CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

Siamo stati ad At-Tuwani, uno dei villaggi palestinesi sulle colline a sud di Hebron. Questa è complessivamente una delle zone dove la presenza di colonie mostra il suo volo più violento nella quotidianità della vita di migliaia di persone. Hebron è l’unica città della Cisgiordania con una colonia al suo interno e i palestinesi che abitano i piani inferiori sono stati costretti a tirare reti di protezione sopra le loro teste per evitare di essere colpiti dai lanci di pietre e monnezza da parte dei sionisti che occupano quelli superiori.

Le colline a sud di Hebron sono sempre state caratterizzate dalla presenza di numerosi villaggi di contadini e pastori. Man mano è iniziato l’insiediamento di avamposti e colonie. Gli avamposti sono i primissimi insediamenti israeliani, sono ufficialmente fuori legge, ma sempre ufficiosamente tutelati e protetti dall’esercito governativo. Qui vi abitano i sionisti più feroci, quelli che più di ogni altro si sentono investiti del compito divino di conquistare la “terra promessa”. C’è n’è uno proprio vicino ad At-tuwani, Havat Ma’on, nascosto nel folto di un boschetto, da cui a volte i coloni sbucano all’improvviso e a volto coperto con pietre, spranghe e mitra. A poche centinaia di metri, invece, c’è l’insediamento precedente, l’ormai colonia di Ma’on, fondata nel 1981.

Ad At-tuwani si trova l’unica scuola dei villaggi a sud di HEbron, ma la strada che si deve percorrere per raggiungerla passa proprio in mezzo tra avamposto e colonia, nel fuoco incrociato. Spesso i bambini e in generale i palestinesi che si incamminano su questa via, subiscono attacchi violentissimi e sono costretti a percorrere un sentiero molto più lungo e in ogni caso sempre rischioso.

Spesso anche i pastori, spesso poco più che bambini, che portano al pascolo pecore e capre, si imbattono in quelli che per la loro ferocia vengono addirittura chiamati “cacciatori di arabi”, ovvero i responsabili della “sicurezza” delle colonie, che cercano di confinare gli allevatori in aree sempre più piccole, approfittando di un antico articolo di legge risalente agli statuti ottomani che prevede la statalizzazione, o meglio in questo caso l’espropriazione a favore degli israeliani, dei terreni non utilizzati da più di dieci anni.

Per far fronte a questa situazione gli abitanti di queste terre si sono uniti nel “Comitato Popolare delle colline a sud di Hebron”, che ha la sua roccaforte nel villaggio di At-tuwani, dove è nata anche la prima cooperativa di donne in quest’area.

Da queste parti hanno deciso di tentare la strada della resistenza pacifica, essendo poche centinaia di famiglie tradizionalmente esperte di agricoltura e pastorizia. Il comitato ha anche deciso di cercare collaborazione e sostegno da organizzazioni internazionali e di attivisti israeliani, che spesso riescono a scortare i bimbi a scuola, vincere cause legali contro i coloni, offrire tutele mediatiche agli abitanti autoctoni.

A volte però anche i volontari internazionali subiscono attacchi, in particolare nel 2004 molti dei presenti nei villaggi vennero violentemente attaccati. Lo “scandalo” fu talmente forte che il governo israeliano fu obbigato a disporre la scorta dell’esercito per il tragitto dei bimbi verso la scuola, ma spesso le truppe tardano ad arrivare o non si presentano proprio, lasciando i ragazzini esposti al pericolo delle aggressioni, che comunque si registrano tutt’ora con la frequenza di due/tre volte al mese, anche in presenza dei soldati.

At-tuwani si trova in area C, cioè sotto il totale controllo civile e militare israeliano.

Oltre alle violenze dei coloni, la vita nel villaggio è minacciata anche da quella delle autorità, che come in tutta la West Bank, cercano di cacciare i legittimi abitanti dalle loro terre. Avvelenamenti di capre, arresti arbitrari, intimazioni di sgombero, taglia di luce e acqua corrente e addirittura l’erezione di un muro per isolare la zona.

La resistenza dei comitati popolari e delle associazioni israeliane e internazionali sono riusciti a imporre gli allacci elettrici e idraulici, l’abbattimento del muro e addirittura il riconoscimento di un piano regolatore autonomo che permette, unico caso di tutta la West Bank, di costruire edifici in cemento senza dover ricorrere ai permessi israeliani che ovviamente non arrivano mai.

