CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

MEDITERRANEA FOR UKRAINE: #SAFEPASSAGE

Mediterranea Saving Humans si occupa dal 2018 di osservazione e monitoraggio, ricerca e soccorso a tutela dei diritti umani nel Mediterraneo Centrale. Il prossimo 21 marzo, con la nostra nave Mare Jonio, salperemo per la nostra undicesima Missione.

 

Nel frattempo, non possiamo restare indifferenti alla guerra in atto e ai suoi terrificanti effetti in Europa centrale.

 Stiamo organizzando un convoglio con pullman e furgoni attrezzati, con medici e mediatori culturali, che arrivi al confine polacco-ucraino, per consegnare aiuti umanitari e per riportare in Italia chi sta scappando dalla guerra.

 

Per saperne di più e contribuire alla nostra missione

Attivati, partecipa, organizza mobilit/azioni #StopTheWar!

A SMS Spazio di Mutuo Soccorso è attiva la raccolta solidale per supportare chi resiste e chi fugge dalla guerra

Quello che raccoglieremo lo porteremo al confine con la carovana di Mediterranea Saving Humans “Missione Safe Passage”

 

 

Raccolta solidale dello Spazio di Mutuo Soccorso per #SafePassage

Raccolta solidale per supportare chi resiste e fugge dalla guerra
Prendi parte, partecipa alla mobilitazione permanente e alla raccolta solidale.

Quello che raccoglieremo lo porteremo al confine con la carovana di Mediterranea Saving Humans “Missione SAFE PASSAGE Mediterranea for Ukraine.

Come posso partecipare?
Dona beni di prima necessità da portare alla popolazione Ucraina

Cosa serve?
Farmaci e dispositivi medico sanitari
Vestiti caldi e invernali per donne e bambini
Cibo a lunga conservazione
Prodotti per igiene e assorbenti

Dove portarlo?
@ SMS da Sabato 12 a Venerdì 18 Marzo
Sabato e domenica dalle 10 alle 13
dal Lunedi al Venerdi dalle 18 alle 21

Contro la guerra senza equidistanza

Noi non siamo equidistanti rispetto a questa guerra. Stiamo con la popolazione civile ucraina. Con i milioni di bambinə, donne e uomini inermi, che in questo momento sono sotto i bombardamenti di Putin.

La guerra contro i civili è la forma di tutte le guerre contemporanee. Alimentare in qualsiasi modo la sua prosecuzione, il suo divenire una strage senza fine, fino al rischio dell’olocausto nucleare, è una follia e una responsabilità che porteranno coloro che soffiano sul fuoco del riarmo, mentre il popolo ucraino è carne da macello.

Battersi per la pace. Resistere, disertare, disobbedire.

CONTINUA A LEGGERE IL TESTO!

Sulla resistenza agli aggressori

Vi è la resistenza ucraina, a cui va tutto il nostro rispetto. È la resistenza fatta in mille forme di un popolo che non cede di fronte all’aggressione ingiustificabile di un despota che con un esercito e armi devastanti, ha invaso la loro terra. Un autocrate che, però, l’Europa, la “culla della democrazia”, ha coccolato e arricchito fino ad ora, da vent’anni a questa parte.  In questa guerra non c’è, lo ribadiamo, nessuna equidistanza possibile per noi: chi aggredisce e invade con i carri armati e lancia missili e bombe a grappolo su città, case, università e ospedali, non può avere alcuna giustificazione. Non potrà mai averla.


Sui crimini contro l’umanità e sul diritto a difendersi

Nella sconcertante gara tra i criminali che minacciano questo pianeta, Putin è di sicuro ai primi posti. Ovviamente la lista dei mandanti e degli esecutori di crimini contro l’umanità è lunga e trasversale: da quelli che bombardano i bambini in Yemen con bombe fornite anche dal nostro Paese, a coloro che finanziano i lager libici, dove sono stuprate donne, torturati e uccisi esseri umani indifesi. Ma una vergogna non si cancella con altre vergogne.

