Cantiere

Il 12 maggio 2001 occupavamo il Cantiere, in via MonteRosa 84 a Milano. Era la scommessa di un gruppo di giovanissimi studenti e precari. Il Coordinamento dei Collettivi Studenteschi di Milano e Provincia entrò in una delle tante palazzine abbandonate della città: l'ex storico derby cabaret. Dopo 16 anni di abbandono, iniziavamo a ristrutturare lo spazio, restituendolo ai giovani, al quartiere, alla città, trasformandolo in uno strumento utile a combattere discriminazioni, svendita e privatizzazione della cultura, soprusi e mancanza di diritti.

Clicca qui per saperne di più

Dal 2001 sempre in movimento Fin dai primi giorni il Cantiere è stato la sede dei collettivi studenteschi e di giovani precari: dopo anni di mobilitazioni in difesa della scuola pubblica contro la riforma Berlinguer e i buoni scuola di Formigoni e dopo le prime mobilitazioni contro la guerra, avevamo finalmente uno strumento per potenziare le nostre lotte, uno spazio da attraversare e da far attraversare a tutti quelli che non si riconoscevano nel neoliberismo sfrenato: un luogo dove "mettere in cantiere" idee e percorsi di conflitto sociale. Da subito il Cantiere è stato attraversabile con aule studio, uffici, accessi ad internet, serate alternative low cost per rispondere al bisogno di spazi e socialità, ma soprattutto è stato un eccezionale laboratorio politico di creatività e partecipazione nei mesi immediatamente precedenti al G8 di Genova. Non solo i piu' giovani della città al Cantiere si organizzavano per la manifestazione di Luglio e per tutte le tappe di avvicinamento, ma molti altri, il Social Forum milanese, i centri sociali di altre città, le piu' diverse reti hanno attraversato questa nuova esperienza, che era in tutto e per tutto figlia dello spirito del movimento No Global. Cantiere spazio comune in continua costruzione Nei successivi anni, molta storia e molto movimento hanno attraversato, riempito e trasformato il Cantiere, da cui tanti progetti e percorsi si sono sviluppati e proiettati nella metropoli e nel quartiere popolare di San Siro. In Cantiere trova spazio di relazione, cospirazione e azione la generazione precaria, meticcia, metropolitana della metropoli del III° millennio. Uno spazio comune per rivendicare casa e reddito, liberi saperi, contro la precarietà della vita e le politiche di austerity, contro la guerra globale e l'ansia securitaria, perchè chi non si ribella è complice. Un nodo di cooperazione sociale per l'autoformazione e l'autoproduzione, di esodo per costruire e autodeterminare il presente e il futuro.

Orari di apertura
Lun-Gio 10.00-18.00
SERATE Ven 10.00-notte e Sab 15.00-notte
CENE SPECIALI Dom 1/mese 18.00-24.00

Libreria Don Durito
Lun-Gio 10.00-18.00
Ven 10.00-notte
Sab 15.00-notte

Taverna Sociale
PRANZO sempre Lun-Ven 12.00-14.30
CENA sempre Ven e Sab 20.00
CENE SPECIALI una al mese Dom 20.30

  • Manifestazione cittadina Stop Lega Nord - 18 ottobre 2014
  • Solidarietà internazionale No Vai Ter Copa - durante il meeting Living in the Crisis 15 giugno 2014
  • San Siro Street Festival - 20 luglio 2014
  • Una facciata spaziale - 27 settembre 2014
  • Assemblea al Cantiere
  • Concertone all'Arco della Pace - 8 settembre 2014
  • Abba Cup al parco Sempione - 8 settembre 2014

On the 12th of May of 2001, we occupied the social centre Cantiere, in via MonteRosa 84 in Milan. That was the bet of a group of young students and precarious workers. The Coordination of the Student's Collectives of Milan and Province occupied one of the manies abandoned mansions in town: the historic Derby Cabaret. After 16 years of abandonment, we were starting up rebuilding this space, giving it back to the young, to the hood, to the city, transforming it in an useful tool to fight discriminations, sale and privatization of culture, abuses and lack of rights.

