Cantiere

Il 12 maggio 2001 occupavamo il Cantiere, in via MonteRosa 84 a Milano. Era la scommessa di un gruppo di giovanissimi studenti e precari. Il Coordinamento dei Collettivi Studenteschi di Milano e Provincia entrò in una delle tante palazzine abbandonate della città: l'ex storico derby cabaret. Dopo 16 anni di abbandono, iniziavamo a ristrutturare lo spazio, restituendolo ai giovani, al quartiere, alla città, trasformandolo in uno strumento utile a combattere discriminazioni, svendita e privatizzazione della cultura, soprusi e mancanza di diritti.

Clicca qui per saperne di più

Dal 2001 sempre in movimento Fin dai primi giorni il Cantiere è stato la sede dei collettivi studenteschi e di giovani precari: dopo anni di mobilitazioni in difesa della scuola pubblica contro la riforma Berlinguer e i buoni scuola di Formigoni e dopo le prime mobilitazioni contro la guerra, avevamo finalmente uno strumento per potenziare le nostre lotte, uno spazio da attraversare e da far attraversare a tutti quelli che non si riconoscevano nel neoliberismo sfrenato: un luogo dove "mettere in cantiere" idee e percorsi di conflitto sociale. Da subito il Cantiere è stato attraversabile con aule studio, uffici, accessi ad internet, serate alternative low cost per rispondere al bisogno di spazi e socialità, ma soprattutto è stato un eccezionale laboratorio politico di creatività e partecipazione nei mesi immediatamente precedenti al G8 di Genova. Non solo i piu' giovani della città al Cantiere si organizzavano per la manifestazione di Luglio e per tutte le tappe di avvicinamento, ma molti altri, il Social Forum milanese, i centri sociali di altre città, le piu' diverse reti hanno attraversato questa nuova esperienza, che era in tutto e per tutto figlia dello spirito del movimento No Global. Cantiere spazio comune in continua costruzione Nei successivi anni, molta storia e molto movimento hanno attraversato, riempito e trasformato il Cantiere, da cui tanti progetti e percorsi si sono sviluppati e proiettati nella metropoli e nel quartiere popolare di San Siro. In Cantiere trova spazio di relazione, cospirazione e azione la generazione precaria, meticcia, metropolitana della metropoli del III° millennio. Uno spazio comune per rivendicare casa e reddito, liberi saperi, contro la precarietà della vita e le politiche di austerity, contro la guerra globale e l'ansia securitaria, perchè chi non si ribella è complice. Un nodo di cooperazione sociale per l'autoformazione e l'autoproduzione, di esodo per costruire e autodeterminare il presente e il futuro.

Orari di apertura
Lun-Gio 10.00-18.00
SERATE Ven 10.00-notte e Sab 15.00-notte
CENE SPECIALI Dom 1/mese 18.00-24.00

Libreria Don Durito
Lun-Gio 10.00-18.00
Ven 10.00-notte
Sab 15.00-notte

Taverna Sociale
PRANZO sempre Lun-Ven 12.00-14.30
CENA sempre Ven e Sab 20.00
CENE SPECIALI una al mese Dom 20.30

  • Manifestazione cittadina Stop Lega Nord - 18 ottobre 2014
  • Solidarietà internazionale No Vai Ter Copa - durante il meeting Living in the Crisis 15 giugno 2014
  • San Siro Street Festival - 20 luglio 2014
  • Una facciata spaziale - 27 settembre 2014
  • Assemblea al Cantiere
  • Concertone all'Arco della Pace - 8 settembre 2014
  • Abba Cup al parco Sempione - 8 settembre 2014

On the 12th of May of 2001, we occupied the social centre Cantiere, in via MonteRosa 84 in Milan. That was the bet of a group of young students and precarious workers. The Coordination of the Student's Collectives of Milan and Province occupied one of the manies abandoned mansions in town: the historic Derby Cabaret. After 16 years of abandonment, we were starting up rebuilding this space, giving it back to the young, to the hood, to the city, transforming it in an useful tool to fight discriminations, sale and privatization of culture, abuses and lack of rights.

Clik here to learn more

From 2001 always in movement Since the first days Cantiere has been the centre of the student's collectives and young precarious workers: after years of mobilizations in defence of public school against Berlinguer's reform and the Formigoni's school goods, and after the first mobilizations against the war, we finally were having a tool to potentiate our struggles, a space to cross and invite to cross anyone who wasn't recognizing himself in the unbridled neoliberism: a place where to work together at ideas and issues of social conflict. Since the first moments, Cantiere's was crossable by study rooms, offices, accesses to internet, alternative low cost evenings to answer the needs of spaces and sociality, but above all it was an exceptional political laboratory of creativity and participation in the months immediately before the G8 in Genoa. Not only the young of the city were organizing themselves at Cantiere for the July demonstrations, and for all the earlier steps, but many more, the Milan's Social Forum, other cities social centres, the most different networks crossed this new experience, that was under all aspects coming from the No Global's movement. Cantiere common space in constant construction In the following years, much history and much movement has crossed, filled and transformed Cantiere, from which many projects and paths were developed and projected in the metropolis as in the popular hood of San Siro. In Cantiere the precarious, metix, metropolitan generation of the III° millennium metropolis finds a space of relation, conspiracy and action. A common space to claim house and income, free knowledge, against the precariousness of life and austerity's policies, against global war and securitarian anxiety, because who doesn't rebel is an accomplice. An hub of social cooperation for selftraining and selfproduction, of exodus to built and determine the future.

Blitz al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. #aprireiporti

Posted by on 17:41 in Cantiere, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo, Mobilitazioni | 0 comments

Blitz al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. #aprireiporti

"Rubare 49 milioni o salvare 49 persone?". #apriteiporti #seawatch #seaeye #nodlsalvini #stayhuman Occupazione simbolica della sede milanese del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Vogliamo lo sbarco immediato dei migranti sulla Seawatch e sulla Seaeye, l’apertura di tutti i porti e delle frontiere, che i soldi rubati dalla Lega siano restituiti e usati per garantire un futuro degno a tutte e tutti, migranti e nativi. Per questo oggi abbiamo occupato simbolicamente la sede milanese del ministero dei Trasporti e...

read more

Domani tutti a Sesto #chiudereicovineri

Posted by on 17:39 in Cantiere, In evidenza, Studenti, Studenti Medi | 0 comments

Domani tutti a Sesto #chiudereicovineri

  Venerdì 18 gennaio a Sesto San Giovanni  i “fascisti del terzo millennio ” terranno un convegno in uno spazio simbolo dell’aggregazione e della socialità all’interno del quartiere, per diffondere idee razziste xenofobe e sessiste che da sempre fanno parte della loro “politica”.Gli esponenti della destra fascista negli ultimi anni sono stati responsabili di omici e aggressioni di stampo  razzista. Ricordiamo l’omicidio di Emmanuel a Fermo e lattentato di Macerata,in cui un esponente della lega...

read more

Disobbedire alle leggi razziste, in mare e in terra.

Posted by on 13:42 in Cantiere, Comitato per non dimenticare Abba e per fermare il razzismo, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo, Studenti | 0 comments

Disobbedire alle leggi razziste, in mare e in terra.

 Ribellarsi è giusto, disobbedire è necessario.Non è forse la legalità l’insieme di regole che ha dettato, in ciascun momento storico, il potere costituito?La schiavitù, l’Olocausto e il Porajmos e la altre persecuzioni naziste, l’apartheid in Sud Africa (e quello che oggi vige in altri posti del mondo tra cui la Palestina) erano realizzati secondo la volontà del potere vigente, tanto che i più importanti gerarchi nazisti dissero alla fine della guerra che “eseguivano degli ordini”, in questo senso non facevano altro che rispettare la...

read more

18 gennaio – Cantautorata per De Andrè

Posted by on 15:46 in Cantiere, Cene e aperitivi, In evidenza, Libreria Don Durito | 0 comments

18 gennaio – Cantautorata per De Andrè

18 dicembre Cantautorata per De Andrè    L’11 gennaio 1999 muore il più grande cantautore (e poeta) anarchico di tutti i tempi: Fabrizio de André. A pochi giorni di distanza dalla tradizionale cantautorata in piazza Duomo, ci ritroveremo tra le calde mura del cantiere per passare una serata assieme continuando a suonare e cantare in sua memoria!   cena by tsc Dalle 19:30 La  Taverna Sociale Cantiere, prima di iniziare, ci offrirà una cena a prezzi popolari .Cena Genovese a base di Pesto Dalle 21:30 Iniziamo a Cantare! Dalle 21:30 ci...

read more

Una settimana per organizzare, discutere, festeggiare.

Posted by on 21:13 in Cantiere, In evidenza | 0 comments

Una settimana per organizzare, discutere, festeggiare.

