Oggi alla camera hanno approvato i primi tre articoli della buona scuola, mercoledì prossimo invece si voterà in senato. 

Che cos’è la Buona Scuola?
la Buona Scuola è la nuova riforma scolastica del governo Renzi.
In relazione alle proteste sulla Buona Scuola vi parleremo del boicottaggio da parte degli studenti e dei professori sulle INVALSI che si sono svolte il 12 Maggio di quest’anno.
Gli studenti insieme ai professori hanno ancora una volta detto la loro idea: sapete che cosa sono le INVALSI?
INVALSI è l’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo e formativo che forniscono dei test periodici che vengono proposti agli studenti per fare una valutazione complessiva sul sistema scolastico e sulle competenze acquisite da ciascuna scuola.
Questi test vengono passati agli studenti come “anonimi”, mentre in realtà ogni studente ha un codice che lo segue dal primo all’ultimo test INVALSI che svolge. Questo codice, oltre a rendere la prova totalmente NON anonima, si presenterà sul curriculum vitae di ogni studente con il risultato, in modo che un futuro datore di lavoro potrà avere un ulteriore informazione che potrà ricadere sul giudizio lavorativo.
Questi test sono sul programma generale di matematica e italiano, è uno sulla vita personale dello studente; il quale è eticamente scorretto perché con queste informazioni le INVALSI creeranno delle statistiche che potranno essere fornite ai privati, e per esempio queste potranno servire anche parlando di marketing, e lasciamo immaginare a voi per cosa potrebbero essere usate.
Uno dei problemi principali dei test INVALSI (essendo un test comune a livello nazionale) spesso e volentieri le classi hanno difficoltà a terminare i programmi scolastici istituiti dal MIUR; ogni studente quindi potrebbe trovarsi ad avere difficoltà a svolgere in modo esauriente il test, perché sappiamo bene quanto è difficile finire un anno con lo stesso professore (e di conseguenza con un metodo di insegnamento uguale) dato che i tagli aumentano sempre di più sui docenti e sul monte orario delle singole materie. Tutto ciò crea un paradosso che rende il sistema educativo e formativo delle INVALSI un vero e proprio flop.
Ma la cosa più assurda di tutte è che dopo i tagli del Ministero che lasciano sul piatto poche briciole da spartire tra le scuole viene incoraggiata una guerra tra poveri e una competizione sfrenata per accaparrarsene. Per di più vengono fatte competere scuole del centro con studenti che vengono da contesti familiari già più avvantaggiati e scuole di periferia dove spesso gli studenti sono più in difficoltà e i soldi, al posto che essere usati come strumento per gli ultimi e quindi migliorare il sistema educativo e formativo degli studenti premiano chi è già più fortunato allargando il gap tra studenti di SERIE A e studenti di SERIE B. 

Ed è per questo motivo che noi studenti del Coordinamento dei Collettivi Studenteschi di Milano assieme ai nostri collettivi, ai nostri compagni di scuola assieme ai professori continueremo a scendere in piazza, continueremo a farci sentire per difendere la nostra scuola pubblica diventata ormai oggetto di speculazioni, di distruzione del sapere e chi più ne ha più ne metta!

Partecipa, Organizzati e Lotta
Assemblea tutti i mercoledì h15.30
@CS CANTIERE Via Monterosa 84
MM1 LOTTO