CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

25 Aprile: in 100.000 in piazza per la Liberazione!

Liberazione è resistenza, decolonialità e diserzione

Nel 1945 le nostre nonne e i nostri nonni irrompevano nelle strade di Milano, finalmente libere.
La gioia di quei giorni, la fine della guerra mondiale, di un genocidio, dell’occupazione nazifascista. 
Ieri siamo tornat* ancora una volta a percorrere quelle strade, perché ancora oggi fascismo, guerra e genocidio attentano alla vita e alla libertà dei popoli. 
In Italia un governo fascista cerca di restringere i diritti ogni giorno che passa, dalla censura di Stato agli attacchi all’aborto, dalla militarizzazione delle scuole e delle piazze al razzismo istituzionale. 
In Palestina un genocidio dura da ormai oltre 200 giorni: 200 giorni di vergogna, supportati da tutto il cosiddetto occidente democratico che si fregia di aver combattuto il nazifascimo e ora se ne fa subdolo erede. 
Nel mondo la terza guerra mondiale è in corso, ha cambiato forme – perlomeno qui a “casa nostra”- ma si combatte in ogni dove. I poteri forti del mondo fanno la guerra per spartirsi egemonie, risorse e profitti sulla pelle dei popoli. 
 
Milano non è indifferente. 
Milano è partigiana.
Milano è Palestinese. 
 
Uno sguardo alla marea del 25 aprile lo rende autoevidente, con buona pace di chi ha paura di pronunciare la parola “genocidio” o a chi alza il vessillo del passato per pulirsi la faccia dal sangue che versa oggi in Palestina, alle frontiere e nel mondo intero. 
 
Questo 25 aprile, da Palestro a piazza del Duomo, un’anguria è valsa più di mille parole.

Altre 2 parole su questo 25 Aprile

La polizia in piazza del Duomo che carica chi contesta il silenzio assordante sul genocidio in Palestina è qualcosa di vergognoso che ci ricorda che nulla è mai conqusitato per sempre, nemmeno il 25 aprile. Noi ci siamo stat*, ci siamo e ci saremo.

Altrettanto vergogosi sono i titoli di giornale che parlano di “maranza” e le veline della questura che si riferiscono a “nordafricani esagitati”: dove volete che porti lo stigma dei giovani, l’islamofobia, l’abbandono delle periferie, lo sfruttamento e il ricatto del permesso di soggiorno, il razzismo di Stato e diffuso, la rinuncia a qualunque progetto educativo? Dove volete che porti la partecipazione di uno stato al genocidio, alla guerra e ai respingimenti in mare delle sorelle e dei fratelli di metà dell* abitanti di Milano? 

Se al Beccaria la maggior parte dei detenuti è minore straniero non accompagnato, significa che le istituzioni pubbliche dovrebbero chiedersi perchè non sono in grado di attivare percorsi di vita degna per quest* giovanissim*, anziché arrivare al carcere come unica soluzione, a maggior ragione quando alla metà del suo organico è composto da torturatori e stupratori, altro che maranza

Dopo il 25 Aprile, la resistenza continua.

Per un 25 Aprile di Liberazione

RESISTENZA – DISERZIONE – DECOLONIALITÀ

Il 25 aprile nasce dalla resistenza che ha lottato per la liberazione. La liberazione di tutt3 dall’oppressione fascista, la liberazione dalla guerra e dal genocidio.

Per non lasciare spazio a chi tradisce la memoria della resistenza abbiamo il dovere di parlare delle lotte di liberazione di oggi:
Resistenza al colonialismo, al fascismo, ai genocidi, alle frontiere, allo sfruttamento e distruzione di corpi e territori.

In questa giornata dove è d’obbligo paralre di resistenza e liberazione non si può non parlare di quella palestinese. 80 anni fa, al popolo italiano è stato riconosciuto il diritto di lottare, con ogni mezzo necesario, per la propria liberazione.

Questo diritto non viene ugualmente riconosciuto alle lotte di liberazione dal colonialismo. Già dalla resistenza al colonialismo italiano in Africa, le narrazioni ufficiali omettono e silenziano l3 partigian3 che hanno dato la vita contro gli eserciti fascisti, se quest3 non corrispondono all’immagine che vogliono dare della resistenza. Fa paura alle istituzioni, che oggi predicano la difesa dei confini, pensare che la costituzione “fondata sulla resistenza” sia stata fondata anche dalla resistenza etiope, romanì, slava.

Oggi in Palestina sta accadendo un genocidio. Bombardamenti su scuole e ospedali, uso dei gas e della fame come arma di guerra, stupri e violenze. Guardando le foto di oggi e di 80 anni fa fianco a fianco viene difficile distinguere l’operato dell’IDF da quello delle SS o della Wermacht.
Il popolo palestinese ha il diritto di difendersi, con ogni mezzo necessario. Tutto il resto è ipocrisia e razzismo.

Il 25 aprile abbiamo il dovere di appoggiare questo diritto.

Resistenza nel 2024 vuol dire cessate il fuoco immediato a Gaza e in tutta la Palestina.Vuol dire apertura immediata agli aiuti umanitari e una pace giusta per il popolo palestinese e per tutti i popoli che lottano per la propria liberazione.
Vuol dire boicottare chi fa profitto vendendo armi e supporto ad un esercito genocida.
Resistenza vuol dire disertare le logiche della guerra, che ci vogliono arruolat3 nella macchina bellica.
Vuol dire cacciare i fascisti di casa nostra che supportano i fascisti e sionisti in Palestina.

Il 25 aprile scenderemo in piazza per ribadire che ora e sempre, RESISTENZA!

Giovedì 25 Aprile H.14:00 Palestro

(الخامس والعشرين من ابريل ؛٤/٢٥)
ولد هذا اليوم من روح المقاومه والنضال من اجل التحرير
تحرير الجميع من الاضطهاد الفاشي والاستعمار ،والتحرر من الحروب والابادات الجماعيه

وفي( ٢٥ من ابريل) يجب ان نتحدث عن نضالات التحرير اليوم : نتحدث عن مقاومه الاستعمار والفاشيه والاباده الجماعيه والحدود واستغلال وتدمير الناس والارض
قبل( ٨٠ عام) كان الشعب الايطالي الحق في الدفاع عن نفسه باي وسيله ممكنه وايضا الشعب الفلسطيني له الحق بدفاع عن نفسه بكل الوسائل المتاحه ومن ينكر ذلك ف هو منفاق وعنصري ،

يجب علينا في هذا اليوم( ٢٥ من ابريل) يحب ان ندافع عن هذا الحق حق المقاومه

والمقاومه في (٢٠٢٤) تعني الوقف الفوري لاطلاق النار في غزه وفي جميع انحاء فلسطين.

المقاومه تعني الانفتاح الفوري للمساعدات الانسانيه والسلام العادل لشعب فلسطين العظيم ولجميع الشعوب التي تناضل من اجل تحريرها

المقاومه تعني مقاطعه اولئك الذين يستفيدون من بيع الاسلحه ودعم الجيش للاستمرار ف الاباده الجماعيه.

المقاومه تعني رفض مبدا الحرب الذي يستدعي ان نكون علي استعداد للقتال

المقاومه تعني طرد الفاشين الموجودين ف ايطاليا وطرد الصهاينه في فلسطين.
(ارواحنا ودمائنا فداكي يا فلسطين ،سنقاوم معانا حتي النصر )

articoli

Acampada per la Palestina in Unimi. #stopgenocide Racconto giorno per giorno

ACAMPADA IN UNIVERSITÀ STATALE PER LA PALESTINA LIBERA! Raccogliamo l'invito dell3 studenti dell'università di Birzeit a riprenderci gli spazi delle università, per la resistenza P4l3st1n3s3. Occupiamo per l3 nostr3 compagn3 in Palestina le cui scuole e università...

9 maggio 2024 Lunga Vita SMS: una giornata di Resistenza.

9 maggio 2024 Lunga Vita SMS: una giornata di Resistenza. Per altri undici anni di vita, lo Spazio di Mutuo Soccorso ha bisogno di tutta la nostra forza.Il 9 maggio vi aspettiamo in piazza Stuparich 18 per una giornata di incontri e attività a partire dalle 6.00 del...

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

19A Global Strike di Fridays For Future

Free Palestine = Climate Justice.
Siamo sces3 in piazza insieme a Fridays For Future in occasione dello sciopero studentesco globale per il clima

8M #lungavitasms, difendiamo gli spazi transfemministi

  MUTUO SOCCORSO È SORELLANZA Lo Spazio di Mutuo Soccorso si prepara alla giornata del #LottoMarzo. Giovedì 7 marzo dalle 16:00 - Laboratorio scenografie: prepariamo insieme cartelli, striscioni, cori, panuelos per i cortei dello sciopero. - Vieni a conoscere i...

