CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

Lettera alla Rai

Oggetto: #cambieRAI
Carissima RAI – Radiotelevisione italiana S.p.A.
Siamo cittadinə di questo Paese, siamo contribuenti di un servizio pubblico sempre meno rappresentativo e rispettoso della società plurale di cui siamo parte.
Ti scriviamo per ricordare a te e ai tuoi dirigenti che ogni giorno scegliete chi essere davanti a milioni di persone con il vostro palinsesto e a noi, pare, abbiate dimenticato quale grande responsabilità comporti.

Sei pubblica. In qualità di società che gestisce il servizio pubblico radiotelevisivo in esclusiva, dovresti rappresentare un’istituzione in grado di fare informazione, promuovere cultura e spettacolo in modo plurale ed inclusivo, poiché sei sostenuta dal canone che tuttə paghiamo.
Sei informazione e educazione. Milioni di persone, attraverso i tuoi canali, traggono la propria conoscenza del mondo che, spesso, rappresenti con stereotipi e luoghi comuni, senza restituire la complessità della società contemporanea.
Sei intrattenimento e cultura. Hai il potere di entrare nelle case di milioni di persone che vogliono divertirsi ed è inaccettabile che questo venga fatto veicolando messaggi razzisti e violenti.
L’informazione che produci non racconta di noi, della società in cui viviamo e di cui siamo parte. Al contrario, proponi troppo spesso modelli razzisti, sessisti, etnocentrici, cattocentrici ed eteronormati, costruendo un grottesco e fittizio palcoscenico della realtà, come nel caso
di trasmissioni quali “Tale e Quale Show”.
Quando acconsenti con leggerezza, e strumentalizzi pretestuosamente l’abitudine di presentatori e concorrenti di dipingersi la faccia di nero per imitare alcuni personaggi non bianchi (“blackface”), umili e offendi migliaia di persone che ti guardano e per cui la pelle
nera non è intrattenimento, né avanspettacolo, né celebrazione, né solidarietà, ma parte
integrante della vita di tutti i giorni.
Se non obietti quando un ospite utilizza il termine ne*ro/ne*ra per associarlo ad uno standard di bruttezza, come nel più recente caso di Valeria Fabrizi, o quando lo stesso termine viene usato per sminuire chi non è bianco, insulti pubblicamente parte della popolazione che vive nel tuo stesso Paese, normalizzando epiteti razzisti e messaggi violenti. Parole che pesano come macigni e che affondano le proprie radici in una storia
coloniale ed eurocentrica negata e non sufficientemente approfondita.
Questi non sono “scivoloni”, né tantomeno casi isolati: sono esempi di come il razzismo sistemico venga costantemente alimentato in Italia. Siamo ancora costrettə ad assistere a episodi di razzismo tanto gravi quanto le reazioni che suscitano: ilarità, indifferenza, dissimulazione, o negazione. Nel 2021 e’ intollerabile promuovere questo tipo di informazione e intrattenimento, sapendo che migliaia di persone possono interiorizzare e
replicare i tuoi messaggi.
Cara RAI, ci rivolgiamo proprio a te, in modo che queste riflessioni arrivino ai numerosi soggetti che devono agire un deciso e necessario cambiamento nelle forme e nei contenuti del palinsesto, senza espedienti facili, avendo il coraggio di prendere una posizione chiara, a
cui seguano scelte concrete. Chiedere scusa non basta più.

Cara RAI, sei dotata di un codice etico che afferma, testualmente, di voler garantire:
“Un elevato livello qualitativo della programmazione informativa caratterizzata da una visione europea e internazionale, dal pluralismo, dalla completezza, dall’imparzialità, dall’obiettività, dal rispetto della dignità umana, dalla deontologia professionale, dalla garanzia del contraddittorio adeguato, effettivo e leale al fine di garantire l’informazione, l’apprendimento e lo sviluppo del senso critico, civile ed etico della collettività nazionale(…)”.
Con i tuoi contenuti infrangi costantemente questo codice e offendi una moltitudine di utenti, contribuenti, ma, in primo luogo, persone.
Questo appello non è rivolto solo a te, ma a tutti i media italiani, non solo mainstream, ai vari gruppi editoriali e rispettivi dirigenti. Normalizzare un linguaggio razzista, ridurre le persone non bianche in oggetti di scherno, mere statistiche o quote di cui fare mostra all’occorrenza, significa perpetuare forme di violenza. E’ ora di aprire un confronto franco con la società reale. Non vogliamo essere vittime silenziose ne’ silenziate, strumentalizzate o sbandierate come trofeo di una fantomatica “inclusività”.
Vogliamo essere parte di una narrazione e di un linguaggio in cui rifletterci davvero, e a cui poter contribuire con le competenze che evidentemente mancano. Siamo a disposizione per iniziare a ragionarne insieme.

#cambieRAI, il nostro è un augurio, con la consapevolezza di essere il futuro.

BlackLivesMatter Bergamo
BlackLivesMatter Roma
BlackCoffee_pdc
Cambio Passo Aps_Onlus
Cantiere Milano
Collettivo Ujamaa – Torino
D.E.I. Futuro Antirazzista
Italiani Senza Cittadinanza
Kube Community
Love My Way, Firenze
No justie No Peace Italy
QuestaèRoma

articoli

Per un 25 Aprile di Liberazione: Resistenza, Diserzione, Decolonialità

Per un 25 Aprile di Liberazione, disertiamo la guerra. Siamo partigian3, dalla parte della resistenza palestinese! Palestina Libera

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

19A Global Strike di Fridays For Future

19 Aprile – 9:30 Largo Cairoli – Global Strike di Fridays For Future! – #FreePalestine – #ClimateJusticeNow – #BoycottGenocide – #BoycottFossilCapitalsim

8M #lungavitasms, difendiamo gli spazi transfemministi

  MUTUO SOCCORSO È SORELLANZA Lo Spazio di Mutuo Soccorso si prepara alla giornata del #LottoMarzo. Giovedì 7 marzo dalle 16:00 - Laboratorio scenografie: prepariamo insieme cartelli, striscioni, cori, panuelos per i cortei dello sciopero. - Vieni a conoscere i...

24 Febbraio Corteo Nazionale #FreePalestine

Sabato 24 Febbraio – Ore 14:30 – Piazzale Loreto
Corteo nazionale contro il genocidio del popolo Palestinese
Segui lo spezzone Decolonize!

Otto Marzo 2024 – Corteo Studentesco

Lotto Marzo! – Venerdì otto Marzo corteo studentesco e dello sciopero – ore 9:30 largo Cairoli – #NonUnaDiMeno #Student3Disobbedient3

Memori(a)E: sostantivo plurale, verbo attivo. 2024.

A cosa serve la memoria? La memoria, o meglio, le memorie degli orrori del passato devono servire a fermare immediatamente i genocidi del present

Iniziativa in Unimi per la laurea di Liliana Segre #GiornataDelleMemorie

Giornata della memoria - Iniziativa in Unimi "L'indifferenza è peggiore della violenza." -Liliana segre Queste le parole di Liliana Segre con cui abbiamo voluto accoglierla all'università statale di Milano, come studenti non indifferenti. Ricordare i genocidi della...

Incontro: memorie Antifasciste per un futuro di libertà

Domenica 28 Gennaio Memorie Antifasciste per un futuro di Libertà Incontro con Franco "Bifo" Berardi e Alessia Manera A seguire Polentata: cena per le spese legali del Cantiere! Il 27 gennaio venne istituita la Giornata della Memoria, per fare i conti su un passato...

Lunga Vita SMS: giornata resistente allo Spazio di Mutuo Soccorso

#LUNGAVITASMS Lo Spazio di Mutuo Soccorso è una casa per chi, tra le speculazioni milanesi e la svendita dell’edilizia pubblica, una casa non la può avere. Lo Spazio di Mutuo Soccorso è riqualificazione dal basso, auto recupero e trasformazione dello spazio urbano, su...

eventi

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

20 Aprile, Serata Groove w/Paprika

20 Aprile 2024 – Serata solo Groove w/Paprika @Cantiere, Via Monterosa 84

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere.

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere! Domenica 14 aprile 2024 dalle 20:00

Sabato 13/4: Stay Punk Stay Antifa!

Stay Punk Stay Antifa!
sabato 13 aprile 24
Dirty Noise, Punk-o-Mat, Fondamenta Nuove
dalle 22 @Cantiere, via Monterosa 84

12 Aprile: Spettacolo “Una lepre con la faccia di Bambina”

H. 18:30 presentazione dello Strike del 19A con FridaysForFuture Milano;
H. 20:00 Cena veg;
H. 22:00 Spettacolo “Una Lepre con la faccia di Bambina

6/4 DecolonizeTheCity presenta: Krash!

Krash! Ballroom Party Sabato 6 Aprile.
Approda al Cantiere una serata dedicata alla Ballroom scene!
#DecolonizeTheCity

23/3 Vaeva, Youngover, Narratore Urbano Live @Cantiere

Ama la musica, odia il fascismo!
Sabato 23 Vaeva, Narratore Urbano e Youngover live @Cantiere

23F Preparazione Corteo e Proiezione “A World Not Ours”

h. 16 preparazione corteo
h. 20 cena sociale
h.21:30 proiezione di A World Not Ours

“Fare Comunità nei margini della città”: tour immersivo e cena sociale a SMS per il World Antropology Day!

"Fare Comunità nei margini della città" Tour Immersivo e cena sociale allo Spazio di Mutuo Soccorso in occasione del World Anthropology Day 2024. Giovedì 15 febbraio H.18.00 tour immersivo allo Spazio di Mutuo Soccorso H.20.00 cena sociale con piatti dal mondo...

Decolonize The City: passeggiata decoloniale a San Siro

Decolonize the city: trekking urbano tra le storie che hanno fatto la Storia della resistenza al colonialismo. Partenza ore 11:30 M5 San Siro Stadio Vi invitiamo a unirvi a una passeggia per attraversare insieme quelle strade di San Siro che portano nomi di città...

approfondimenti

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...