Cantiere

Il 12 maggio 2001 occupavamo il Cantiere, in via MonteRosa 84 a Milano. Era la scommessa di un gruppo di giovanissimi studenti e precari. Il Coordinamento dei Collettivi Studenteschi di Milano e Provincia entrò in una delle tante palazzine abbandonate della città: l'ex storico derby cabaret. Dopo 16 anni di abbandono, iniziavamo a ristrutturare lo spazio, restituendolo ai giovani, al quartiere, alla città, trasformandolo in uno strumento utile a combattere discriminazioni, svendita e privatizzazione della cultura, soprusi e mancanza di diritti.

Clicca qui per saperne di più

Dal 2001 sempre in movimento Fin dai primi giorni il Cantiere è stato la sede dei collettivi studenteschi e di giovani precari: dopo anni di mobilitazioni in difesa della scuola pubblica contro la riforma Berlinguer e i buoni scuola di Formigoni e dopo le prime mobilitazioni contro la guerra, avevamo finalmente uno strumento per potenziare le nostre lotte, uno spazio da attraversare e da far attraversare a tutti quelli che non si riconoscevano nel neoliberismo sfrenato: un luogo dove "mettere in cantiere" idee e percorsi di conflitto sociale. Da subito il Cantiere è stato attraversabile con aule studio, uffici, accessi ad internet, serate alternative low cost per rispondere al bisogno di spazi e socialità, ma soprattutto è stato un eccezionale laboratorio politico di creatività e partecipazione nei mesi immediatamente precedenti al G8 di Genova. Non solo i piu' giovani della città al Cantiere si organizzavano per la manifestazione di Luglio e per tutte le tappe di avvicinamento, ma molti altri, il Social Forum milanese, i centri sociali di altre città, le piu' diverse reti hanno attraversato questa nuova esperienza, che era in tutto e per tutto figlia dello spirito del movimento No Global. Cantiere spazio comune in continua costruzione Nei successivi anni, molta storia e molto movimento hanno attraversato, riempito e trasformato il Cantiere, da cui tanti progetti e percorsi si sono sviluppati e proiettati nella metropoli e nel quartiere popolare di San Siro. In Cantiere trova spazio di relazione, cospirazione e azione la generazione precaria, meticcia, metropolitana della metropoli del III° millennio. Uno spazio comune per rivendicare casa e reddito, liberi saperi, contro la precarietà della vita e le politiche di austerity, contro la guerra globale e l'ansia securitaria, perchè chi non si ribella è complice. Un nodo di cooperazione sociale per l'autoformazione e l'autoproduzione, di esodo per costruire e autodeterminare il presente e il futuro.

Orari di apertura
Lun-Gio 10.00-18.00
SERATE Ven 10.00-notte e Sab 15.00-notte
CENE SPECIALI Dom 1/mese 18.00-24.00

Libreria Don Durito
Lun-Gio 10.00-18.00
Ven 10.00-notte
Sab 15.00-notte

Taverna Sociale
PRANZO sempre Lun-Ven 12.00-14.30
CENA sempre Ven e Sab 20.00
CENE SPECIALI una al mese Dom 20.30

  • Manifestazione cittadina Stop Lega Nord - 18 ottobre 2014
  • Solidarietà internazionale No Vai Ter Copa - durante il meeting Living in the Crisis 15 giugno 2014
  • San Siro Street Festival - 20 luglio 2014
  • Una facciata spaziale - 27 settembre 2014
  • Assemblea al Cantiere
  • Concertone all'Arco della Pace - 8 settembre 2014
  • Abba Cup al parco Sempione - 8 settembre 2014

On the 12th of May of 2001, we occupied the social centre Cantiere, in via MonteRosa 84 in Milan. That was the bet of a group of young students and precarious workers. The Coordination of the Student's Collectives of Milan and Province occupied one of the manies abandoned mansions in town: the historic Derby Cabaret. After 16 years of abandonment, we were starting up rebuilding this space, giving it back to the young, to the hood, to the city, transforming it in an useful tool to fight discriminations, sale and privatization of culture, abuses and lack of rights.