Clik here to learn more

From 2001 always in movement Since the first days Cantiere has been the centre of the student's collectives and young precarious workers: after years of mobilizations in defence of public school against Berlinguer's reform and the Formigoni's school goods, and after the first mobilizations against the war, we finally were having a tool to potentiate our struggles, a space to cross and invite to cross anyone who wasn't recognizing himself in the unbridled neoliberism: a place where to work together at ideas and issues of social conflict. Since the first moments, Cantiere's was crossable by study rooms, offices, accesses to internet, alternative low cost evenings to answer the needs of spaces and sociality, but above all it was an exceptional political laboratory of creativity and participation in the months immediately before the G8 in Genoa. Not only the young of the city were organizing themselves at Cantiere for the July demonstrations, and for all the earlier steps, but many more, the Milan's Social Forum, other cities social centres, the most different networks crossed this new experience, that was under all aspects coming from the No Global's movement. Cantiere common space in constant construction In the following years, much history and much movement has crossed, filled and transformed Cantiere, from which many projects and paths were developed and projected in the metropolis as in the popular hood of San Siro. In Cantiere the precarious, metix, metropolitan generation of the III° millennium metropolis finds a space of relation, conspiracy and action. A common space to claim house and income, free knowledge, against the precariousness of life and austerity's policies, against global war and securitarian anxiety, because who doesn't rebel is an accomplice. An hub of social cooperation for selftraining and selfproduction, of exodus to built and determine the future.

Contro l’Articolo 13 #AgainstTheCensorshipMachine

Posted by on 22:26 in Cantiere, Cyber Resistance, Dibattiti e approfondimenti | 0 comments

Contro l’Articolo 13 #AgainstTheCensorshipMachine

Nel momento in cui scriviamo, il Parlamento Europeo ha appena concluso la votazione, rigettandoli, su due articoli legislativi riguardanti la proprietà intellettuale, nello specifico, l’Articolo 11 e l’Articolo 13 della Directive of the European Parliament and of the Council on Copyright in the Digital Single Market.L’art. 11 – approvato nella prima votazione del 20 Giugno scorso per un solo voto di scarto, a conferma di quanto sia controversa e combattuta la questione anche all’interno dello stesso organismo istituzionale...

read more

Piazzale Damiano Chiesa – Porto Aperto!

Posted by on 16:04 in #StopWarNotPeople, Cantiere, Cene e aperitivi, Eventi, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo | 0 comments

Piazzale Damiano Chiesa – Porto Aperto!

Vi invitiamo tutte e tutti il 5 Luglio in piazza Damiano Chiesa dalle 18 alle 22, un momento pensato per stare insieme, conoscerci e godere delle innumerevoli differenze che rendono ricca la nostra zona e questa città. Vogliamo continuare a costruire un quartiere che sappia sempre farsi carico dei più deboli, di qualsiasi nazionalità e religione, italiani e non, riconoscendo il valore della solidarietà e della diversità, senza nasconderne i problemi e le condraddizioni. Vi invitiamo a portare e condividere da mangiare e da bere e a passare...

read more

Cus Cus Clan(destino) con Chef Rubio

Posted by on 12:21 in Cantiere, Cene e aperitivi, Comitato per non dimenticare Abba e per fermare il razzismo, Eventi, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo, Mobilitazioni | 0 comments

Cus Cus Clan(destino) con Chef Rubio

Il 3 luglio 2018, alle ore 20.00 in Darsena, a Milano, CUS CUS CLANDESTINO, ospite Chef Rubio. Una serata di cibo e solidarietà per scandire forte che nessuno è illegale e nessuna politica può fermare le persone. Cous Cous per garantire una borsa di studio alla figlia di Soumaila Sacko, bracciante e sindacalista ucciso a fucilate a Gioia Tauro. Soumaila era un migrante, un uomo di 29 anni, un lavoratore che non ci stava a farsi sfruttare, un attivista sindacale dell’Usb che lottava per i diritti di tutti, contro i continui soprusi di...

read more

Siamo tutti sulla stessa barca!

Posted by on 16:42 in Cantiere, Eventi, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo | 0 comments

Siamo tutti sulla stessa barca!

Domenica 24 giugno il Comitato Zona 8 Solidale organizza un pomeriggio di socialità con cibo, musica e un torneo di calcio nei giardini vicini ai centri di accoglienza di Aldini e Mambretti in Via Nicola Fabrizi 14. Ci sarà anche lo sportello legale di NAGA Onlus in piazza e un punto di raccolta di vestiti estivi per donne, uomini e bambin*. È arrivata l’estate, e con lei la stagione degli sbarchi e dei naufragi, in un periodo in cui il nuovo governo continua ad alimentare il razzismo istituzionale e fa atti vergognosi come quello...

read more

Noi contro loro

Posted by on 9:55 in Cantiere, Comitato per non dimenticare Abba e per fermare il razzismo, Contributi, Dibattiti e approfondimenti, Editoriale, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo | 0 comments

