25 NOVEMBRE | ASSEMBLEA PUBBLICA STOPWARNOTPEOPLE VERSO IL CORTEO DELL11D

ASSEMBLEA PUBBLICA PER LA COSTRUZIONE DEL CORTEO STUDENTESCO DELL’ #11D

DIFFONDIAMO CULTURA PER FERMARE LA GUERRA
TERRORE RAZZISMO E IGNORANZA? NOT IN MY NAME!
#STOPWARNOTPEOPLE

#25NOVEMBRE h 14.30 in Statale (Via Festa del Perdono, 7)

 

La volontà è quella di costruire un’assemblea pubblica , partecipata e allargata a tutto il mondo della formazione, perchè in un momento in cui le guerre globali e le strategie di tensione e terrore si estendono ed esportano miseria e devastazione ci sembra fondamentale aprire uno spazio di discussione, di consapevolezza e di coscienza per sviluppare costruire quel sapere critico che la scuola pubblica non è più in grado di insegnarci e produrre mobilitazioni e iniziative contro guerra, ignoranza e razzismo.

“Contro ogni guerra il sapere si rivolta.

Si rivolta perché ci dicono che non ci sono soldi per ristrutturare le scuole che rischiano di caderci in testa, ma come sempre li trovano per “esportare la democrazia a suon di bombe: 18 miliardi di euro per le spese militari e solo 3 miliardi stanziati per l’istruzione ( a fronte dei 12 miliardi stimati necessari SOLO per le spese edilizie). La Lombardia governata da uno dei partiti più beceri e razzisti (Lega nord) è guarda caso al terzo posto per abbandono scolastico.

Si rivolta perché il guadagno della casta non sta solo nel risparmio, ma nell’ignoranza che producono: chi è ignorante è più facile da controllare.

Chi non ha studiato la strategia della tensione iniziata proprio il 12 dicembre 1969 con una bomba messa dai fascisti su ordine di servizi segreti e governo, non sa quanto il terrore sia fondamentale per giustificare guerre, razzismo e negazione di libertà ed è oggi in balia di Salvini, Hollande, Erdogan e tutti i guerrafondai, razzisti, armaioli e petrolieri. Chi ha memoria sa che l’unica strada per avere un futuro è, come dice Cecilia Strada “rispondere con più libertà, più fraternità e più uguaglianza al terrore e alla guerra”.

Chi non ha potuto studiare il colonialismo europeo e italiano o la geografia dei paesi del mondo è in balia di chi respinge i migranti ai confini e li lascia annegare nel mediterraneo nascondendosi dietro a slogan come “aiutiamoli a casa loro”, quando sono decenni che “casa loro” viene devastata, saccheggiata e bombardata.

Chi non ha studiato criticamente il ventennio fascista non riconosce nei picchiatori provocatori dei gruppetti neonazisti che minacciano gli studenti fuori da scuola o le studentesse dei collettivi che rincasano come successo a Napoli, la stessa ideologia ignorante e pericolosa di allora (e come allora a servizio dei poteri forti, non a caso molti di queste sigle sostengono #labuonascuola e la privatizzazione).

Teniamo viva la memoria per costruirci un futuro,

alle guerre, alle frontiere e al terrore opponiamo la solidarietà, la libertà, il sapere critico.

Vogliamo i soldi per gli armamenti investiti nella scuola e nell’università.

DIFFONDIAMO CULTURA PER FERMARE LA GUERRA
GUERRA RAZZISMO E IGNORANZA: NOT IN MY NAME!
———————-

A seguire incontro “Aiutiamoli a casa loro?” con MAso Notarianni (Peace Reporter – il contesto e le implicazioni della strage di Parigi), Cristiana Fiamingo (docente unimi di storia africana – come li abbiamo aiutati a casa loro?), Cambio Passo (associazione impegnata nell’accoglienza dei migranti in transito) e Naga Onlus (aiutiamoli a casa nostra, assistenza sociale, medica e legale per migranti), nella 3 giorni di iniziative “Statale senza frontiere” https://www.facebook.com/events/1504366093223827/

Partecipa, Organizzati e Lotta
Coordinamento dei Collettivi Studenteschi
Tutti i Mercoledì Assemblea
@ CS Cantiere h 15.30

Author: Mauro

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *