CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

2 maggio 2015

Compagne ecompagni zapatisti delle comunità basi di appoggio dell’Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale.

Compagne, compañeroas e compagni della Sexta nazionale e internazionale.

Sorelle e fratelli del Messico e del mondo.

Salutiamo la famiglia del compagno Luis Villoro.

Benvenuti in terra ribelle che lotta e resiste, in terra Zapatista.

È un onore avervi con noi e con le Basi di Appoggio Zapatiste delle 5 zone.

Benvenuta la famiglia del compagno Maestro Zapatista Galeano.

Vi abbracciamo, compagne e compagni della famiglia del compagno Galeano, come abbracciamo la famiglia del compagno Luis Villoro.

Dobbiamo dare e saper dare l’onore che meritano per la missione che i nostri compagni Galeano e Luis Villoro hanno compiuto.

Compagni, compagne e compañeroas, fratelli e sorelle, oggi siamo qui non per ricordare, ma per la mancanza fisica dei compagni Galeano e Luis Villoro.

Siamo qui per ricordare e parlare della lotta che hanno portato avanti nelle loro vite, del loro lavoro, la loro resistenza.

Non siamo qui a ricordare la morte, ma quello che hanno lasciato da vivi, e dobbiamo far sì che continuino ad essere vivi nella lotta e nel lavoro.

Siamo noi che dobbiamo tenere vivi per sempre coloro che hanno dato la vita per un mondo nuovo, hanno costruito per il popolo.

Non siamo qui per erigere una statua.

Una statua non trasmette vita, non dà vita un museo, non parlano.

Siamo noi che parliamo e che dobbiamo far sì che vivano e per generazioni ci saranno statue e musei nei nostri cuori e non semplicemente come un simbolo.

Ci ha fatto molto piacere che ci hanno parlato più della vita di lotta del compagno zapatista Don Luis Villoro, che in altre parti è conosciuto come teorico ma qui lo conosciamo nella pratica, in altre parti lo conoscono come filosofo ma qui lo conosciamo come zapatista.

Ringraziamo chi ha lottato e lavorato al suo fianco perché ci hanno parlato di lui, dei suoi altri pezzi di vita.

Così noi zapatisti vi parliamo di un altro pezzo.

Per esempio, grazie al compagno Luis Villoro, e ad altre persone come lui, ci sono cliniche e scuole per l’educazione Zapatista.

È il frutto del suo lavoro.

Ma non bastava, c’era bisogno anche di gente che costruiva, come il compa Galeano e poi altra gente che promuova e che si realizzi il sogno poi di organizzare gli alunni e le alunne.

E questo ha fatto il compagno Galeano, ha costruito e lavorato ed ha cominciato a farlo funzionare.

Così siamo organizzati noi popoli Zapatisti.

Grazie all’aiuto del compa Luis Villoro e di altre ed altri come lui il compa Galeano è diventato maestro.

Ci rispettava e noi lo rispettavamo, ci ha trattato da uguali, ha creduto in noi e noi abbiamo creduto in lui, abbiamo lavorato per lo stesso scopo, senza incontrarci fisicamente, cioè si può costruire molto senza incontrarsi fisicamente.

Così è stato, per esempio, per la Sexta che ha collaborato a livello mondiale per la ricostruzione della scuola e della clinica alla Realidad zapatista, sopra il sangue del nostro compagno Galeano.

I compas Luis Villoro e Galeano non si conoscevano, ma insieme hanno lavorato per costruire una stessa libertà.

Abbiamo ascoltato anche parti della vita di lotta del compa Galeano.

Per prima cosa decise di lottare, e poi chiedere appoggio, quindi organizzare la costruzione, e poi organizzare i promotori, per ultimo occuparsi delle alunne e degli alunni.

Questo richiede l’organizzazione.

Perché il compa Galeano era ed è miliziano, capo comando di milizia e poi sergente. Rappresentante Regionale del gruppo giovanile, membro dei MAREZ, Municipio Autonomo Ribelle Zapatista, maestro della scuola Zapatista ed era stato eletto per essere membro della Giunta di Buon Governo.

Questo significa ORGANIZZAZIONE.