Clik here to learn more

From 2001 always in movement Since the first days Cantiere has been the centre of the student's collectives and young precarious workers: after years of mobilizations in defence of public school against Berlinguer's reform and the Formigoni's school goods, and after the first mobilizations against the war, we finally were having a tool to potentiate our struggles, a space to cross and invite to cross anyone who wasn't recognizing himself in the unbridled neoliberism: a place where to work together at ideas and issues of social conflict. Since the first moments, Cantiere's was crossable by study rooms, offices, accesses to internet, alternative low cost evenings to answer the needs of spaces and sociality, but above all it was an exceptional political laboratory of creativity and participation in the months immediately before the G8 in Genoa. Not only the young of the city were organizing themselves at Cantiere for the July demonstrations, and for all the earlier steps, but many more, the Milan's Social Forum, other cities social centres, the most different networks crossed this new experience, that was under all aspects coming from the No Global's movement. Cantiere common space in constant construction In the following years, much history and much movement has crossed, filled and transformed Cantiere, from which many projects and paths were developed and projected in the metropolis as in the popular hood of San Siro. In Cantiere the precarious, metix, metropolitan generation of the III° millennium metropolis finds a space of relation, conspiracy and action. A common space to claim house and income, free knowledge, against the precariousness of life and austerity's policies, against global war and securitarian anxiety, because who doesn't rebel is an accomplice. An hub of social cooperation for selftraining and selfproduction, of exodus to built and determine the future.

La Montello chiude, ma Zona 8 continua ad essere solidale.

Posted by on 11:25 in #StopWarNotPeople, Cantiere, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo | 0 comments

La Montello chiude, ma Zona 8 continua ad essere solidale.

Centinaia di persone oggi pomeriggio hanno partecipato all’iniziativa noi cittadine e cittadini del mondo alla ex caserma Montello.  Abbiamo voluto essere di nuovo presenti in piazza per ribadire come, a un anno di distanza dall’apertura del centro solo l’allargamento dei diritti e la possibilità di vivere una vita dignitosa rappresentino per noi la vera sicurezza in tempi in cui si agitano le paranoie di chi vuole strumentalizzare il disagio che questo momento di crisi porta soprattutto tra le fasce di popolazione più deboli.  ...

read more

Halloweed Night al Cantiere!

Posted by on 16:57 in Cantiere, Eventi, In evidenza, Serate e musica, Zizza Pawa Posse | 1 comment

Halloweed Night al Cantiere!

Dobbiamo aggiungere altro?! Preparatevi perchè sarà una serata DA PAURA! Prima sul palco del Cantiere le bands delle scuole di Milano e poi reggae-dancehall tutta la notte con la Zizzapawa Posse e altri! Noi ci stiamo preparando, e voi?! Remember: ✓GOOD VIBES, GOOD PEOPLE ✓NO HARD DRUGS, LEGALIZE IT ✓RESPECT FI DI LADIES ✓STOP MURDER MUSIC & OMOPHOBIA ✓BOYCOTT BAR ✓CORTILE ALL’APERTO ✓TAVERNA SOCIALE ✓SNACK POINT ► WHERE ✯ CENTRO SOCIALE CANTIERE VIA MONTEROSA 84 METROROSSA MM1 LOTTO, BUS 49/78/90/91/95 Centro Sociale Cantiere Rimani...

read more

El Ritmo del Barrio: DjSet Cumbia e Tropical!

Posted by on 12:00 in Cantiere, Eventi, In evidenza, Serate e musica | 0 comments

El Ritmo del Barrio: DjSet Cumbia e Tropical!

Venerdì 27 ottobre al Cantiere EL RITMO DEL BARRIO >> dalle 19.30 : Amèrica Latina – Desapariciones Forzadas en democracia >> dalle 20.30: CENA LATINOAMERICANA * Costillas de cerdo a la miel con arroz blanco * Arroz con pollo colombiano * Papas fritas >>> dalle 22,30: DjSet CUMBIA, SALSA, TROPICAL Y MAS! con CHIKUCHA SOUND! Da una terra sempre in lotta vogliamo portare nella metropoli milanese i ritmi che fanno di quel continente un miscuglio di culture che ha subito l’oppressione della colonizzazione e...

read more

Dancehall Rebelz w/ J Rodigan (UK) @Cantiere 28/10/17

Posted by on 22:10 in #StopWarNotPeople, Cantiere, Eventi, In evidenza, Serate e musica, Zizza Pawa Posse | 0 comments

Dancehall Rebelz w/ J Rodigan (UK) @Cantiere 28/10/17

Sabato 28 Ottobre 2017 a night called: DANCEHALL REBELZ longside J. RODIGAN from U.K. @Cantiere Ready?! ✄————————————————————————————— Sabato 28 Ottobre 2017 Massicci siete pronti?! La prossima dancehall della stagione al Cantiere sta arrivando! E questa volta tenetevi pronti perchè a infuocare la yard più calda di Milano ci pensa il nuovo progetto reggae-dancehall del...

read more

Se questa è accoglienza. Lunedì 23 Ottobre tutt* in Piazza della Scala

Posted by on 17:33 in #StopWarNotPeople, Cantiere, Comitato per non dimenticare Abba e per fermare il razzismo, Eventi, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo | 0 comments

Se questa è accoglienza. Lunedì 23 Ottobre tutt* in Piazza della Scala

Lunedi 23 Ottobre alle ore 17.30 invitiamo tutte e tutti a camminare con noi da Piazza della Scala alla Prefettura, per chiedere che tutte le vite vengano rispettate, che i trasferimenti di chi vive alla Montello e negli altri centri vengano eseguiti nel rispetto della loro dignità. Da quasi un anno l’ex Caserma Montello, situata nei pressi di piazza Firenze a Milano, ospita circa 300 persone. Fin da prima della destinazione dell’ex caserma a Centro di Accoglienza Straordinaria (CAS) cittadine e cittadini attivi nella zona hanno formato...

read more

Decolonize America live from USA al Cantiere!

