CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

Venerdì 18 febbraio Corteo Studentesco – CONTRO IL VOSTRO MODELLO DI SCUOLA, RIPRENDIAMOCI IL PRESENTE PER COSTRUIRE IL FUTURO!

La morte di Lorenzo Parelli durante il suo ultimo giorno di alternanza scuola-lavoro è stata la goccia che ha fatto traboccare un vaso stracolmo, quello della scuola, già sotto attacco da oltre vent’anni tra continui tagli, precarizzazione del personale docente e non, dequalificazione dei programmi e dell’offerta formativa, della alternanza scuola lavoro… dulcis in fundo, a fronte di due anni di emergenza pandemica, tra scuole chiuse e dad la nostra generazione è stata quella più colpita.

Siamo sces* in piazza, come moltissim* altr* student* in tutto il paese, esprimendo rabbia e voglia di cambiare le cose, perchè la morte di uno studente è inaccettabile, e continueremo a farlo, insieme, anche venerdi 18 febbraio.

🔸In tutte le cittá d’Italia studentesse e studenti si stanno mobilitando per una scuola radicalmente diversa, che ci insegni ad analizzare il mondo per poterlo cambiare totalmente.
Contro il modello dell’alternanza scuola-lavoro, contro il reinserimento della seconda prova scritta e per pretendere che tutti i soldi che ogni anno vengono spesi per la guerra e i combustibili fossili vengano invece spesi pert la scuola, per garantirci un presente e un futuro.

🔸Il PCTO è uno degli strumenti che il sistema usa per inserirci in un mondo che non ha futuro.
Vogliono inserirci in un mondo lavorativo fatto di precarietà e sfruttamento, dove se va bene, dopo anni di stage non retribuiti, avremo un contratto a tempo determinato e sottopagato o lavoreremo in nero, senza diritti e senza sicurezze.
Un mondo concretamente senza futuro, e non stiamo esagerando, perchè il pianeta sta bruciando e la scuola non affronta neanche lontanamente il tema della crisi ecologica, lasciando la materia a multinazionali che devastano ecosistemi in tutto il mondo.
E per farlo si beccano pure i soldi.
Allo stesso modo non ci insegnano educazione sessuale, normalizzando così il patriarcato e una realtà fatta di molestie e violenza psicologica e fisica.
🔸Venerdí 18 scenderemo in piazza per ribadire che vogliamo cambiare la scuola dalle fondamenta.
🔸CONTRO IL VOSTRO MODELLO DI SCUOLA, RIPRENDIAMOCI IL PRESENTE PER COSTRUIRE IL FUTURO!
Coordinamento dei Collettivi Studenteschi di Milano e Provincia

14 febbraio 2022:

UN ALTRO STUDENTE OGGI HA PERSO LA VITA DURANTE LO STAGE.

Giuseppe Lenoci aveva 16 anni e la sua morte, come quella di Lorenzo Parelli, è inaccettabile. 

LE MOBILITAZIONI NON SI FERMANO! 

È morto un altro studente. Aveva 16 anni. Era su un camion a lavorare per un’azienda termoidraulica. Doveva essere a scuola. Ancora una volta la scuola insegna normalizzare a lo sfruttamento e le morti sul lavoro. Abbiamo bisogno di una scuola diversa. Ora. Contro il vostro modello di scuola. Scendiamo in piazza per Lorenzo e per tutte le morti di lavoro.
Venerdì 9.30 Largo Cairoli. Stay tuned. Stay rebel

SCUOLE OCCUPATE

Vai all’articolo per restare aggiornato

DIFFONDI SAPERI! INFORMATI E CONDIVIDI GLI APPROFONDIMENTI

Vi proponiamo i primi due contributi che abbiamo prodotto, perchè pensiamo che per cambiare la scuola e il mondo dobbiamo ragionare insieme. Il primo materiale lo trovate sul nostro instagram e si tratta di : un podcast con alcune interviste raccolte tra gli studenti e le studentesse di varie scuole, per raccontare l’alternanzia scuola lavoro attraverso la nostra esperienza diretta e le nostre voci. Il secondo, un dibattito, con interventi di Alessandro Barbero, Franco Bifo Berardi, Raffaele Mantegazza,, Michele De Girolamo e gli studenti del SAC di Napoli. 

DALL’ASSEMBLEA NAZIONALE, APPELLO ALLA MOBILITAZIONE VENERDI 18 FEBBRAIO

CONTRO QUESTO MODELLO DI SCUOLA PER CONQUISTARE IL FUTURO!

Contro questo governo e questo modello di scuola le studentesse e gli studenti di tutta Italia accendono la miccia del conflitto!

Da anni come studenti e studentesse ci mobilitiamo contro un modello di scuola costruito a immagine e somiglianza di un modello basato sullo sfruttamento e sulla competizione. Abbiamo percorso tanta strada fino all’assemblea studentesca nazionale che si è svolta a Roma il 5 e 6 febbraio: una nuova generazione di attiviste e attivisti, di studentesse e di studenti, tornata finalmente protagonista nel paese, si è confrontata su pratiche di lotta e prospettive da raggiungere collettivamente.
Il governo attuale, così come quelli che si susseguono da decenni nel nostro paese, continua a disinteressarsi della nostra condizione come giovani studentesse e studenti, continua a reagire alle mobilitazioni studentesche prima con l’indifferenza e poi con la forza delle cariche e della repressione poliziesca.
E per questo abbiamo voluto due giorni per ragionare e trovare parole d’ordine comuni che sappiano parlare a tutte le studentesse e gli studenti che hanno animato le piazze per Lorenzo, contro l’alternanza scuola-lavoro e la nuova maturità, consapevoli di avere ancora miglia da percorrere.
La repressione delle istituzioni, dalle sanzioni nelle scuole fino alle vergognose cariche sulle manifestazioni studentesche sono i sintomi della totale distanza tra noi e chi decide sulla nostra sorte.
Rispediamo al mittente le parole della ministra dell’Interno Lamorgese che tenta di criminalizzare le lotte studentesche e di dividerci tra ‘buoni’ e ‘cattivi’, una tattica vecchia volta solo a proteggere le forze del (dis)ordine.

PARTECIPA ORGANIZZATI LOTTA:

DIFFONDI LA LOCANDINA

CONNETTIAMOCI!

Organizziamo insieme le prossime mobilitazioni! 

OGNI MERCOLEDI ALLE 15.30 IN CANTIERE 

ASSEMBLEA DEL COORDINAMENTO DEI COLLETTIVI STUDENTESCHI DI MILANO E PROVINCIA 

I NOSTRI SOCIAL

ABOLIZIONE PCTO, EX ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO.

Vogliamo i privati e lo sfruttamento delle aziende fuori dai nostri istituti. L’aziendalizzazione produce solo morti, disuguaglianze e precarietà.
La scuola deve essere luogo di formazione collettiva, non di educazione al precariato e a un non-futuro privo di prospettive.

RITIRO IMMEDIATO DELLA DIRETTIVA LAMORGESE
Vogliamo totale libertà di movimento e di manifestare il nostro dissenso. No ai taser e alle bodycam per la polizia, basta repressione e abusi nei confronti di chi lotta

SALUTE MENTALE, VALUTAZIONI E DIDATTICA
Il modello di scuola attuale costringe studenti e studentesse a subire valutazioni continue e competitività sfrenata, che complice la gestione pandemica e la DAD, distrugge la salute mentale dei giovani e aumenta a dismisura ansia, stress e disturbi psicologici.
Il disagio giovanile è una realtà tangibile e la difficoltà diffusa che proviamo nella nostra quotidianità scolastica è conseguenza delle imposizioni di una scuola punitiva e esclusiva.
Inoltre, il modello di didattica e insegnamento, nozionistico e frontale, non contribuisce alla nostra formazione e anzi è manifestazione di una scuola lontana dalle nostre esigenze.
Allo stesso modo il nuovo esame di maturità esprime l’indifferenza istituzionale verso la nostra condizione nelle scuole, non ammettendo le proprie responsabilità di una gestione pandemica vergognosa, che ha impattato violentemente sui corpi e sulle menti delle diverse soggettività giovanili.
Da prima della pandemia è diventata prassi quella di tenere nell’incertezza gli studenti e le studentesse sulle modalità dell’esame di stato. Ripudiamo un esame che categorizza e condiziona ogni studente e studentessa ad un singolo voto numerico.