Diventò maestro ed ha tenuto lezioni per gente di molte parti del mondo che hanno partecipato al corso “La libertà secondo le zapatiste e gli zapatisti”.

Perché c si deve organizzare per potersi liberare dal sistema capitalista.

Perché il popolo si libera da solo, nessuno gli regala la libertà, nessun leader, uomo o donna che sia, gli darà la libertà.

Perché i capitalisti non rinunciano, non si pentono e non smettono di sfruttare il popolo.

Perché non può umanizzare il sistema capitalista.

Per farla finita con questo sistema, bisogna distruggerlo, per questo bisogna organizzarsi.

Il compa Luis Villoro vide gli zapatisti lo stavano facendo, non dubitò di accompagnarli, di lottare, di lavorare ed appoggiare la lotta e l’organizzazione che rappresentò nella sua vita il compa Galeano.

Magari ci fossero altri Luis e Luisa e Luisoas Villoros, Villoras e Villoroas.

Non si finisce mai di organizzarsi, perché c’è bisogno di organizzazione per la costruzione e per vigilare su quanto si è già costruito.

Affinché non ritorni lo sfruttamento sulle persone, come ora si sfruttano uomini e donne e coloro che non sono né uomini né donne.

Affinché il popolo si autogerni.

Questo vuole l’organizzazione. L’organizzazione è fatta da comunità, donne, uomini ed otroas.

E dopo aver ascoltato, vogliamo dirvi questo:

C’è chi pensa che siamo un’organizzazione di indigeni o di messicane e messicani, invece no.

Siamo un’organizzazione di zapatisti, indigeni e non indigeni, proprio come vediamo qui, in questo omaggio ai 2 compagni zapatisti.

Siamo in Messico perché qui siamo nati, è la nostra geografia.

Come chi lotta per la libertà del popolo Curdo, gli è toccato perchè sono nati lì.

Ad ognuno tocca dove si trova. Come fa la Sexta in Messico e nel mondo che lotta dove gli tocca.

Per questo diciamo la geografia di ognuno, l’angolo del mondo dove ognuno si ribella e lotta per la sua libertà, per la libertà.

Qui è necessario avere ben chiaro cosa significa essere zapatisti.,

Essere zapatista vuol dire essere deciso, decisa, decisoa, ben forte.

Perché non c’è da supporre nulla, ma c’è da lavorare, organizzare e lottare in silenzio fino alle ultime conseguenze, cioè, teoria e pratica.

Indossare un passamontagna non significa essere zapatista, ma è organizzarsi e distruggere il sistema capitalista.

Dire a parole “sono zapatista” non significa essere zapatista, ma è lottare fino alla morte.

Parlare di zapatismo non significa essere zapatista, ma è lavorare collettivamente con i popoli organizzati.

Non significa niente essere zapatista quando va di moda esserlo, e non esserci quando si soffre per le aggressioni del malgoverno.

Indossare divise, mascherarsi, non significa essere zapatisti, per poi arrendersi al malgoverno, perché lo zapatista non si arrende.

Non è essere zapatista dire io sono comandante dell’EZLN e dialogare col malgoverno per progetti o soldi, perché lo zapatista non si vende.

Non è essere zapatista mettersi al servizio di quelli che ricercano solo cariche e soldi e lottano solo ogni 6 anni.

Lo zapatista lotta per un cambiamento totale e lotta tutta la vita e non tentenna. Cioè non cambia il suo pensiero secondo la moda o secondo la convenienza.

Non è essere zapatista stare con il piede in due scarpe, con i partiti e zapatista. Perché i partiti voglio solo cambiare il colore di chi comanda. Invece lo zapatista vuole cambiare tutto il sistema, non una parte, ma tutto. E che il popolo comandi e nessun altro lo comandi.

Non è essere zapatista non avere mai paura. A volte si ha paura, ma si controlla e si continua a lottare.

Non è essere zapatista avere molta rabbia e non organizzarsi, ma ci si deve organizzare con molta dignità.

Chi dice quando sei zapatista? I popoli.

Chi dice come è essere zapatista? I popoli.

Chi dice fino a quando si è zapatista?

