Calendar

Mag
18
Sab
18 maggio: Gran Gala del Futuro, Indietro non si torna! @ Piazza del Cannone
Mag 18@14:00–20:00
18 maggio: Gran Gala del Futuro, Indietro non si torna! @ Piazza del Cannone

GRAN GALA’ DEL FUTURO: INDIETRO NON SI TORNA!
MILANO CITTA’ TRANSFEMMINISTA E ANTIRAZZISTA

18 MAGGIO: MOBILITAZIONE CITTADINA!

H.16 @ Piazza Cairoli: CORTEO del Gran Galà
H.14 @ Piazza del Cannone: musiche, danze, teatro e arti di ogni genere e provenienza

Per contrastare questa ondata reazionaria, vogliamo costruire per il 18 maggio una giornata che porti in piazza la Milano favolosa per dire no al ritorno dei nazionalismi e di ogni forma di fascismo in Europa e nel mondo: vogliamo dare vita al GRAN GALA DEL FUTURO, perchè indietro non si torna!

Saremo lotta e saremo festa, colore e canto, per rispondere al nero dell’odio suprematista.

Set
13
Ven
ABBA CUP – Festival Antirazzista in solidarietà a Mediterranea @ Arco della Pace
Set 13@10:00–Set 15@23:45
ABBA CUP - Festival Antirazzista in solidarietà a Mediterranea @ Arco della Pace

💡13.14.15 settembre undicesima edizione dell’ Abba Cup per Mediterranea – Festival Antirazzista 11° Edizione all’Arco della Pace.

👊 Per ricordare Abba, contro ogni razzismo, per continuare a lottare per i diritti di tutte e tutti!

⚓️ In solidarietà e al fianco di Mediterranea Saving Humans, un progetto che ha deciso di prendere il mare per fare una cosa semplice: salvare vite umane e contribuire in questo modo a costruire l’argine al razzismo e alla sua barbarie.

Ott
3
Gio
Marcia per i Nuovi Desaparecidos @ Piazza della Scala
Ott 3@18:30–19:30
Marcia per i Nuovi Desaparecidos @ Piazza della Scala

Milano Senza Frontiere, come tutti i giovedì, organizza per il 3 ottobre la Marcia per i Nuovi Desaparecidos in piazza della Scala che sarà uno degli eventi di avvicinamento alla “Manifestazione contro i CPR e i decreti salvini #oltreiconfini” organizzata dalla rete NO CPR per il 12 ottobre.

Gli accordi di Malta del 23 settembre, prospettati come un cambiamento nelle politiche europee sulle migrazioni, in realtà ripropongono una visione ottusa e ipocrita del fenomeno migratorio e della strategia per affrontarlo: le ONG sono ancora sospette, la cosiddetta guardia costiera libica è ancora affidabile, i naufraghi vanno ancora distribuiti come fossero merce indesiderata.

E nel Mediterraneo, non solo sulla rotta verso il nostro Paese, si continua a morire e non ci sono navi per salvare e ancora le persone che vogliono giungere in Europa devono usare percorsi illegali perchè i nostri governi non lasciano loro altra soluzione.