EDILIZIA SPAZI E SOCIALITÀ
Siamo costretti a studiare in delle scuole con delle strutture fatiscenti, in delle scuole che cadono a pezzi, in degli edifici non adatti all’ambiente scolastico. 
durante la prima fase pandemica questa mancanza strutturale di spazi e il conseguente sovraffollamento delle scuole è stata uno dei fattori che ha portato al ricorso della didattica a distanza, e che ancora adesso impedisce il distanziamento nelle aule, rendendole un luogo di contagio.
La pandemia lo ha evidenziato in modo molto chiaro: c’è necessità di più spazi per gli studenti e studentesse, spazi che siano luogo di confronto, spazi autogestiti dagli studenti stessi. Occupando le nostre scuole ci siamo ripresi i nostri spazi e abbiamo messo in pratica un’alternativa alla scuola che conosciamo e viviamo ogni giorno riprendendoci i momenti di socialità, confronto e aggregazione che erano venuti completamente a mancare durante la pandemia. 

Dobbiamo ripensare la scuola non solo come luogo dove vengono impartiti saperi tradizionali in modo frontale e nozionistico ma come luogo di cura, relazione e socialità. Luogo dove prenderci cura degli altri e delle altre e confrontarci.

I soldi del Pnrr devono essere spesi in questa direzione: pretendiamo più spazi, più spazi per la socialità e degli investimenti seri e strutturali dopo decine di anni di tagli alla scuola pubblica. Vogliamo controllare dal basso tramite commissioni studentesche permanenti come questi soldi verranno distribuiti.

PROTAGONISMO STUDENTESCO
Le occupazioni di questi mesi sono state una lotta al silenzio istituzionale sulla scuola e sul mondo della formazione e hanno espresso non solo un ribaltamento del sistema scolastico, ma anche l’applicazione concreta di un modello alternativo basato sulle nostre esigente e desideri.

La nostra scuola è quella delle scuole occupate, una scuola transfemminista, una scuola inclusiva, una scuola che parli di ambiente, sessualità, affettività, cura, politica e attualità.
Non vogliamo la scuola come servizio cristallizzato nel tempo e nello spazio, a cui generazioni di studenti e studentesse sono costretti ad adattarsi, pretendiamo che sia il modello scolastico a doversi adattarsi alle nostre necessità. Vogliamo essere parte attiva della comunità scolastica e prendere parte alle decisioni sulla nostra scuola e quindi sulla nostra vita. Vogliamo che la nostra voce e il nostro grido come generazione venga ascoltato e vengano date delle risposte concrete alle problematiche che evidenziamo.

Si parla sempre di giovani ora siamo noi a voler parlare.

CONTRO IL VOSTRO MODELLO DI SCUOLA:
È TEMPO DI RISCATTO

articoli

Per un 25 Aprile di Liberazione: Resistenza, Diserzione, Decolonialità

Per un 25 Aprile di Liberazione, disertiamo la guerra. Siamo partigian3, dalla parte della resistenza palestinese! Palestina Libera

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

19A Global Strike di Fridays For Future

19 Aprile – 9:30 Largo Cairoli – Global Strike di Fridays For Future! – #FreePalestine – #ClimateJusticeNow – #BoycottGenocide – #BoycottFossilCapitalsim

8M #lungavitasms, difendiamo gli spazi transfemministi

  MUTUO SOCCORSO È SORELLANZA Lo Spazio di Mutuo Soccorso si prepara alla giornata del #LottoMarzo. Giovedì 7 marzo dalle 16:00 - Laboratorio scenografie: prepariamo insieme cartelli, striscioni, cori, panuelos per i cortei dello sciopero. - Vieni a conoscere i...