Noi contro loro

Foto 1 Soumaila Sacko, ammazzato il 2 Giugno 2018 in provincia di Vibo Valentia “Laddove le persone sono costrette a vivere nella miseria i diritti dell’uomo sono violati, indipendentemente dal pezzo di carta che hanno in tasca” – (Aboubakar Soumahoro 2018) Ciò che accade nella piana di Gioia Tauro ha radici antiche. Al Sud tra i braccianti organizzati Di Vittorio rivendicava terra, pane, case. La mafia, la ‘ndrangheta, la camorra sono nate per contenere la rivolta e il desiderio di eguaglianza dei lavoratori più poveri del paese e...

read more

20 mila persone in piazza a Roma

Posted by on 17:44 in Cantiere, Casa e territorio, Comitato Abitanti San Siro, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo, Mobilitazioni | 0 comments

20 mila persone in piazza a Roma

In ventimila provenienti da tutta Italia hanno risposto all’appello dell’Unione Sindacale di Base per una grande manifestazione contro le disuguaglianze. Un corteo meticcio, combattivo e colorato, aperto dallo striscione disegnato da Zerocalcare con lo slogan “prima gli sfruttati”, si è mosso da piazza della Repubblica in ritardo di quasi due ore per via dei controlli di polizia ordinati dal ministro Salvini, con i pullman provenienti dalle varie regioni sottoposti a ogni genere di perquisizione. La manifestazione lungo tutto il percorso ha...

read more

Il viaggio: voci del verbo andare.

Posted by on 13:37 in Cantiere, Comitato per non dimenticare Abba e per fermare il razzismo, Eventi, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo, Spazio di mutuo soccorso, Università popolare | 0 comments

Il viaggio: voci del verbo andare.

All’interno della rassegna “Milano senza muri” la Rete delle Scuole Senza Permesso propone una giornata di musica, letteratura, cinema, moda, fotografia, cibo etnico e molto altro. Vi aspettiamo sabato 16 giugno dalle 11.00 alle 18.00 in via Marsala 10. Ingresso libero   PROGRAMMA DELLA GIORNATA: 11.00 – 11.30: Benvenuto della Rete Scuole Senza Permesso e Presentazione del progetto vincitore del Bando Volontariato 2018 “Una città molte lingue” @Piano Terra   11.30 – 12.00: Omaggio ad Alessandro...

read more

#Apriamoiporti

Posted by on 0:54 in #StopWarNotPeople, Cantiere, Comitato per non dimenticare Abba e per fermare il razzismo, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo, Mobilitazioni | 0 comments

#Apriamoiporti

NESSUNA PERSONA È ILLEGALE! Lo abbiamo ribadito oggi in Piazza della Scala, una piazza piena di persone indignate per la chiusura dei porti voluta dal nuovo ministro degli Interni Salvini.  Rifiutiamo il razzismo istituzionale, quello della Lega, ma anche quello di chi ha approvato la Minniti-Orlando, l’ultima legge sull’immigrazione, entrata in vigore durante il governo Gentiloni.  SIAMO TUTT* ANTIRAZZISTI! NO TURCO-NAPOLITANO – NO BOSSI-FINI – NO MINNITI-ORLANDO – NO SALVINI! #apriamoiporti  #Nooneisillegal ...

read more

Migliaia in piazza a Milano per Soumaila Sacko

Posted by on 10:59 in Cantiere, Comitato Abitanti San Siro, Comitato per non dimenticare Abba e per fermare il razzismo, In evidenza, Meticciato e Antirazzismo, Mobilitazioni | 0 comments

Migliaia in piazza a Milano per Soumaila Sacko

“Il razzismo è ciò che permette che un’intera popolazione venga brutalmente sfruttata, in un sistema produttivo malato.” La storia di Soumaila mette in luce tutto questo: sfruttamento sul lavoro, mafia e razzismo. Ci ricorda che non si tratta solo di parole ma di fatti che fanno male: di ingiustizie. Ingiustizie che si intrecciano insieme, e ci raccontano di un paese, l’Italia, in cui i diritti sono sempre meno accessibili, fino al punto di diventare troppo spesso privilegi. Quelle ingiustizie che si attorcigliano...

read more

40 anni di 194: a Milano sfila la processione delle Ancelle Ribelli!

Posted by on 11:21 in Cantiere | 0 comments

40 anni di 194: a Milano sfila la processione delle Ancelle Ribelli!

Guarda la galleria fotografica del presidio 1234123124125►   “Siamo vestite da ancelle per promuovere una resistenza contro la sottomissione. Siamo davanti a un luogo simbolo di Milano, un luogo che raccoglie contraddizioni al suo interno, uno dei primi in città a fornire il metodo farmacologico per l’aborto volontario, uno dei pochi a Milano a garantire assistenza nell’interruzione volontaria di gravidanza del secondo trimestre, un punto di riferimento in Lombardia, dove l’obiezione di coscienza raggiunge quasi il 70% nelle...

read more