L’Evento culturale tiene come finalità la presentazione della “La Carta della Terra” che è una dichiarazione di principi etici fondamentali per la costruzione di una società globale giusta, sostenibile e pacifica nel 21° secolo. La Carta si propone di ispirare in tutti i popoli un nuovo sentimento d’interdipendenza globale e di responsabilità condivisa per il benessere di tutta la famiglia umana, della grande comunità della vita e delle generazioni future. La Carta è una visione di speranza e un appello ad agire.
Per comprenderla abbiamo preparato due conferenze dibattito.
La prima per venerdì 5 di giugno 2015 alle ore 19 circa, nella quale faremo un piccolo saluto a tutti i popoli della madre terra per poi salutare il nostro corpo con alcuni esercizi di respirazione. Parleremo della Cosmovision indigena dei popoli originari della “Abia Yala”, oggi America. Finiremo con la presentazione della Filosofia del Buen Vivir il un nuovo paradigma di società.
La seconda conferenza per sabato 6 di giugno alle 17 ore circa, sarà presentato con dibattito, il documento “La Carta della Terra” Questa è il prodotto di un dialogo decennale, mondiale, interculturale su obiettivi e valori comuni. Il progetto della Carta della Terra iniziò nell’ambito delle Nazioni Unite, ma venne portato avanti e completato da un’iniziativa della società civile. La Carta della Terra venne finalizzata e quindi lanciata come “Carta” nel 2000 dalla Commissione della Carta della Terra, un organismo internazionale indipendente.
Ci sarà della musica dal vivo ed un Buffet con offerta libera.
Geovanni Zurita – Daniel Pulupa, David Arevalo e Felipe Alejandro Merino ringraziano al CS Cantiere per la disponibilità della sala conferenza del Sms- Spazio di Mutuo Soccorso – Piazza Stuparich, 18 .