Afghanistan la guerra è il terrore.

L’ultima (in ordine cronologico e soltanto per ora) guerra in Afghanistan è iniziata con un imbroglio linguistico. Si è chiamata “guerra al terrore”. Eppure la guerra è il terrore.

Lo è perché viene fatta nel nome degli interessi del complesso industriale-militare oppure per il controllo delle risorse naturali e delle posizioni geopolitiche, ma genera morte, distruzione e paura che vengono scaricate su una popolazione nella grande maggioranza poverissima.

Lo è perché si auto-genera continuamente. Il fondamentalismo islamico afghano è stato supportato per decenni dagli Stati Uniti in funzione antisovietica. Prima di difendere i diritti delle donne e di tutte le persone che non possono convivere con la Sharia, il governo americano ha sostenuto e indotto il processo che ha portato Mujaheddin e Taliban al controllo del paese.

Adesso è il momento di denunciare gli interessi, il cinismo, le responsabilità degli eserciti Occidentali in ciò che sta accadendo. Ma è anche il momento di porsi il problema delle pratiche. 
Aiutiamo chi scappa, ma anche chi resta.
Servono subito i corridoi umanitari e una società pronta ad accogliere, respingendo le retoriche razziste. Ma bisogna anche trovare il modo di collegarsi e supportare la resistenza. Non i Mujaheddin e i signori della guerra che occasionalmente possono essere ostili ai talebani alla ricerca di soldi occidentali, ma le donne e gli uomini che da decenni, sotto i talebani e sotto la Nato, spesso restando in clandestinità, hanno costruito esperienze di emancipazione e ribellione, contro la guerra e contro il patriarcato.

Per questo abbiamo organizzato un incontro pubblico Domenica 5 Settembre con Laura Quagliolo di Cisda, Leilah Belmoh, Alberto negri (giornalista), Martina Miccichè di Alwaysithaka 

Per questo parteciperemo alla mobilitazione dell’11 Settembre

Ciao Gino!

Proprio in questi giorni è morto Gino Strada. L’Adganistan è stato un luogo importante per la storia di Emergency ed è un paese che lui conosceva molto bene.
Proponiamo alcuni estratti delle sue interviste di questi anni.
A Presa Diretta, 21 Maggio 2021
A Propaganda Live, 13 Gennaio 2020
A Propaganda Live, 21 Dicembre 2017
Ad Anno Zero, 27 Marzo 2014

Leggi l’ultimo articolo pubblicato da Gino Strada, una intervista alla Stampa sull’Afghanistan

SEGUI CISDA – RAWA e EMERGENCY

Mobilitazioni

Milano in piazza: aprite le porte di Imrali!

Milano in piazza: aprite le porte di Imrali!

Aprite le porte di Imrali, adesso! Come in tutta Europa, anche Milano è in piazza sotto al consolato Turco per chiedere immediate notizie e libertà per Öcalan. Le voci sulla sua presunta morte non...

Bike For Future – 19 Marzo

Bike For Future – 19 Marzo

Il 19 Marzo 2021 è di nuovo Global Day of Action e Fridays for Future torna per le strade di Milano e di tutta Italia con #BikeForFuture

Strike fast chain.

Strike fast chain.

We are warehouse workers, climate activists, and citizens around the world, taking on the world's richest man and the multinational corporation behind him. During the Covid-19 pandemic, Amazon...

Priorità alla scuola

Priorità alla scuola

È di nuovo primavera, di nuovo le scuole sono chiuse e di nuovo studenti e studentesse di ogni età sono chiusi e chiuse in casa davanti a uno schermo, ma la Dad non è scuola!Dopo una campagna...

Eventi

Cena Habesha, per le spese legali del Cantiere.

Cena Habesha, per le spese legali del Cantiere.

Tornano le cene della domenica per goderci una serata in compagnia di tutta la comunità ribelle dei collettivi studenteschi, degli abitanti di San Siro, dello Spazio di Mutuo Soccorso e di tutt* le...

Aiutare chi parte e chi resta!

Aiutare chi parte e chi resta!

Domenica 5 Settembre dalle ore 18:30 nell'ampio cortile dello Spazio di Mutuo Soccorso approfondiremo la storia recente dell'Afghanistan e ciò che è avvenuto, prima e dopo il 15 Agosto 2021, con la...