CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

“Non si può tornare in presenza, non c’è spazio.” Questa è la frase che noi studenti e studentesse continuiamo a sentire ripetuta dalle istituzioni, dai dirigenti scolastici fino al ministero. Ma la verità è un’altra, gli spazi ci sono; Milano é piena di spazio. Edifici vuoti, pubblici e privati. Palazzinari speculano e fanno affari sullo sfitto e la rendita immobiliare, ma per la scuola non c’è mai posto, tempo e soldi.

Oggi, sabato 30 Gennaio, dopo un’assemblea studentesca al parco Ravizza, abbiamo segnalato uno spazio sfitto che è simbolo perfetto dell’ipocrisia che è endemica delle istituzioni che dovrebbero garantirci la nostra istruzione.

Via Ripamonti 42, ex sede del provveditorato all’istruzione. Questo stabile di circa 9000 metri quadrati che è stato valutato per 15 milioni di euro giace in stato di abbandono da più di dieci anni, ed è di proprietà del ministero dell’istruzione, che fatica a trovare spazio e soldi per le scuole che sono sovraffollate e cadono a pezzi ma lascia cadere in stato di abbandono la sua sede, che un tempo era un punto di riferimento per studenti e studentesse di tutta la Lombardia.

Dare spazio alla scuola

Decenni di tagli hanno portato la scuola al collasso come abbiamo visto, uno dei problemi principali lo si ha rispetto all’edilizia e agli spazi scolastici, oltre alla mancanza di organico nelle scuole.
Ciò ha portato al problema che tutti conosciamo della classi pollaio e del sovraffollamento degli istituti, cosa non più attuabile con l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo.
La necessità di distanziamento obbliga le scuole dividere le classi a causa della mancanza degli spazi.
L’edilizia scolastica è un punto fermo nelle rivendicazioni che portiamo in piazza da molto prima della pandemia perché sicurezza a scuola non si limita solo ai tamponi e ai dispositivi di protezione, ma significa anche non aver paura che i soffitti ci cadano in testa.
A Milano ci sono migliaia di spazi sfitti e inutilizzati su cui pochi palazzinari e costruttori guadagnano miliardi dalla rendita immobiliare.
Pretendiamo che queste migliaia di palazzi sfitti vengano requisiti per ospitare gli studenti. Solo questo spazio di 9000 metri quadri potrebbe ospitare più di 1500 studenti, ma ce ne sono molti altri.
Negli scorsi mesi li abbiamo segnalati: tra questi ci sono tantissime aree verdi ad esempio piazza d’armi, 9 ex caserme ristrutturate (tra cui l’ex caserma Montello, 100000 metri quadrati), numerosissime banche abbandonate come piazzale Accursio da più di 60000 metri quadrati.
Le soluzioni ci sono, manca la volontà politica di volerle attuare, perché come sappiamo da mesi a questa parte si preferisce riaprire ciò che fa profitto non pensando e mettendo all’ultimo posto la nostra formazione

Rientro in sicurezza

Dall’inizio della pandemia, l’istruzione è stata abbandonata a se stessa. Le uniche alternative che le istituzioni ci hanno dato sono la didattica a distanza, un sistema fallimentare che non può essere più accettato dopo quasi un anno dall’inizio della pandemia, oppure un rientro improvvisato e non sicuro, andare a scuola alla sprovvista per richiudere dopo poche settimane. Crediamo che ci sia una terza opzione, un rientro in presenza ed in sicurezza, come abbiamo dimostrato nelle ultime settimana occupandoci delle nostre scuole, ma a delle condizioni una naturale conseguenza di investimenti strutturali, economici e politici a favore dell’istruzione pubblica.
Chiediamo che vengano immediatamente potenziati i mezzi di trasporto, aumentando le corse di autobus, metropolitana e treni anche nell’area extraurbana, e che vengano garantiti a studenti e studentesse abbonamenti gratuiti a servizi di bike sharing, per permettere a tutte e tutti di raggiungere in sicurezza la scuola.
Chiediamo che venga ripristinata e potenziata la medicina scolastica, fornendo a studenti e studentesse dispositivi di protezione personale, reintroducendo i presidi sanitari all’interno delle scuole, con la presenza di personale medico o infermieristico, effettuando tamponi periodici a tutti gli studenti per favorire il tracciamento all’interno delle classi e dando priorità ai docenti nel piano vaccinale.

Critica alla didattica

Nell’ultimo anno, la didattica a distanza ha messo in luce ed inasprito tutti i problemi endemici alla didattica della scuola pubblica italiana. Il metodo di insegnamento frontale e nozionistico non è adeguato a prepararci al nostro futuro e non stimola la nostra crescita personale. Le continue valutazioni vuote ci portano ad abbandonare il piacere dello studio e della conoscenza in favore di una memorizzazione fine a se stessa. Questo ci porta a non essere ascoltati o capiti, ma considerati solo come automi o numeri che non rispecchiano la nostra individualità. Noi studenti pretendiamo e dobbiamo pretendere una scuola che ci prepari realmente alla vita, con nuovi programmi pensati per gli studenti d’oggi, non del 1945. Vogliamo una scuola che promuova una cultura contraria alla violenza ambientale, razzista e sessista che è ancora troppo diffusa nella nostra società. Vogliamo una scuola che non insegni peniseri ma ci insegni a pensare.

Più fondi alla scuola

Siamo stanchi di non essere considerati perché non impegnati nel voto politico, abbiamo il diritto di essere posti sullo stesso piano delle attività economiche e di avere la stessa priorità nelle riaperture. Dovremmo piuttosto essere considerati per ultimi quando si tratta di chiusure, non viceversa.
C’è bisogno che ci siano investimenti strutturali definitivi in termine di percentuale del PIL investito per scuola e ricerca, così da raggiungere la media europea del 5% e scalare l’ultimo posto in Europa per abbandonò e dispersione scolasticascolastica che occupiamo.

articoli

Per un 25 Aprile di Liberazione: Resistenza, Diserzione, Decolonialità

Per un 25 Aprile di Liberazione, disertiamo la guerra. Siamo partigian3, dalla parte della resistenza palestinese! Palestina Libera

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

19A Global Strike di Fridays For Future

19 Aprile – 9:30 Largo Cairoli – Global Strike di Fridays For Future! – #FreePalestine – #ClimateJusticeNow – #BoycottGenocide – #BoycottFossilCapitalsim

8M #lungavitasms, difendiamo gli spazi transfemministi

  MUTUO SOCCORSO È SORELLANZA Lo Spazio di Mutuo Soccorso si prepara alla giornata del #LottoMarzo. Giovedì 7 marzo dalle 16:00 - Laboratorio scenografie: prepariamo insieme cartelli, striscioni, cori, panuelos per i cortei dello sciopero. - Vieni a conoscere i...

24 Febbraio Corteo Nazionale #FreePalestine

Sabato 24 Febbraio – Ore 14:30 – Piazzale Loreto
Corteo nazionale contro il genocidio del popolo Palestinese
Segui lo spezzone Decolonize!

Otto Marzo 2024 – Corteo Studentesco

Lotto Marzo! – Venerdì otto Marzo corteo studentesco e dello sciopero – ore 9:30 largo Cairoli – #NonUnaDiMeno #Student3Disobbedient3

Memori(a)E: sostantivo plurale, verbo attivo. 2024.

A cosa serve la memoria? La memoria, o meglio, le memorie degli orrori del passato devono servire a fermare immediatamente i genocidi del present

Iniziativa in Unimi per la laurea di Liliana Segre #GiornataDelleMemorie

Giornata della memoria - Iniziativa in Unimi "L'indifferenza è peggiore della violenza." -Liliana segre Queste le parole di Liliana Segre con cui abbiamo voluto accoglierla all'università statale di Milano, come studenti non indifferenti. Ricordare i genocidi della...

Incontro: memorie Antifasciste per un futuro di libertà

Domenica 28 Gennaio Memorie Antifasciste per un futuro di Libertà Incontro con Franco "Bifo" Berardi e Alessia Manera A seguire Polentata: cena per le spese legali del Cantiere! Il 27 gennaio venne istituita la Giornata della Memoria, per fare i conti su un passato...

Lunga Vita SMS: giornata resistente allo Spazio di Mutuo Soccorso

#LUNGAVITASMS Lo Spazio di Mutuo Soccorso è una casa per chi, tra le speculazioni milanesi e la svendita dell’edilizia pubblica, una casa non la può avere. Lo Spazio di Mutuo Soccorso è riqualificazione dal basso, auto recupero e trasformazione dello spazio urbano, su...

eventi

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità.

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità Giovedì 2 maggio, h.19, grande inaugurazione e vernissage della mostra immersiva e comunitaria! Lo Spazio di Mutuo Soccorso compie 11 anni.Per l'occasione, abbiamo deciso di narrarci, e trasformare il mondo attraverso la parola,...

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

20 Aprile, Serata Groove w/Paprika

20 Aprile 2024 – Serata solo Groove w/Paprika @Cantiere, Via Monterosa 84

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere.

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere! Domenica 14 aprile 2024 dalle 20:00

Sabato 13/4: Stay Punk Stay Antifa!

Stay Punk Stay Antifa!
sabato 13 aprile 24
Dirty Noise, Punk-o-Mat, Fondamenta Nuove
dalle 22 @Cantiere, via Monterosa 84

12 Aprile: Spettacolo “Una lepre con la faccia di Bambina”

H. 18:30 presentazione dello Strike del 19A con FridaysForFuture Milano;
H. 20:00 Cena veg;
H. 22:00 Spettacolo “Una Lepre con la faccia di Bambina

6/4 DecolonizeTheCity presenta: Krash!

Krash! Ballroom Party Sabato 6 Aprile.
Approda al Cantiere una serata dedicata alla Ballroom scene!
#DecolonizeTheCity

23/3 Vaeva, Youngover, Narratore Urbano Live @Cantiere

Ama la musica, odia il fascismo!
Sabato 23 Vaeva, Narratore Urbano e Youngover live @Cantiere

23F Preparazione Corteo e Proiezione “A World Not Ours”

h. 16 preparazione corteo
h. 20 cena sociale
h.21:30 proiezione di A World Not Ours

“Fare Comunità nei margini della città”: tour immersivo e cena sociale a SMS per il World Antropology Day!

"Fare Comunità nei margini della città" Tour Immersivo e cena sociale allo Spazio di Mutuo Soccorso in occasione del World Anthropology Day 2024. Giovedì 15 febbraio H.18.00 tour immersivo allo Spazio di Mutuo Soccorso H.20.00 cena sociale con piatti dal mondo...

approfondimenti

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...