Posted by on 19:26 in Cantiere, Comitato per non dimenticare Abba e per fermare il razzismo, Eventi, NoMama Project, Serate e musica, Studenti Medi | 0 comments

Decolonize America live from USA al Cantiere!

Mercoledì 18 Ottobre sul palco del Cantiere “DECOLONIZE AMERICA – WATER IS LIFE – NATIVE LIVES MATTER” direttamente dagli USA. Artisti rap e hip hop che fanno della loro arte uno strumento di lotta, in particolare contro l’oleodotto che Trump vuole costruire in Dakota, il Dakota Access Pipeline della Energy Trasnfer, che viola le terre sacre Sioux di Standing Rock e mette fortemente a rischio ingenti e vitali risorse idriche, oltre a violare la normativa di tutela delle zone native americane. L’oleodotto è...

read more

L’umanità è una e molteplice.

Posted by on 12:10 in Cantiere, Comitato per non dimenticare Abba e per fermare il razzismo, Contributi, Dibattiti e approfondimenti, In evidenza, Libreria Don Durito, Meticciato e Antirazzismo, Università popolare | 0 comments

L’umanità è una e molteplice.

Confini di carta, confini di pietra “Fosco e impuro, magico e violento: questo è il paesaggio che sin dall’antichità avvolge il gesto di tracciare e istituire un confine” (S. Mezzadra, Confini e Frontiere) Il confine è un dispositivo che comanda il flusso dei corpi ed attraverso essi anche l’intelletto generale. Per produrre è indispensabile passare attraverso l’intelligenza collettiva e la molteplicità dei corpi. Per estrarre valore (che sia rendita o profitto) è necessario segmentare, dividere, controllare. Perciò i confini dell’Europa si...

read more

The Favelas Games & Cena brasiliana! Benefit spese legali

Posted by on 11:47 in Cantiere, Cene e aperitivi, Eventi, In evidenza, Taverna sociale clandestina | 0 comments

The Favelas Games & Cena brasiliana! Benefit spese legali

La Taverna Sociale Clandestina e il Gruppo di Acquisto Solidale e Popolare dello SPazio di Mutuo Soccorso sono lieti di invitarvi ad una serata brasiliana a sostegno delle spese legali del Cantiere! >> h.19: PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO “THE FAVELAS GAMES” E INCONTRO CON GLI AUTORI La casa del giardiniere Jorge è stata demolita dal comune di Rio de Janeiro per costruire la nuova via di comunicazione per la città olimpica. Un viaggio nelle contraddizioni dello “sviluppo” tra territori urbani e rurali....

read more

Trash Night on Friday!

Posted by on 11:41 in Cantiere, Eventi, In evidenza, Los Machetes, Serate e musica | 0 comments

Trash Night on Friday!

Lo scorso venerdì 13, girando per casa sotto scale appoggiate alle pareti con un ombrello aperto, Chuck Norris ha distrattamente rotto uno specchio mentre si divertiva a schiacciare coccinelle e gatti neri che gli tagliavano la strada, il tutto sotto gli occhi di una vecchia che gli faceva le corna recitando il Padre Nostro al contrario. Il giorno dopo ha vinto un milione di dollari col Gratta e Vinci. Senza aver giocato. VOI NON SIETE CHUCK NORRIS QUINDI VI CONVIENE SCONGIURARE LA SFIGA BALLANDO! Dalle peggio bettole di Caracas, di Cozze, di...

read more

Ciao Olol Jackson.

Posted by on 10:09 in Cantiere | 1 comment

Ciao Olol Jackson.

Quando è nato il Cantiere Olol Jackson era già in giro a lottare per la dignità e la libertà di tutti, era già in movimento. Chi di noi li ha fatti con Olol non dimenticherà le tute bianche, le giornate di Genova, le manifestazioni alla base di Vicenza e i picchetti fuori dalle fabbriche. Nella nostra memoria collettiva queste e tante altre lotte sono uno dei capitoli della nostra storia e della più grande storia di chi cerca di costruire un’alternativa allo stato di cose presente. A questo link potete leggere direttamente delle sue...

read more