Non c’è chi dice “basta hai finito”, ma devi andare avanti fino alla morte compiendo il sacro dovere di liberare il popolo sfruttato, e anche da morto si continua a lottare.

Per questo rendiamo questo omaggio, per ricordarci e ricordarvi che, anche se la morte arriva a cercare di farci dimenticare, continuiamo ad essere vivi nel popolo, nella lotta, per la lotta e per la lotta dei popoli e così la vita prosegue e la morte perde.

Grazie.

Subcomandante Insurgente Moisés Messico, Maggio 2015

Testo originale

Traduzione “Maribel” – Bergamo

articoli

26N a Roma – Basta guerre sui nostri corpi: rivolta transfemminista!

26 novembre tuttə a Roma - Non Una Di Meno! BASTA GUERRE SUI NOSTRI CORPI - RIVOLTA TRANSFEMMINISTA!   IL 27 NOVEMBRE CI RITROVEREMO IN ASSEMBLEA NAZIONALE presso la facoltà di lettere di Roma 3 per discutere, intrecciare le lotte e organizzare la rivolta...

Blitz dellə studentə ad Assolombarda verso il #NoMeloniDay

BLITZ DELLƏ STUDENTƏ AD ASSOLOMBARDA VERSO IL #NOMELONIDAY Oggi lə studentə delle scuole di Milano hanno occupato Confindustria per rilanciare il Corteo "No Meloni Day" del 18 Novembre. Abbiamo deciso di fermare i lavori dentro a Confindustria perché è il luogo...

Venerdì 18 novembre #NoMeloniDay. La generazione meticcia e queer si riprende il futuro!

PROSSIMI APPUNTAMENTI VERSO IL CORTEO- 3 GIORNI AL NO MELONI DAY Oggi martedì 15 novembre abbiamo occupato Confindustria per rilanciare il corteo “No Meloni Day” del 18 Novembre. Abbiamo deciso di fermare i lavori dentro a Confindustria perché è il luogo simbolo...

Fatelə scendere tutt@ subito! #nooneisillegal

FATEL@ SCENDERE SUBITO! #STOPWARNOTPEOPLE   #NOONEISILLEGALOggi siamo stati al Ministero delle Infrastrutture di Milano, responsabile della gestione dei porti. Non possiamo rimanere immobili di fronte alle manovre che stanno giocando con le vite e i corpi delle...

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

Ukraine calling: pratiche di resistenza transfemminista. Milano incontra Insight & Women’s March UA

Domenica 23 ottobre 2022 alle 18.30 al Cantiere Milano incontra Insight & Women's March UA!   Il 24 febbraio del 2022 la Russia putiniana dava il via all'invasone dell'Ucraina. A 8 mesi dall'inizio della guerra, incontriamo a Milano il network transfemminista...

Sabato 15 Ottobre 2022: Punk Against Fascism

Sabato 15 OttobreSERATA STUDENTESCAPUNK AGAINST FASCISM Organizzato dal Coordinamento dei Collettivi Studenteschiper sostenere le mobilitazioni verso #NoMeloniDay A suonare 2 band molto speciali e molto punk, direttamente dalla scena di Milano e provincia:...

Milano X #MEDCARE

MILANO X #MEDCARE L’ambulatorio medico permanente in Ukraina.   Lo Spazio di Mutuo Soccorso e Mediterranea Saving Humans organizzano la prossima missione di intervento medico e psicologico, solidarietà internazionale e passaggi sicuri. Mediterranea Saving Humans...

29 settembre: giornata del Mutuo Soccorso

Giovedì 29 settembre GIORNATA DEL MUTUO SOCCORSO in piazza Stuparich 18! SMS Spazio di Mutuo Soccorso è una risposta concreta al bisogno di tante e tanti di avere un tetto sopra la testa in una città con affitti carissimi e un livello di emergenza abitativa che da...

