Lavori in corso: nascondere gli scempi in città per Expo 2015

A fine gennaio 2015 sono apparsi dei cartelli di divieto di sosta in piazza Stuparich per lavori non meglio precisati tra il 2 febbraio e il 7 marzo 2015, senza nessun’altro tipo di comunicazione agli abitanti del quartiere o informazione sulla natura dei lavori e sul futuro della piazza.

Questa mattina gli operai hanno iniziato i lavori.

Facciamo un passo indietro per ricordare l’evoluzione della faccenda.

Fino a dicembre 2011 piazza Stuparich aveva un parchetto pubblico che era un punto di riferimento del quartiere, niente di particolare, semplicemente uno spazio verde alberato in cui fare due passi, incontrare qualche vicino di casa, far correre il cane…

Il 23 dicembre 2011 (nota bene le date!!!) il parchetto è stato completamente recintato e sono apparsi sulla cancellata i disegni di una rotatoria enorme che sarebbe stata costruita al posto del parchetto.

Tra il 26 e il 28 dicembre 2011 il parchetto è stato completamente distrutto, gli alberi sono stati abbattuti e 1 metro di terra fertile per tutta la superficie della piazza è stato asportato.

Poi più niente per 3 anni.

Nell’estate 2014 alcuni abitanti del quartiere si sono mobilitati per risollevare le sorti della piazza, che per tutti questi anni è rimasta recintata e completamente vuota: un buco nel cuore del quartiere. Così, cercando l’alleanza dello Spazio di Mutuo Soccorso, i cittadini hanno iniziato ad organizzare assemblee ed eventi per riappropriarsi di questo spazio, illegittimamente sottrattogli.

Abbiamo raccolto interviste, disegnato la piazza dei nostri sogni, costruito iniziative per riqualificare e piantumare la piazza. Hanno promosso e partecipato a questi momenti studenti di architettura e design, movimenti come Genuino Clandestino per la sovranità alimentare, e ovviamente moltissimi abitanti del quartiere, persone di ogni età che finalmente potevano tornare ad usare la piazza.

Con le forze e l’attivazione dei cittadini abbiamo iniziato un processo di riqualificazione di questo spazio pubblico in modo collettivo e condiviso, puntando prima di tutto a vivere e far vivere la piazza, sistemando un pezzettino per volta.

Pochi giorni fa l’ultimo di questi eventi.

Da quello che abbiamo potuto capire si tratta di lavori di rifacimento dei marciapiedi e successivamente di risistemazione del verde della piazza: MA si tratta comunque di una “aggiustata” provvisoria in attesa della futura realizzazione della rotonda.

TRADUZIONE: più di 3 anni fa l’amministrazione ha distrutto un parchetto sottraendolo ai cittadini, regalando parecchi soldi di appalto ad una ditta sparita nel nulla dopo l’asportazione della terra fertile, e ora per non fare brutta figura con i visitatori di Expo2015 lo ricostruisce uguale (neanche tanto, poiché gli alberi abbattuti erano parecchio alti e stavano lì da tempo…), per poi successivamente pensare di ridistruggerlo e realizzare il progetto di rotonda. Una follia.

Evidentemente le iniziative degli abitanti in piazza Stuparich hanno smosso qualcuno a mascherare la vergogna di questo spazio pubblico lacerato e abbandonato. Noi continueremo a promuovere iniziative partecipate e di attraversamento collettivo di questo spazio urbano di cui continueremo ad occuparci.

Guarda le foto delle iniziative di riqualificazione dal basso:

[27 giugno 2014]

[11 luglio 2014]

[23 novembre 2014]

[24 gennaio 2015]

Author: Cantiere

Share This Post On

Trackbacks/Pingbacks

  1. Urban File Blog – Zona Lotto – Piazza Stuparich e la sua misteriosa agonia - […] ci ha ricordato Cantiere, a fine gennaio 2015, poche settimane fa in pratica, sono apparsi dei cartelli di divieto…
  2. Zona Lotto – Piazza Stuparich e la sua misteriosa agonia | Urban File - […] ci ha ricordato Cantiere, a fine gennaio 2015, poche settimane fa in pratica, sono apparsi dei cartelli di divieto…

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *