e siamo costretti a un ripiego strategico nella Selva di Lacandona. Tutti i giorni quando apriamo le finestre della nostra libreria sappiamo bene perchè siamo qui; perchè resistiamo e costruiamo librerie, spazi occupati, università popolari e perchè rimaniamo ancora qui a leggere e far leggere, a fare slam poetry, a suonare e cantare, a...

read more

Presentazione di “Ciulla, il grande malfattore”di Dario Fo e Piero Sciotto

Posted by on 12:02 in Eventi, Libreria Don Durito | 0 comments

Presentazione di “Ciulla, il grande malfattore”di Dario Fo e Piero Sciotto

Sabato 20 Dicembre, durante la festa dei dieci anni della Libreria Don Durito #10yearsDD si svolgerà a partire dalle 19.15 la presentazione di “Ciulla, il grande malfattore” con Piero Sciotto. L’iniziativa è all’internodi una giornata ricchissima di iniziative che vedrà alternarsi, su diverse sale, Lello Voce, i Wu Ming, i 99 Posse, il Terzo Segreto di Satira e moltissimi altri autori, comici e attori. Guarda il programma completo! Di seguito una breve presentazione del libro. “Scandali finanziari, abusi edilizi,...

read more

A NATALE 2015 REGALA(TI) UN CESTINO! ribelle. solidale. anticrisi.

Posted by on 13:15 in Gruppo di acquisto solidale e popolare, Libreria Don Durito | 0 comments

A NATALE 2015 REGALA(TI) UN CESTINO! ribelle. solidale. anticrisi.

A disposizione per comporre i tuoi regali di Natale avrai tantissimi prodotti in offerta e a prezzo popolare, prodotti biologici, equosolidali e ribelli, magliette, felpe, libri per permetterti di festeggiare alla grande un anno di lotte! COSA PUOI METTERE NEL TUO CESTINO? Felpe, Magliette & Gadget autoprodotti dalla Serigrafia Rebel Wears Libri di ogni genere e tipo che troverai presso la Libreria Don Durito con il 10% di sconto PRODOTTI ALIMENTARI: del GASP, il Gruppo di Acquisto Solidale e Popolare: Vino Bonarda – Vino Barbera...

read more

Domenica 21 dicembre dalle 20.30… CENA DI NATALE! Gusto meneghino e antileghista!

Posted by on 20:30 in Cantiere, Cene e aperitivi, Taverna sociale clandestina | 0 comments

Domenica 21 dicembre dalle 20.30… CENA DI NATALE! Gusto meneghino e antileghista!

Dopo un altro anno di lotte per la casa, di colazioni antisfratto, di presidi che hanno portato alla liberazione di alcune delle molte case lasciate vuote a Milano… Dopo un altro anno di cortei e iniziative contro il razzismo e il fascismo che rialzano la testa in Italia e in Europa, seminando guerra tra poveri…. Dopo un altro anno di iniziative e mobilitazioni nelle piazze, nelle strade, nei quartieri, nelle scuole… Dopo un altro anno di resistenza alla crisi e alle sue logiche di speculazione sui corpi, sulle libertà, sui...

read more

Rassegna Stampa – Foto – Video – Articoli dal Web 12 dicembre

Posted by on 14:41 in 2014, Cantiere, Studenti | 0 comments

Rassegna Stampa – Foto – Video – Articoli dal Web 12 dicembre

Una raccolta di foto, video ed articoli sulla piazza del 12 dicembre a Milano. Qui trovi la nostra diretta. Hai foto, video che vuoi condividere? Inviaci il tuo materiale a metrixvideocrew@gmail.com PS: la pagina è ancora in aggiornamento, ricordati di fare refresh 😉 Playlist di metrixvideocrew dal corteo: Video di denuncia della violenza della polizia. Repubblica: Milano sciopero generale e scontri Repubblica: ripresa dall’alto del Pirellone Corriere.tv: Scontri tra studenti al pirellone Il fatto quotidiano: Sciopero generale, scontri...

read more

13 dicembre 2014: Milano meticcia contro il razzismo e la casta dell’austerity

Posted by on 15:26 in 2014, Cantiere, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo, Mobilitazioni | 0 comments

13 dicembre 2014: Milano meticcia contro il razzismo e la casta dell’austerity

Il 12 e 13 dicembre la Milano meticcia, antifascista e antirazzista scende in piazza. Oggi come ieri il problema sono i diritti: Jobs Act, Buona Scuola, Piano Casa, gestione cilena dell’”ordine pubblico”. “Chi decide?” è una domanda sempre più sbilanciata a favore di pochissimi che nemmeno più si preoccupano di illuderci del contrario. La strategia della tensione del ’69 era il preludio di un colpo di stato e di una chiusura autoritaria di ogni diritto e garanzia: oggi riprendersi piazza Fontana, la città tutta e i nostri diritti significa...

read more

10 dicembre, h.18.30 Incontro: “Rivolte meticce e rigurgiti nazionalisti”

Posted by on 1:56 in Cantiere, Dibattiti e approfondimenti, Meticciato e Antirazzismo | 0 comments

10 dicembre, h.18.30 Incontro: “Rivolte meticce e rigurgiti nazionalisti”

Mercoledì 10 dicembre, h.18.30, un incontro pubblico sui rigurgiti nazionalisti prodotti dalla crisi in tutto il mondo e la composizione meticcia delle lotte che, al contrario, dal basso costruiscono solidarietà. con BRUNO CARTOSIO (docente dell’Università di Bergamo ed esperto americanista) e PIERRE JESTIN (giornalista di Le Monde Diplomatique) 45 anni fa una bomba scoppiava in Piazza Fontana: era iniziata la strategia della tensione. Oggi, scenari diversi, le strategie sempre le stesse. Alla crisi, il potere risponde seminando paura,...

read more