Per noi le persone che in Ucraina e in ogni parte del mondo soffrono a causa di tutti questi criminali, tutti e tutte coloro che sono indifesi di fronte alla vergogna e alla sconfitta delle guerre, sono fratelli e sorelle. Quelli che provano a difendersi come possono, ad impedire che la logica della forza e della violenza abbia la meglio su ogni diritto umano, su ogni convivenza possibile, hanno diritto di farlo. Come hanno diritto di fuggire, di disertare, di mettersi in salvo e di mettere in salvo i loro figli, centinaia di migliaia di persone che in queste ore stanno tentando di non diventare bersaglio od ostaggi e di raggiungere i confini europei. Il legittimo diritto alla resistenza degli aggrediti non può diventare la scusa di governi europei, fino a ieri vigliacchi e silenti di fronte ai crimini di Putin, e impegnati a fare affari con i suoi oligarchi, per lavarsi la coscienza, rischiando di contribuire a un’ulteriore escalation della guerra.


Battersi per la pace. Resistere, disertare, disobbedire

Battersi per la pace, contro la guerra, non può voler dire inviare armi senza assumere coraggiose iniziative politiche e diplomatiche: i governi europei devono lavorare per un cessate il fuoco immediato, e costruire le condizioni per un negoziato ad alto livello, che coinvolga tutti gli attori in campo, offrendo loro garanzie per un nuovo assetto di possibile convivenza, nel reciproco rispetto, in una cornice di sicurezza che escluda il ricorso alla forza.  Resistere, disertare e disobbedire alla guerra e alle sue logiche è oggi la battaglia più difficile, ma anche l’unica che può rappresentare una speranza di futuro per le nostre democrazie imperfette, compresa quella ucraina. La nascita di una nuova Europa, di un nuovo mondo, non può basarsi sull’ennesimo bagno di sangue: quella è una strada già percorsa e quella strada ci ha condotti fino a qui, di nuovo sull’orlo di un baratro. I grandi produttori e venditori di armi, che stanno facendo affari enormi in questo momento mentre la gente muore, non devono avere il potere di decidere le politiche delle società contemporanee, come non devono averlo i detentori dei monopoli energetici, che per garantire il loro business non hanno nessuno scrupolo di fronte a nessuna dittatura e a nessun crimine in ogni parte del pianeta.

Resistere, disertare e disobbedire per noi significa sostenere ogni sforzo perché tacciano le armi subito: favorire negoziati e mediazioni, lottare perché i nostri governi siano impegnati a cercare una soluzione politica e geopolitica che adesso impedisca la carneficina annunciata. Su questa carneficina punta il “partito trasversale della guerra”, che come modello culturale insegue ancora la tragica illusione della deterrenza militare, come unico sistema di equilibrio e di coabitazione in Europa e in tutto il pianeta. Resistere, disertare e disobbedire significa per noi supportare le opposizioni e il dissenso alla guerra, che migliaia e migliaia di persone stanno attuando, con coraggio e affrontando paurose conseguenze, in Russia.

Resistere, disertare e disobbedire vuol dire mettere in atto azioni concrete alle quali stiamo lavorando, per favorire la fuga dalla guerra dei profughi – tutti i profughi senza vergognose distinzioni etniche o nazionali – che cercano di raggiungere i confini con la Polonia e la Romania. Il superamento dei famigerati Regolamenti di Dublino deve diventare prassi consolidata con cui l’Europa accolga tutte le persone che, alle sue frontiere, arrivano in fuga da discriminazioni e persecuzioni, disastri economici ed ambientali, violenze e guerre.

Resistere, disertare e disobbedire per noi vuol dire continuare e rilanciare la pratica del soccorso civile in mare nel Mediterraneo centrale, per aiutare le persone che tentano di fuggire dai lager libici e che, al pari di tutte le donne, uomini e bambini in fuga da discriminazioni e violenze, persecuzioni e guerra, rischiano di essere dimenticati nello scenario attuale.


Contro la “realpolitik” del disumano

Ci accusano di vivere in un mondo di sogni ed utopie, perché non assumiamo le posizioni degli Stati e dei quartier generali militari, perché non proponiamo soluzioni che seguano gli schemi della Realpolitik. Ma è proprio questo disumano, presunto “realismo politico”, ad averci portato fino a questo punto. Perciò rispondiamo che è meglio inseguire sogni e utopie, piuttosto che coltivare incubi e non saper ascoltare nessuna profezia. Ascoltiamo e siamo al fianco di Papa Francesco, nella pratica della resistenza, diserzione e disobbedienza alla guerra. Sogniamo un’Europa che si doti finalmente di una politica estera e di difesa comune, nel segno della costruzione di uno spazio non solo economico, ma anche sociale e politico transnazionale, proiettato verso la dimensione euro-asiatica ed euro-mediterranea, che sia capace di sviluppare politiche di pace e disarmo, a cominciare da quello nucleare, di solidarietà e cooperazione tra i popoli, nel segno del rispetto e dell’affermazione dei diritti fondamentali delle persone.

