Milano si unisce alla flotta e dedica due RHIB ad Abba, ragazzo, cittadino del mondo, ucciso dal razzismo.
La storia della città di Milano è stata segnata dall’efferato omicidio, per mani di due razzisti, di Abba Abdoul William Guiebre, ragazzo di soli 19 anni, che il 14 Settembre del 2008 venne rincorso e preso a sprangate in via Zuretti, nei pressi della stazione Centrale, perché accusato di aver rubato un pacchetto di biscotti.
Da quel momento grazie alla forza della famiglia e all’impegno del Centro Sociale Cantiere la sua memoria è diventata patrimonio collettivo della città di Milano. 
Abba vive nelle lotte contro il razzismo e per questo negli anni a lui è stata dedicata l’AbbaCup torneo sportivo e festival antirazzista, che da anni si svolge nel cuore della città.
L’anno scorso abbiamo dedicato l’AbbaCup, Festival contro il razzismo, a Mediterranea Saving Humans, a cui abbiamo donato i guadagni e una campagna “Milano si unisce alla flotta” per sostenerla.
Siamo felici ora di sapere che anche nel Mar Mediterraneo, si farà il suo nome, per non dimenticarci che la lotta al razzismo è una sola e va dalle nostre città ai confini dell’Europa, al mondo intero.