Nonostante questo, però, alcuni edifici sono sotto ordine di demolizione, ma la resistenza continua e, anzi, nell’ultimo anno un nuovo asilo è stato eretto poco fuori dai confini del piano regolatore, perchè resistere per esistere qui ad At-tuwani significa lottare ogni giorno per ogni metro di terra in più o in meno.

 

articoli

9, 10 e 11 Settembre ABBA CUP Festival Antirazzista

9,10,11 settembre ABBA CUP - Festival antirazzista Stop War Not PeopleLEGGI IL COMUNICATO DELL'INIZIATIVA “Sporco negro ti ammazziamo”, e poi sprangate e botte. così viene ammazzato Abba il 14 settembre 2008 in via Zuretti a Milano, vicino alla Stazione Centrale....

Ferragosto a Palazzo Marino: casa, diritti, dignità.

Ferragosto a Palazzo Marino #SummerResistance CASA ⭐DIRITTI ⭐ DIGNITÀ E' Agosto inoltrato, ma non tutt* possono scappare dalla calda metropoli per tutta l'estate: ecco perchè il mutuo soccorso non va mai in vacanza e non lascia indietro nessuno, nemmeno a ferragosto!...

GIUSTIZIA PER ALIKA OGORCHUKWU.

Il razzismo uccide: basta violenza sui corpi neri.   ♦ MILANO: VENERDI' 5 AGOSTO ORE 19.00 P.ZZA OBERDAN ♦ CIVITANOVA MARCHE: SABATO 6 AGOSTO ORE 14.00 STADIO COMUNALE Partenza del pullman da Milano ore 6.30 Molino Dorino - per prenotare manda una mail a...

15, 16 e 17 luglio SAN SIRO IN FESTA!

15.16.17 luglio 2022 SAN SIRO IN FESTA! CASA - DIRITTI - DIGNITA'  SOCIALITA’  – SPORT POPOLARE – GIOCHI PER BAMBINI –  LIBRERIA – MERCATINO DELLO SCAMBIO E MOLTO ALTROPROGRAMMA DELLA FESTAh 10:00 Vieni a montare insieme a noi la Festa h 16:30 Laboratori artistici per...

Decolonize the Pride: carro dell’orgoglio meticcio e queer al Pride Milano

Decolonize the Pride: carro dell'orgoglio meticcio e queer al Pride 2022IL NOSTRO PRIDE E’ METICCIO & QUEER Contro ogni guerra ai corpi e i territori  A 53 anni dai moti di Stonewall, abbiamo ancora bisogno di una scarpa col tacco da lanciare. Misoginia e...

SummeResistance: il caldo non ferma la lotta!

Per una città solidale e ribelle, contro sfratti, sgomberi e speculazioni, per riprenderci insieme i nostri diritti,  viviamoci i nostri spazi, costruiamo e attraversiamo le lotte di questa città. Un'estate di lotta, ma anche di attività, festa e incontri, un’ estate...

#DecolonizeTheCity, per un orgoglio meticcio e queer!

#DECOLONIZETHECITY, per un orgoglio meticcio e queer! Per tutti i nostri corpi dissidenti.   18 giugno ore 17.00 P.zza Duca d'Aosta  2 luglio #Decolonizethepride  3 luglio Disability Pride ASCOLTA L'INCONTRO CON  MIT, Movimento Identità Trans, CABIRIA/UNITA' DI...

Nessuna base per nessuna guerra: manifestazione nazionale a Coltano

2 GIUGNO MANIFESTAZIONE NAZIONALE A COLTANO - "NESSUNA BASE PER NESSUNA GUERRA" 190 milioni di soldi pubblici per una nuova base militare. 73 ettari di territorio, all’interno di un parco naturale, sottratti alla comunità. 440.000 metri cubi cementificati per...

Di perquisizioni e imbrattamento .. e la guerra?

DI PERQUISIZIONE E IMBRATTAMENTO ... E LA GUERRA? Comunicato sulle perquisizioni di questa mattina contro studentesse e student* del Coordinamento Dei Collettivi Studenteschi , del Cantiere Milano e del movimento milanese contro la Guerra al futuro. Ci sono 59 guerre...

Spazio di Mutuo Soccorso in Festa! 5-6-7-8 maggio

La festa continua! Vi aspettiamo a SMS per l'ultima giornata con le attività in programma.  Immagini della festa  5, 6, 7, 8 Maggio Mutuo Soccorso in festa Per festeggiare i 9 anni dello spazio di Mutuo Soccorso, di lotta per il diritto all’abitare, di pratiche...

eventi

Aperitivo in cortile! Tutti i giovedì di Agosto a SMS

TUTTI I GIOVEDI' DI AGOSTO APERITIVI DAL MONDO IN CORTILE! Il mutuo soccorso non va in vacanza e lancia un salvagente a tutt* coloro che nella metropoli ci devono rimanere anche con la calura di questo agosto. SMS è un'oasi di verde e solidarietà ... altro che Porto...