24 Febbraio Corteo Nazionale #FreePalestine

Sabato 24 Febbraio – Ore 14:30 – Piazzale Loreto
Corteo nazionale contro il genocidio del popolo Palestinese
Segui lo spezzone Decolonize!

Otto Marzo 2024 – Corteo Studentesco

Lotto Marzo! – Venerdì otto Marzo corteo studentesco e dello sciopero – ore 9:30 largo Cairoli – #NonUnaDiMeno #Student3Disobbedient3

Memori(a)E: sostantivo plurale, verbo attivo. 2024.

A cosa serve la memoria? La memoria, o meglio, le memorie degli orrori del passato devono servire a fermare immediatamente i genocidi del present

Iniziativa in Unimi per la laurea di Liliana Segre #GiornataDelleMemorie

Giornata della memoria - Iniziativa in Unimi "L'indifferenza è peggiore della violenza." -Liliana segre Queste le parole di Liliana Segre con cui abbiamo voluto accoglierla all'università statale di Milano, come studenti non indifferenti. Ricordare i genocidi della...

Incontro: memorie Antifasciste per un futuro di libertà

Domenica 28 Gennaio Memorie Antifasciste per un futuro di Libertà Incontro con Franco "Bifo" Berardi e Alessia Manera A seguire Polentata: cena per le spese legali del Cantiere! Il 27 gennaio venne istituita la Giornata della Memoria, per fare i conti su un passato...

Lunga Vita SMS: giornata resistente allo Spazio di Mutuo Soccorso

#LUNGAVITASMS Lo Spazio di Mutuo Soccorso è una casa per chi, tra le speculazioni milanesi e la svendita dell’edilizia pubblica, una casa non la può avere. Lo Spazio di Mutuo Soccorso è riqualificazione dal basso, auto recupero e trasformazione dello spazio urbano, su...

eventi

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità.

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità Giovedì 2 maggio, h.19, grande inaugurazione e vernissage della mostra immersiva e comunitaria! Lo Spazio di Mutuo Soccorso compie 11 anni.Per l'occasione, abbiamo deciso di narrarci, e trasformare il mondo attraverso la parola,...

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

20 Aprile, Serata Groove w/Paprika

20 Aprile 2024 – Serata solo Groove w/Paprika @Cantiere, Via Monterosa 84

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere.

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere! Domenica 14 aprile 2024 dalle 20:00

Sabato 13/4: Stay Punk Stay Antifa!

Stay Punk Stay Antifa!
sabato 13 aprile 24
Dirty Noise, Punk-o-Mat, Fondamenta Nuove
dalle 22 @Cantiere, via Monterosa 84

12 Aprile: Spettacolo “Una lepre con la faccia di Bambina”

H. 18:30 presentazione dello Strike del 19A con FridaysForFuture Milano;
H. 20:00 Cena veg;
H. 22:00 Spettacolo “Una Lepre con la faccia di Bambina

6/4 DecolonizeTheCity presenta: Krash!

Krash! Ballroom Party Sabato 6 Aprile.
Approda al Cantiere una serata dedicata alla Ballroom scene!
#DecolonizeTheCity

23/3 Vaeva, Youngover, Narratore Urbano Live @Cantiere

Ama la musica, odia il fascismo!
Sabato 23 Vaeva, Narratore Urbano e Youngover live @Cantiere

23F Preparazione Corteo e Proiezione “A World Not Ours”

h. 16 preparazione corteo
h. 20 cena sociale
h.21:30 proiezione di A World Not Ours

“Fare Comunità nei margini della città”: tour immersivo e cena sociale a SMS per il World Antropology Day!

"Fare Comunità nei margini della città" Tour Immersivo e cena sociale allo Spazio di Mutuo Soccorso in occasione del World Anthropology Day 2024. Giovedì 15 febbraio H.18.00 tour immersivo allo Spazio di Mutuo Soccorso H.20.00 cena sociale con piatti dal mondo...

approfondimenti

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...