Domenica 13 Settembre 2020 Ore 16:00
Ci troveremo al Teatro Burri all’interno del Parco Sempione
#BlackLivesMatter #GiustiziaperWilly

GIUSTIZIA PER WILLY – il razzismo uccide!

Chiediamo verità e giustizia per Willy.
A pochi giorni dal 12esimo anniversario del terribile omicidio di Abba, siamo costretti a guardare in faccia la cruda e terribile realtà: ancora oggi si può morire a vent’anni pestati senza scrupoli da un gruppo di razzisti.
Eh si, perché bisogna chiamare le cose col proprio nome.

Si chiama razzismo, e uccide.
Si chiama machismo, e uccide. Si chiama cultura della violenza, e uccide.

Una non-cultura suprematista rinforzata da partiti e organizzazioni neofasciste, da nostalgie scioviniste basate sulla purezza della comunità, della “famiglia”, della “razza”, del genere, da modelli stereotipati di forza e affermazione, tanto più violenti quanto più “normali”.

Hanno ucciso Abba, hanno sostenuto che non si trattasse di razzismo, ma del semplice “furto di un pacchetto di biscotti”. Emmanuel? “Coinvolto in una rissa tra ultras”. Modou e Mor? “Un pazzo al mercato di Firenze”. 12 anni fa la Milano antirazzista ha rifiutato di non vedere.

La Milano antirazzista ha deciso di aprire gli occhi e di non restare indifferente di fronte ad un sistema razzista e xenofobo che strutturalmente considera la vita delle persone nere talmente sacrificabile da poter essere spenta senza rumore. La Milano antirazzista apre gli occhi e non resterà indifferente nemmeno per Willy.

Diciamoli a gran voce i loro nomi. Diciamolo a gran voce che sono persone nere e che questo non è affatto secondario nella loro morte, in una società che non ha mai fatto i conti col suo passato coloniale e col suo presente razzista che affoga migliaia di persone nel mediterraneo, ne schiavizza molte di più nei campi e sulle strade, propone l’apartheid sui mezzi di trasporto.
Diciamo i loro nomi e diciamo che il razzismo uccide.