Lo dobbiamo ai nostri fratelli e sorelle che in questo momento stanno soffrendo in Ucraina.

Il Consiglio Direttivo di MEDITERRANEA Saving Humans  

articoli

15, 16 e 17 luglio SAN SIRO IN FESTA!

15.16.17 luglio 2022 SAN SIRO IN FESTA! CASA - DIRITTI - DIGNITA'  SOCIALITA’  – SPORT POPOLARE – GIOCHI PER BAMBINI –  LIBRERIA – MERCATINO DELLO SCAMBIO E MOLTO ALTROPROGRAMMA DELLA FESTAh 10:00 Vieni a montare insieme a noi la Festa h 16:30 Laboratori artistici per...

Decolonize the Pride: carro dell’orgoglio meticcio e queer al Pride Milano

Decolonize the Pride: carro dell'orgoglio meticcio e queer al Pride 2022IL NOSTRO PRIDE E’ METICCIO & QUEER Contro ogni guerra ai corpi e i territori  A 53 anni dai moti di Stonewall, abbiamo ancora bisogno di una scarpa col tacco da lanciare. Misoginia e...

SummeResistance: il caldo non ferma la lotta!

Per una città solidale e ribelle, contro sfratti, sgomberi e speculazioni, per riprenderci insieme i nostri diritti,  viviamoci i nostri spazi, costruiamo e attraversiamo le lotte di questa città. Un'estate di lotta, ma anche di attività, festa e incontri, un’ estate...

#DecolonizeTheCity, per un orgoglio meticcio e queer!

#DECOLONIZETHECITY, per un orgoglio meticcio e queer! Per tutti i nostri corpi dissidenti.   18 giugno ore 17.00 P.zza Duca d'Aosta  2 luglio #Decolonizethepride  3 luglio Disability Pride ASCOLTA L'INCONTRO CON  MIT, Movimento Identità Trans, CABIRIA/UNITA' DI...

Nessuna base per nessuna guerra: manifestazione nazionale a Coltano

2 GIUGNO MANIFESTAZIONE NAZIONALE A COLTANO - "NESSUNA BASE PER NESSUNA GUERRA" 190 milioni di soldi pubblici per una nuova base militare. 73 ettari di territorio, all’interno di un parco naturale, sottratti alla comunità. 440.000 metri cubi cementificati per...

Di perquisizioni e imbrattamento .. e la guerra?

DI PERQUISIZIONE E IMBRATTAMENTO ... E LA GUERRA? Comunicato sulle perquisizioni di questa mattina contro studentesse e student* del Coordinamento Dei Collettivi Studenteschi , del Cantiere Milano e del movimento milanese contro la Guerra al futuro. Ci sono 59 guerre...

Spazio di Mutuo Soccorso in Festa! 5-6-7-8 maggio

La festa continua! Vi aspettiamo a SMS per l'ultima giornata con le attività in programma.  Immagini della festa  5, 6, 7, 8 Maggio Mutuo Soccorso in festa Per festeggiare i 9 anni dello spazio di Mutuo Soccorso, di lotta per il diritto all’abitare, di pratiche...

25 Aprile 2022 – La resistenza è diserzione

"Disertori", "ribelli", "sabotatori", così venivano chiamatə le partigiane e i partigiani dalla propaganda fascista della RSI. La resistenza era formata da disertori e sbandati, non da un eserciti e militari. Resistere significava scappare, evitare la leva...

#SafePassage – E’ partita la seconda missione * PACE DISARMO FUTURO * #stopwar

La carovana #SafePassage di Mediteranea Saving Humans riparte per la seconda missione. A una settimana dal ritorno della prima missione i van sono di nuovo carichi per portare ulteriori aiuti umanitari nella città di Leopoli, sono pronti a riportare al sicuro le...

Milano in piazza ogni Sabato contro la guerra!

OGNI SABATO, H.15 @ LARGO CAIROLI: CORTEO CITTADINO "MILANO CONTRO LA GUERRA"  Tutti i sabati Milano in piazza contro la guerra!   Pace. Disarmo. Futuro. Ci siamo battuti in ogni occasione per la Pace, eppure i conflitti sono aumentati. Forse perché è stato perso...

eventi

Allenamento aperto di BOXE e KUNG FU a SMS

 VENERDI' 8 LUGLIO SPORT POPOLARE PER TUTT@!  Ad una settimana dal 15, 16, 17 luglio San Siro in Festa! con attività sportive per grandi e piccol*, la Palestra Popolare Hurricane apre i suoi cancelli nello Spazio di Mutuo Soccorso per delle lezioni aperte e...

15, 16 e 17 luglio SAN SIRO IN FESTA!

15.16.17 luglio 2022 SAN SIRO IN FESTA! CASA - DIRITTI - DIGNITA'  SOCIALITA’  – SPORT POPOLARE – GIOCHI PER BAMBINI –  LIBRERIA – MERCATINO DELLO SCAMBIO E MOLTO ALTROPROGRAMMA DELLA FESTAh 10:00 Vieni a montare insieme a noi la Festa h 16:30 Laboratori artistici per...

Flash Mob e assemblea Non Una di Meno

Non Una Di Meno Milano chiama ad un'azione collettiva prima dell'assemblea pubblica!!  Non possiamo stare in silenzio dopo le sconcertanti notizie che arrivano dagli Stati Uniti per questo ci ritroviamo per gridare tutta la nostra rabbia !! Questo mercoledì 29 giugno...

Sabato 25 Block Party in P.zzale Selinunte

Costruisci quartieri solidali e meticci insieme a noi! Domani pomeriggio #BlockParty dalle 17 in piazza Selinunte per un pomeriggio fatto di attività sociali e laboratori artistici per i più piccoli! Abitare un territorio è diritto ad una casa degna per tutti* ma è...

Decolonize the Pride: carro dell’orgoglio meticcio e queer al Pride Milano

Decolonize the Pride: carro dell'orgoglio meticcio e queer al Pride 2022IL NOSTRO PRIDE E’ METICCIO & QUEER Contro ogni guerra ai corpi e i territori  A 53 anni dai moti di Stonewall, abbiamo ancora bisogno di una scarpa col tacco da lanciare. Misoginia e...

Mercato contadino & aperitivo latino

Al giovedì l'appuntamento è uno solo: il Mercato nello Spazio! Questa giovedì 23 giugno mercato contadino e dalle 19 aperitivo latino! Il cortile dello Spazio di Mutuo Soccorso si riempie delle bancarelle dei produttori genuini e a KM0 che partecipano al Gruppo di...

#DecolonizeTheCity, per un orgoglio meticcio e queer!

#DECOLONIZETHECITY, per un orgoglio meticcio e queer! Per tutti i nostri corpi dissidenti.   18 giugno ore 17.00 P.zza Duca d'Aosta  2 luglio #Decolonizethepride  3 luglio Disability Pride ASCOLTA L'INCONTRO CON  MIT, Movimento Identità Trans, CABIRIA/UNITA' DI...

Sabato 11 giugno BLOCK PARTY in p.zzale Selinunte

Sabato 11 giugno BLOCK PARTY!  Dalle 17.00 in p.zzale Selinunte. Costruiamo quartieri vivibili! CASA.DIRITTI.DIGNITA' PER TUTT@Un pomeriggio nel centro del quartiere popolare di San Siro, un luogo abbandonato dalle istituzioni dove chi siede comodo in comune o in...

3.06.2022 – Sapore di Trash w/ Red Gipsy, ITB & Los Machetes

3.06.2022 - Sapore di Trash w/ Red Gipsy, ITB & Los Machetes👉🏽VEN 3👈🏽 ➖SAPORE DI TRASH➖ 🔺LOVE MUSIC HATE FASCISM🔻   Sul palco del Cantiere ritorna un po’ di sana trash per farci ballare indecorosə e divertitə.  Dai remix più pazzi alle canzoni che canteremo a...

Decolonize the City w/ Sayri

Decolonize the City w/ Sayri @Cantiere“Il perreo è come una tecnologia, un modo di vivere il nostro presente, la connessione del passato e del futuro attraverso il rituale” @idkebra Rivendichiamo la forza della distruzione di cui è costituita ogni nostra resistenza....

approfondimenti

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...

In Cile il neoliberismo è in crisi

In Cile si sintetizza una combinazione esplosiva di un libero mercato senza anestesia e una democrazia completamente delegittimata, che conserva solo il suo nome. È degenerato in una plutocrazia che, fino a pochi giorni fa - ma non più - è stata misurata dalle...