24 Febbraio Corteo Nazionale #FreePalestine

Sabato 24 Febbraio – Ore 14:30 – Piazzale Loreto
Corteo nazionale contro il genocidio del popolo Palestinese
Segui lo spezzone Decolonize!

Otto Marzo 2024 – Corteo Studentesco

Lotto Marzo! – Venerdì otto Marzo corteo studentesco e dello sciopero – ore 9:30 largo Cairoli – #NonUnaDiMeno #Student3Disobbedient3

Memori(a)E: sostantivo plurale, verbo attivo. 2024.

A cosa serve la memoria? La memoria, o meglio, le memorie degli orrori del passato devono servire a fermare immediatamente i genocidi del present

Iniziativa in Unimi per la laurea di Liliana Segre #GiornataDelleMemorie

Giornata della memoria - Iniziativa in Unimi "L'indifferenza è peggiore della violenza." -Liliana segre Queste le parole di Liliana Segre con cui abbiamo voluto accoglierla all'università statale di Milano, come studenti non indifferenti. Ricordare i genocidi della...

Incontro: memorie Antifasciste per un futuro di libertà

Domenica 28 Gennaio Memorie Antifasciste per un futuro di Libertà Incontro con Franco "Bifo" Berardi e Alessia Manera A seguire Polentata: cena per le spese legali del Cantiere! Il 27 gennaio venne istituita la Giornata della Memoria, per fare i conti su un passato...

eventi

SAYRI X DECOLONIZE THE CITY!

VENERDI' 24 MAGGIO AL CANTIERE ✧・゚SAYRI X DECOLONIZE THE CITY ・゚✧ Torniamo al @cantiere_milano presentando, per la prima volta in italia, @ojosfinos 🇺🇾 e @_ast.er 🇵🇪 Ojosfinos è un artista multidisciplinare uruguaiano con base a Montevideo. È uno dei pionieri del club...

Decolonize the city: incontro all’Acampada

DECOLONIZE THE CITY In che modo i nostri luoghi di sapere riproducono e legittimano sapere coloniale? In che modo le stesse università che ci danno strumenti per sovvertire i paradigmi di oppressione in cui siamo immersə sono le stesse che li reiterano? In che modo...

Pazzesk@: laboratorio sulla salute mentale. Il carattere sovversivo del disagio.

Pazzesk@ Laboratorio sulla Salute Mentale Il carattere sovversivo del disagio.Primi appuntamenti, dalle 16.00 alle 18.00 a SMS Spazio di Mutuo Soccorso, piazza Stuparich 18 Giovedì 23 maggio “Il normale è patologico” Giovedì 30 maggio “Competizione e Merito” Giovedì...

Presentazione di “Il libro Antirazzista – 20 lezioni per agire contro il razzismo” con Tiffany Jewell

📌Mercoledì 8 Maggio presentiamo "Il libro Antirazzista - 20 lezioni per agire contro il razzismo" con Tiffany Jewell. Un evento per costruire insieme una scuola capace di denunciare e contrastare il razzismo, dentro e fuori dalle aule. 🕢19:00Presentazione del libro...

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità.

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità Giovedì 2 maggio, h.19, grande inaugurazione e vernissage della mostra immersiva e comunitaria! Lo Spazio di Mutuo Soccorso compie 11 anni.Per l'occasione, abbiamo deciso di narrarci, e trasformare il mondo attraverso la parola,...

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

20 Aprile, Serata Groove w/Paprika

20 Aprile 2024 – Serata solo Groove w/Paprika @Cantiere, Via Monterosa 84

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere.

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere! Domenica 14 aprile 2024 dalle 20:00

Sabato 13/4: Stay Punk Stay Antifa!

Stay Punk Stay Antifa!
sabato 13 aprile 24
Dirty Noise, Punk-o-Mat, Fondamenta Nuove
dalle 22 @Cantiere, via Monterosa 84

12 Aprile: Spettacolo “Una lepre con la faccia di Bambina”

H. 18:30 presentazione dello Strike del 19A con FridaysForFuture Milano;
H. 20:00 Cena veg;
H. 22:00 Spettacolo “Una Lepre con la faccia di Bambina

approfondimenti

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...