CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

Al lavoro!

Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente.

Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c’era da perdere tempo.

C’è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra.

C’è una crisi energetica senza precedenti, l’economia basata sul fossile sta portando il Pianeta all’estinzione e migliaia di famiglie non riescono più a pagare le bollette.

C’è l’inflazione all’8% e i salari sono fermi da anni: nemmeno un gesto quotidiano come fare la spesa è più scontato.

Meno male che le priorità di questo governo sono chiare. Il primo consiglio dei ministri se la prende con i “rave”. A posto siamo.

Obiettivi:

Se il vero obiettivo del primo consiglio dei ministri sono i rave, andassero subito a casa, perchè è offensivo e spudorato parlare di rave quando le persone sono sommerse dai debiti.

Se il vero obiettivo del primo consiglio dei ministri non sono i rave, allora è chiaro che il problema sono gli assembramenti da più di 50 persone e questo significa che il governo prepara i suoi strumenti per gestire un dissenso che non può non crescere nei prossimi mesi, visto lo scenario di crisi economica ed energetica che si annuncia.

Hanno fatto campagna elettorale presentandosi come “forza anticasta” e “antisistema”, ma sono i soliti noti di sempre al servizio di banche, mercati e Confindustria.

Non possono e non vogliono fare nulla sul piano economico, se non attaccare ogni forma di sussidio al reddito attaccando lə poverə e non di certo i ricchi. E quindi?

Se lə poverə poi si incazzano vorranno essere pronti, se lə studentə e la generazione a cui stanno letteralmente rubando il futuro si ribellano vorranno essere pronti, se le soggettività sfruttate e discriminate in base al portafoglio, al colore della pelle, ai documenti o al genere si alleano e alzano la testa vorranno essere pronti. Pronti, con il codice penale in tasca e il manganello in mano.

Se il vero obiettivo del primo consiglio dei ministri non sono i rave, allora è chiaro che il problema sono le occupazioni. Si, ma mica di un capannone per tre giorni. Se le aziende e le fabbriche falliscono e chiudono, certo che chi ci lavora le occuperà per mandare avanti in proprio la produzione. Ce lo insegna l’Argentina del default del 2001, la Grecia dell’austerity del 2008 e tanti esempi in tutta italia. Loro sono e saranno il vero obiettivo. Mica di un capannone per tre giorni.

Se a Milano un affitto costa più di uno stipendio, ma il mercato immobiliare pubblico e privato lascia case vuote per guadagnare con la speculazione edilizia, è facile immaginare che le persone si troveranno nel dilemma tra occupare un alloggio per necessità e vivere sotto un ponte. Loro sono e saranno il vero obiettivo.

E’ chiaro che questo governo non può e non vuole fare nulla contro la finanza e i grandi poteri dell’economia, perchè li rappresentano.

L’unica cosa che possono fare è mostrare i muscoli contro i diritti sociali e civili, nelle migliori tradizioni delle squadracce fasciste.

Giustizia – sicurezza – salute

Luana è morta sul lavoro come altre 677 persone dall’inizio del 2022 e il governo parla di rave.

Lorenzo, Giuseppe e Giuliano sono tre studenti morti in alternanza scuola lavoro, ma la sicurezza dei giovani importa solo quando si divertono senza pagare il pizzo ai locali dei mafiosi amici di LaRussa&Co., ma non quando devono essere sfruttati gratis dagli amichetti di Confindustria.

Le scuole cadono a pezzi e sono senza insegnanti, ma tanto meglio se la formazione fa schifo: chi è ignorante è più facile da controllare.

In ospedale e nei consultori 8 medici su 10 sono obiettori e si rifiutano di fare il proprio lavoro assicurando il diritto alla salute per le donne* che vogliono abortire, ma la priorità è un atto di propaganda -ancora!- novax.

Altro che libertà di scelta sul proprio corpo. L’unica sicurezza è una salute che tutela lə più vulnerabili, dal Covid e dagli obiettori di ogni genere.

Qualche consiglio: 

Se vogliono intercettare, intercettassero i mafiosi, tanto i loro numeri li hanno salvati in rubrica.

Se vogliono requisire, requisissero lo sfitto e dessero casa per tutt* subito.

Se vogliono multare, cominciassero da chi inquina e ci pagassero la transizione ecologica.

Se vogliono arrestare, fermassero la produzione e la vendita di armi e destinassero i fondi delle spese militari all’istruzione e al welfare.

Se vogliono occuparsi di sanità cacciassero le lobby cielline, gli obiettori e i grandi privati, riducessero le attese per le visite mediche, i prezzi dei ticket, moltiplicassero consultori laici e presidi territoriali.

Se vogliono parlare di sicurezza, garantissero un reddito minimo universale e un reddito di autodeterminazione per tuttə.

Altrimenti sono chiacchiere. Le chiacchiere pericolose di una demagogia fascista che sfoga sui diritti le sue frustrazioni governative.

#Partigianə, organizziamo la Resistenza #M50:

Cattiva notizia, noi siamo furiosə, perchè non provare rabbia è un privilegio che nessuno si può più permettere e siamo moltə, saremo molti molti più di 50: 

il 18 Novembre, per il corteo studentesco del #NoMeloniDay a Milano

il 26 Novembre, nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne e di genere e al corteo nazionale di Roma contro ogni guerra ai corpi e ai territori organizzato da Non Una DI Meno

 – il 12 Dicembre a Milano, perchè chi non ha memoria non ha futuro!