Allenamento aperto di BOXE e KUNG FU a SMS

 VENERDI' 8 LUGLIO SPORT POPOLARE PER TUTT@!  Ad una settimana dal 15, 16, 17 luglio San Siro in Festa! con attività sportive per grandi e piccol*, la Palestra Popolare Hurricane apre i suoi cancelli nello Spazio di Mutuo Soccorso per delle lezioni aperte e...

15, 16 e 17 luglio SAN SIRO IN FESTA!

15.16.17 luglio 2022 SAN SIRO IN FESTA! CASA - DIRITTI - DIGNITA'  SOCIALITA’  – SPORT POPOLARE – GIOCHI PER BAMBINI –  LIBRERIA – MERCATINO DELLO SCAMBIO E MOLTO ALTROPROGRAMMA DELLA FESTAh 10:00 Vieni a montare insieme a noi la Festa h 16:30 Laboratori artistici per...

Flash Mob e assemblea Non Una di Meno

Non Una Di Meno Milano chiama ad un'azione collettiva prima dell'assemblea pubblica!!  Non possiamo stare in silenzio dopo le sconcertanti notizie che arrivano dagli Stati Uniti per questo ci ritroviamo per gridare tutta la nostra rabbia !! Questo mercoledì 29 giugno...

Sabato 25 Block Party in P.zzale Selinunte

Costruisci quartieri solidali e meticci insieme a noi! Domani pomeriggio #BlockParty dalle 17 in piazza Selinunte per un pomeriggio fatto di attività sociali e laboratori artistici per i più piccoli! Abitare un territorio è diritto ad una casa degna per tutti* ma è...

Decolonize the Pride: carro dell’orgoglio meticcio e queer al Pride Milano

Decolonize the Pride: carro dell'orgoglio meticcio e queer al Pride 2022IL NOSTRO PRIDE E’ METICCIO & QUEER Contro ogni guerra ai corpi e i territori  A 53 anni dai moti di Stonewall, abbiamo ancora bisogno di una scarpa col tacco da lanciare. Misoginia e...

Mercato contadino & aperitivo latino

Al giovedì l'appuntamento è uno solo: il Mercato nello Spazio! Questa giovedì 23 giugno mercato contadino e dalle 19 aperitivo latino! Il cortile dello Spazio di Mutuo Soccorso si riempie delle bancarelle dei produttori genuini e a KM0 che partecipano al Gruppo di...

#DecolonizeTheCity, per un orgoglio meticcio e queer!

#DECOLONIZETHECITY, per un orgoglio meticcio e queer! Per tutti i nostri corpi dissidenti.   18 giugno ore 17.00 P.zza Duca d'Aosta  2 luglio #Decolonizethepride  3 luglio Disability Pride ASCOLTA L'INCONTRO CON  MIT, Movimento Identità Trans, CABIRIA/UNITA' DI...

Sabato 11 giugno BLOCK PARTY in p.zzale Selinunte

Sabato 11 giugno BLOCK PARTY!  Dalle 17.00 in p.zzale Selinunte. Costruiamo quartieri vivibili! CASA.DIRITTI.DIGNITA' PER TUTT@Un pomeriggio nel centro del quartiere popolare di San Siro, un luogo abbandonato dalle istituzioni dove chi siede comodo in comune o in...

3.06.2022 – Sapore di Trash w/ Red Gipsy, ITB & Los Machetes

3.06.2022 - Sapore di Trash w/ Red Gipsy, ITB & Los Machetes👉🏽VEN 3👈🏽 ➖SAPORE DI TRASH➖ 🔺LOVE MUSIC HATE FASCISM🔻   Sul palco del Cantiere ritorna un po’ di sana trash per farci ballare indecorosə e divertitə.  Dai remix più pazzi alle canzoni che canteremo a...

approfondimenti

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...

In Cile il neoliberismo è in crisi

In Cile si sintetizza una combinazione esplosiva di un libero mercato senza anestesia e una democrazia completamente delegittimata, che conserva solo il suo nome. È degenerato in una plutocrazia che, fino a pochi giorni fa - ma non più - è stata misurata dalle...