Sin da quando è nato lo Spazio di Mutuo Soccorso si è dotato di UniPop, una università popolare in cui condividere saperi e coltivare conoscenze in maniera cooperativa e solidale. Tra i corsi che animano l’università si è fatto strada un laboratorio di autoformazione e studio collettivo che analizza alcuni testi durante alcuni appuntamenti laboratoriali, aperti alla partecipazione di tutti. Alla fine del percorso di autoformazione questi testi vengono presentati nel corso di eventi pubblici.

Il laboratorio di autoformazione dell’Università Popolare dello Spazio di Mutuo Soccorso questo autunno si dedicherà allo studio del libro di Sandro Mezzadra: “confini e frontiere, la moltiplicazione del lavoro nel mondo globale”.

In Europa, in Asia, nel Pacifico, nelle Americhe, i confini e le terre che li circondano sono oggi scenario di forti tensioni, di lotte violente e di tragedie umanitarie. Basta pensare alle morti, spesso senza nome, dei migranti che vanno in cerca di un futuro sfidando le acque del Mediterraneo o il deserto tra Messico e Stati Uniti. A dispetto dell’opinione diffusa, i moderni processi di globalizzazione non hanno affatto creato un mondo senza barriere, e hanno anzi generato una vera moltiplicazione di confini. Di questa proliferazione il libro traccia l’intricata mappa, indagando gli effetti che tale dinamica produce sul lavoro, sui movimenti migratori e sulla vita politica. Ne risultano nuove prospettive sulla crisi e sulla trasformazione dello stato-nazione, come pure una radicale ridefinizione dei concetti stessi di cittadinanza e sovranità.

Gli appuntamenti del laboratorio saranno:
Giovedì 29 Ottobre, Giovedì 5 Novembre, Giovedì 19 Novembre, Giovedì 3 Dicembre alle ore 18.30 presso UniPop allo Spazio del Mutuo Soccorso in piazza Stuparich 18.

L’incontro pubblico di presentazione sarà Giovedì 17 Dicembre a UniPop allo Spazio del Mutuo Soccorso in piazza Stuparich 18, con i seguenti orari:
dalle 19.00 apericena, dalle 19.30 incontro con l’autore ed altri discussant.

Il laboratorio fa parte delle iniziative promosse per la campagna: Stop War Not People: mobilitazioni, comunicazione, riflessione per respingere il ricatto del neoliberismo che costringe milioni di persone a fuggire per poi dichiararle illegali e respingerle alle frontiere!