#bastasgomberi (3)BASTA PERSONE SENZA CASA

BASTA CASE SENZA PERSONE

Lunedì 26 ottobre ore 17.30

PRESIDIO a Palazzo Marino

*GUARDA LE FOTO DEL PRESIDIO [clicca qui] 

#bastasgomberi SANATORIA SUBITO PER GLI OCCUPANTI PER NECESSITA’!

Mentre nelle nostre città si fatica ad arrivare a fine mese e ad avere un tetto sopra la testa, mentre si erigono frontiere e si alimenta razzismo, c’è chi continua ad arricchirsi speculando sui nostri diritti.

E’ proprio di pochi giorni fa l’ennesimo scandalo di corruzione e malagestione nei palazzi del potere, su chi da anni specula e si arricchisce sulle nostre vite.

Click here to learn more

Mentre loro pensano a riempirsi le tasche, nella nostra città cresce l’emergenza abitativa. Milano è disseminata di edifici sfitti abbandonati e nuove costruzioni invendute. Ci sono:

* 81mila case private sfitte

* più di 10mila case popolari vuote e riscaldate d’inverno

* 23mila famiglie in lista d’attesa

* più di 15mila richieste esecutive di sfratto e le deroghe per l’assegnazione d’emergenza sono bloccate

E Aler, Comune, MM e Regione cosa fanno?

* dall’entrata del gestore MM ci sono stati oltre 350 tra sgomberi e “rilasci spontanei” ( in moltissimi casi si tratta di famiglie con minori e persone malate ) e meno di 300 assegnazioni!

* Aler ha ripreso ad eseguire sgomberi ad alto impatto sociale contro famiglie in stato di bisogno, con minori e spesso seguite dai Servizi Sociali.

* Nonostante sia del 2012 l’approvazione della commissione che valuterebbe, applicando l’art 34 comma 8 della LR 27/2009, che prevede la valutazione dello stato di necessità delle famiglie occupanti al fine di una loro regolarizzazione, ad ora questo articolo è ancora inattuato.

Invece di continuare a buttare le famiglie sulla strada, militarizzando i quartieri, spendendo migliaia di euro per ogni sgombero e le comunità per gli sgomberati, fare i contratti permetterebbe alle migliaia di famiglie che non riescono ad accedere al mercato privato di uscire dalla precarietà e di contribuire con un affitto, adeguato al reddito, utile a ristrutturare e mantenere gli alloggi popolari.

LE SOLUZIONI ALL’EMERGENZA ABITATIVA CI SONO:

* BLOCCO DEGLI SGOMBERI E DEGLI SFRATTI

* SANATORIA PER GLI OCCUPANTI PER NECESSITA’

* ASSEGNAZIONE DELLE 10MILA CASE POPOLARI VUOTE

* SBLOCCO DELLE ASSEGNAZIONI IN DEROGA PER EMERGENZA

LEGGI LE INIZIATIVE DI QUESTA SETTIMANA

 


QUI LE GRAFICHE DEL PRESIDIO

<scarica.diffondi.condividi>


Ecco le iniziative della settimana verso il presidio del 26!

  • SOLIDARIETA’ CON LE FAMIGLIE SGOMBERATE A TORINO E BOLOGNA! Stamattina a Torino hanno sgomberato la palazzina di via Coleggio. Come ormai da troppo tempo quella che è un’emergenza sociale viene gestita come un problema di ordine pubblico: addirittura si è pronti a spaccare i sanitari di quella che era diventata la casa per decine famiglie, mentre centinaia di palazzi continuano a rimanere disabitati. [clicca qui]
  • Giovedì 22 ottobre – VERSO IL PRESIDIO DI LUNEDI’, OGGI RINVIATI DUE SFRATTI! Questa mattina in Via Marco D’Agrate era previsto lo sfratto di Mustafa: vive da anni col fratello in un appartamento di un complesso di due palazzine, entrambe di proprietà di una grossa immobiliare, e dopo la perdita del suo furgone, due anni fa, ha fatto fatica a pagare l’affitto. [clicca qui]
  • Mercoledì 21 ottobre –  A BRUZZANO VIOLENTO SGOMBERO PER BUTTARE PER STRADA UNA FAMIGLIA CON MINORI. Accade mercoledì mattina in via del Danubio 6, Bruzzano, periferia nord della città. Lo sgombero effettuato ai danni di una famiglia occupante: padre, madre, figlia di quindici mesi – che con ogni probabilità fra un anno si vedranno riconosciuti i requisiti per la casa popolare, come accade sempre più di frequente in questi casi. Nel frattempo Aler preferisce metterli per strada e forzare la mano al tavolo della Prefettura per la programmazione degli sgomberi, indicando il nome di quella specifica famiglia. [clicca qui]
  • Lunedì 19 ottobre – L’EMERGENZA ABITATIVA NON PUO’ ESSERE RISOLTA A SUON DI SGOMBERI. Questa mattina il presidio solidale dalla colazione anti-sgombero di Piazza Selinunte, si è spostato in Via Mar Jonio 3 a San Siro dove Aler con il supporto di 4 camionette e 2 jeep dei Carabinieri, si è presentata per sgomberare una casa, lasciata vuota da mesi, e precedentemente occupata da una famiglia, che già non ci viveva più. [clicca qui]
  • Giovedì 15 ottobre – A SAN SIRO SEGNALATA UNA PALAZZINA VUOTA! Oggi una giornata di iniziativa in diversi quartieri di Milano, in connessione con le giornate europee di lotta per l’abitare, verso la mobilitazione del 26 Ottobre a Palazzo Marino contro le politiche abitative portate avanti da Comune, Regione, Aler e Metropolitane Milanese. [clicca qui]