E intanto nelle piazze a contro la Guerra, a fianco delle donne e del popolo iraniano che grida “Donna Vita Libertà”, nelle scuole, nei quartieri e in ogni spazio di mutualismo e Resistenza. 

articoli

Per un 25 Aprile di Liberazione: Resistenza, Diserzione, Decolonialità

Per un 25 Aprile di Liberazione, disertiamo la guerra. Siamo partigian3, dalla parte della resistenza palestinese! Palestina Libera

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

19A Global Strike di Fridays For Future

19 Aprile – 9:30 Largo Cairoli – Global Strike di Fridays For Future! – #FreePalestine – #ClimateJusticeNow – #BoycottGenocide – #BoycottFossilCapitalsim

8M #lungavitasms, difendiamo gli spazi transfemministi

  MUTUO SOCCORSO È SORELLANZA Lo Spazio di Mutuo Soccorso si prepara alla giornata del #LottoMarzo. Giovedì 7 marzo dalle 16:00 - Laboratorio scenografie: prepariamo insieme cartelli, striscioni, cori, panuelos per i cortei dello sciopero. - Vieni a conoscere i...

24 Febbraio Corteo Nazionale #FreePalestine

Sabato 24 Febbraio – Ore 14:30 – Piazzale Loreto
Corteo nazionale contro il genocidio del popolo Palestinese
Segui lo spezzone Decolonize!

Otto Marzo 2024 – Corteo Studentesco

Lotto Marzo! – Venerdì otto Marzo corteo studentesco e dello sciopero – ore 9:30 largo Cairoli – #NonUnaDiMeno #Student3Disobbedient3

Memori(a)E: sostantivo plurale, verbo attivo. 2024.

A cosa serve la memoria? La memoria, o meglio, le memorie degli orrori del passato devono servire a fermare immediatamente i genocidi del present

Iniziativa in Unimi per la laurea di Liliana Segre #GiornataDelleMemorie

Giornata della memoria - Iniziativa in Unimi "L'indifferenza è peggiore della violenza." -Liliana segre Queste le parole di Liliana Segre con cui abbiamo voluto accoglierla all'università statale di Milano, come studenti non indifferenti. Ricordare i genocidi della...

Incontro: memorie Antifasciste per un futuro di libertà

Domenica 28 Gennaio Memorie Antifasciste per un futuro di Libertà Incontro con Franco "Bifo" Berardi e Alessia Manera A seguire Polentata: cena per le spese legali del Cantiere! Il 27 gennaio venne istituita la Giornata della Memoria, per fare i conti su un passato...

Lunga Vita SMS: giornata resistente allo Spazio di Mutuo Soccorso

#LUNGAVITASMS Lo Spazio di Mutuo Soccorso è una casa per chi, tra le speculazioni milanesi e la svendita dell’edilizia pubblica, una casa non la può avere. Lo Spazio di Mutuo Soccorso è riqualificazione dal basso, auto recupero e trasformazione dello spazio urbano, su...

eventi

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità.

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità Giovedì 2 maggio, h.19, grande inaugurazione e vernissage della mostra immersiva e comunitaria! Lo Spazio di Mutuo Soccorso compie 11 anni.Per l'occasione, abbiamo deciso di narrarci, e trasformare il mondo attraverso la parola,...

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

20 Aprile, Serata Groove w/Paprika

20 Aprile 2024 – Serata solo Groove w/Paprika @Cantiere, Via Monterosa 84

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere.

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere! Domenica 14 aprile 2024 dalle 20:00

Sabato 13/4: Stay Punk Stay Antifa!

Stay Punk Stay Antifa!
sabato 13 aprile 24
Dirty Noise, Punk-o-Mat, Fondamenta Nuove
dalle 22 @Cantiere, via Monterosa 84

12 Aprile: Spettacolo “Una lepre con la faccia di Bambina”

H. 18:30 presentazione dello Strike del 19A con FridaysForFuture Milano;
H. 20:00 Cena veg;
H. 22:00 Spettacolo “Una Lepre con la faccia di Bambina

6/4 DecolonizeTheCity presenta: Krash!

Krash! Ballroom Party Sabato 6 Aprile.
Approda al Cantiere una serata dedicata alla Ballroom scene!
#DecolonizeTheCity

23/3 Vaeva, Youngover, Narratore Urbano Live @Cantiere

Ama la musica, odia il fascismo!
Sabato 23 Vaeva, Narratore Urbano e Youngover live @Cantiere

23F Preparazione Corteo e Proiezione “A World Not Ours”

h. 16 preparazione corteo
h. 20 cena sociale
h.21:30 proiezione di A World Not Ours

“Fare Comunità nei margini della città”: tour immersivo e cena sociale a SMS per il World Antropology Day!

"Fare Comunità nei margini della città" Tour Immersivo e cena sociale allo Spazio di Mutuo Soccorso in occasione del World Anthropology Day 2024. Giovedì 15 febbraio H.18.00 tour immersivo allo Spazio di Mutuo Soccorso H.20.00 cena sociale con piatti dal mondo...

approfondimenti

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...

In Cile il neoliberismo è in crisi

In Cile si sintetizza una combinazione esplosiva di un libero mercato senza anestesia e una democrazia completamente delegittimata, che conserva solo il suo nome. È degenerato in una plutocrazia che, fino a pochi giorni fa - ma non più - è stata misurata dalle...