28/09 Aborto libero, sicuro e gratuito. Diritti per tutt@

#moltopiùdi194:ABORTO LIBERO, SICURO E GRATUITO,DIRITTI PER TUTT*#befuriouswithus Il 28 settembre scendiamo in piazza nella giornata mondiale per il diritto all'aborto libero, sicuro e gratuitoPiù di 5000 persone per #moltopiúdi194!A Milano così come in tutta Italia...

eventi

Il Mutuo Soccorso verso il #26N

IL MUTUO SOCCORSO VERSO IL CORTEO NAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE E DI GENERE DI NON UNA DI MENO23 novembre: dalle 8.30 COLAZIONE POPOLARE. Durante tutta la mattina ci prendiamo cura del verde di piazza Stuparich e sarà presente un INFO POINT per il corteo...

Donna Vita Libertà: incontro con il movimento iraniano verso il #26N

Giovedì 24 Novembre h.19.00Incontro lə compagnə iranianə di Milano: "DONNA VITA LIBERTA'". "Donna, Vita, Libertà" è il grido che risuona in Iran e nelle piazze solidali di tutto il mondo, contro un governo liberticida che soffoca ogni diritto all'autodeterminazione....

20/11 CENA D’AUTUNNO AL CANTIERE!

Domenica 20 novembre - Cena d'autunno per sostenere le spese legali del Cantiere Tornano le cene della domenica per goderci una serata in compagnia di tutta la nostra comunità ribelle, dai collettivi studenteschi, alle abitanti di San Siro e dello Spazio di Mutuo...

Serata transfemminista NUDM Milano verso il 26N

MERCOLEDÌ 16/11 SERATA TRANSFEMMINISTA VERSO IL 26 NOVEMBRE  BASTA GUERRE SUI NOSTRI CORPI!  Verso la giornata contro la violenza maschile sulle donne e di genere, una serata per autofinanziarci, conoscerci e divertirci! Dove? Al centro sociale Cantiere, in Via Monte...

KARAOKE NIGHT

🎤🎤Venerdì 11 Novembre in Cantiere serata Karaoke Involtini Edition Food and Music Against Oppression🎤🎤   Dopo una settimana di opposizione alla disumanità di questo governo, niente è meglio di un karaoke per urlare tuttə insieme il nostro dissenso contro questo...

Assemblea NUDM Milano verso il 26N a Roma!

Mercoledì 9 novembre h 19.00 Assemblea di Non Una di Meno Milano al Cantiere (Via Monterosa 84):  H 19.00 momento di accoglienza, se sei nuovə vieni a conoscerci!  H 19.30 inizio assemblea Odg dell’Assemblea:- report della nazionale- avvicinamento territoriale...

Boomer vs Gen Z w/Bellimbooster

Sabato 12 novembre

I collettivi studenteschi sono lietə di invitarvi alla sfida musicale intergenerazionale del secolo!
BOOMER vs GEN Z
Alla consolle per la squadra dei Boomer:

Con un’esperienza pluriennale tra lotte, centri sociali e serate trash degne dei migliori atletə del boccale, vi presentiamo I Bellimbooster

Alla consolle per la squadra della Gen Z:

Natə dai collettivi studenteschi per movimentare le serate militanti al Cantiere e poi diventatə il sound trash militante più deviato che abbiate mai visto, vi presentiamo le Devianze Giovanili

Buss A Vibe w/ Luv Messenger da Barcellona

SABATO 5 NOVEMBRE BUSS A VIBE W/ LUV MESSENGER from Barcellona  Udite udite:Siamo liet* di annunciare a gran voce il ritorno di Buss A Vibe, le serate dancehall più mad del @cantiere_milano Quale miglior modo per ripartire se non con un sound che ha sempre fatto...

Giornata del Mutuo Soccorso: progetti aperti e aperitivo genuino

Un altro giovedì insieme ai progetti del Mutuo Soccorso e ad un prelibato aperitivo genuino con i prodotti del GASP - Spazio Mutuo Soccorso, preparato in collaborazione con la Taverna Sociale Giovedì 3 novembre alle 16.00 apertura di C_rise Mercatino Solidale di...

Halloweed Party al Cantiere.

31 Ottobre al @cantiere_milanoHALLOWEED PARTYLA GENERAZIONE METICCIA E QUEER BALLA SUGLI SPETTRI DEL FASCISMOE alla console:DEVIANZE GIOVANILI Quale miglior modo per festeggiare il nuovo governo verso il #nomeloniday se non con una serata studentesca di halloweed?...

approfondimenti

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...