Mercoledì 19 Dicembre, assemblea Non Una Di Meno – Milano Ci vediamo mercoledì 19 dicembre al Centro Sociale Cantiere! L’assemblea inizia alle 19.30 ma dalle 19 si potrà mangiare un piatto di pasta: chi vuole prenotarsi, scriva nei commenti. Proposta odg: 1. riepilogo appuntamenti pre-natalizi e festa di natale (20 min) 2. report tavolo lavoro sullo sciopero dell’8 marzo ed eventuale discussione, domande, ecc. (30 min) 3. preparazione sciopero: divisione in gruppi di lavoro da decidere insieme dopo breve brainstorming Giovedì 20...

read more

14 Dic – Dall’Italia alla Francia: cacciare la casta, cambiare il sistema!

Posted by on 16:51 in Cantiere, In evidenza, Mobilitazioni, Studenti, Studenti Medi | 0 comments

14 Dic – Dall’Italia alla Francia: cacciare la casta, cambiare il sistema!

14 dicembre ore 9.30 L.go Cairoli corteo studenteco! DALL’ITALIA ALLA FRANCIA: CACCIARE LA CASTA CAMBIARE IL SISTEMA! In questi mesi abbiamo visto le conseguenze delle politiche ignoranti, razziste e autoritarie dei governi a livello mondiale, da Trump a Bolsonaro, da Macron a Salvini. Negli USA Trump schiera migliaia di soldati al confine pur di fermare la Carovana Migrante che attraversa l’America Latina, partendo dall’Honduras e rivendicando migliori condizioni di vita.Proprio come aveva fatto Trump, in Brasile Bolsonaro ha...

read more

Stop gang of hate! Cacciare la casta che semina odio e paura.

Posted by on 16:00 in Cantiere, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo, Mobilitazioni, Studenti, Studenti Medi | 0 comments

Stop gang of hate! Cacciare la casta che semina odio e paura.

#12Dicembre #PiazzaFontana Non c’è futuro senza memoria!Davanti al ricordo di Piazza Fontana non possiamo non pensare alla casta reazionaria che semina odio e paura: #Salvini, #Trump, #Macron, #Bolsonaro  #quesevayantodos Oggi più che mai disobbedire alle leggi ingiuste, scavalcare frontiere, conquistare diritti! Durante il fascismo la legalità prevedeva la deportazione degli ebrei, dei dissidenti e degli omosessuali nei campi di sterminio nazisti. Oggi, chi viene salvato dalle onde del mare, viene deportato nei lager libici. Mancano le...

read more

Dégage Salvini! Que se vayan todos.

Posted by on 19:08 in #PrimaScala, #StopWarNotPeople, Cantiere, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo, Mobilitazioni | 0 comments

Dégage Salvini! Que se vayan todos.

Da Salvini a Macron, da Trump a Bolsonaro, contro la casta globale QUE SE VAYAN TODOS! Gilets gialli contro la Casta alla prima della Scala. Siamo scesi in piazza oggi con i gilet gialli, come chi in Francia sta dicendo basta all’austerità e alle politiche che arricchiscono sempre di più chi ha già soldi e potere. E’ un fatto semplice, antico come la storia dell’umanità, sempre più grave al tempo del neoliberismo, pochi posseggono tutto e decidono tutto, molti, moltissimi, moltitudini producono ma restano privati di...

read more

Lega ladrona, Milano non perdona. Que Se Vayan Todos!

Posted by on 17:29 in #PrimaScala, Cantiere, In evidenza, Mobilitazioni | 0 comments

Lega ladrona, Milano non perdona. Que Se Vayan Todos!

7 dicembre dalle 16 in piazza Scala contro la casta degli imprenditori della paura.In tutto il mondo la crisi del 2008 non è mai finita. Dall’Argentina che si ribella al G20, fino alla Francia dei gillets jaune la frustrazione e la rabbia contro i potenti del mondo cresce. Per questo le elites, la casta globale di chi detiene le redini dei governi, dei mass media e soprattutto il potere finanziario stanno aumentando la durezza delle politiche neoliberali, mentre costruiscono la falsa alternativa da dare in pasto alle folle: il...

read more

In migliaia oggi a Milano contro i CPR e il razzismo!

Posted by on 18:52 in Cantiere, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo, Mobilitazioni | 0 comments

In migliaia oggi a Milano contro i CPR e il razzismo!

Oggi in migliaia abbiamo attraversato le strade di Milano per ribadire con forza e determinazione il nostro no alla riapertura dei CPR e al Decreto Sicurezza.Giustizia non è legalita: contro la violenza di generi e confini, accogliere i migranti, espellere Salvini!  MAI Più LAGER- NO CPR L’annuncio del governo in carica di voler riconvertire nuovamente il centro di accoglienza per richiedenti asilo di via Corelli a Milano in CPR – ovvero un centro di detenzione amministrativa per stranieri sprovvisti di permesso di soggiorno in attesa di...

read more