CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

Dagli Stati Uniti il grido Black Lives Matter chiama, a Milano come in moltissime altre città in Italia e non solo, rispondono in migliaia: voci dalla piazza! Ci siamo poi spostati in via Zuretti per non dimenticare Abba, perchè non accada mai più, per tenere viva la memoria della nostra città (e non solo), perchè senza memoria non c’è futuro! Con Mediterranea Saving Humans nel cuore!

Comunicato della giornata di mobilitazione

Il razzismo non fa respirare.

A Milano, come in decine di città negli Stati Uniti, in Europa e nel mondo, il razzismo toglie il fiato. Ieri la manifestazione è stata un momento in cui riprendercelo, quel fiato, per poter gridare al mondo la nostra rabbia, ma anche per dare spazio al significato delle parole Black Lives Matter, qui e ora, nella nostra Italia.

Siamo state e stati insieme nella piazza della Stazione Centrale, luogo simbolo della libertà di movimento e della sua segregazione, per poi muoverci fino in via Zuretti, dove nel 2008 Milano ha perso un figlio: Abdul William Guiebre detto Abba, ucciso a sprangate con l’accusa di aver rubato un pacco di biscotti.

Ieri abbiamo protestato contro il sistema di oppressione razziale vigente negli Stati Uniti, e in ugual misura contro la dimensione strutturale del razzismo di Stato in Italia: nel nostro Paese #BlackLivesMatter significa non vedere come “altro” il corpo nero e agire di conseguenza.

Significa approvare la Riforma sulla Cittadinanza, che abbiamo definito “l’elefante nella stanza” perché nessuno può più far finta di non vedere.

Significa lottare con ogni forza perché nessun* debba più morire nel Mediterraneo o sulla rotta balcanica, perché nessun venga più imprigionato per il solo motivo di esistere o torturato in un moderno lager in Libia o in Turchia, o in Italia, nei Centri per il Rimpatrio (CPR).

Significa superare le Leggi sull’immigrazione come la Bossi-Fini, i Decreti Sicurezza, e smettere di vedere i lavoratori razzializzati come corpi “di cui si può disporre e disfarsi senza remore, corpi utili a raccogliere frutta e verdura ma non persone a cui offrire sicurezza sul lavoro e diritto alla salute”.

Oltre agli 8.46 minuti di silenzio, in ricordo dell’assassinio di George Floyd, abbiamo ripetuto insieme i nomi e le storie delle persone uccise dal razzismo in Italia dagli anni ’80 a oggi, per poi muoverci verso via Zuretti insieme a migliaia di persone.

Con le nostre mascherine e i nostri corpi, la mobilitazione di ieri è stato luogo di cura collettiva. La Cura può assumere forme diverse, a seconda degli attacchi che ci si trova a fronteggiare e delle ferite che si devono guarire. Con le x per terra e le richieste dal palco, a Milano come in tutto il mondo, la rabbia, la frustrazione, ma anche la gioia di generazioni di esclus*, di sacrificabil*, è stata protagonista.

Aggiungiamo che troviamo intollerabile che ci venga puntato il dito contro quando in questi giorni abbiamo assistito ad assembramenti di sovranisti e negazionisti, persino dell’epidemia, per questioni dall’urgenza alquanto discutibile.
Noi su quella piazza abbiamo preso spazio e marciato per rivendicare diritti fondamentali.
A tutte e tutti coloro che vogliono sporcare e deviare l’attenzione da quei messaggi, diciamo che non siamo disposti a sprecare energie, perché il lavoro è tanto e servono alleati.

Siamo certe e certi che chi guarda i video degli interventi di ieri, le foto, le facce, gli occhi, le mani, saprà dentro di sé cosa c’era in quella piazza. Se ciò che vede è solo la mancanza di distanza tra una persona e l’altra, allora non ci vede.

#blacklivesmatter
#Icantbreathe
#GeorgeFloyd
#Abbavive

#BLACKLIVESMATTER

Milano Domenica 7 Giugno 2020 ore 16:00
Piazza Duca d’Aosta – Stazione Centrale

La ferocia razzista che abbiamo visto uccidere George Floyd e i bambini nelle favelas in Brasile è sorretta da un sistema di oppressione che si autoassolve continuamente, per andare avanti ad agire indisturbato.
Per contrastarlo non basta denunciarlo, bisogna metterlo in discussione, scardinarlo dalle sue fondamenta culturali ed economiche.

Il razzismo non fa respirare.

In Italia #BlackLivesMatter significa affrontare l’afrofobia.
In Italia #BlackLivesMatter è smettere di identificare il corpo nero come corpo straniero.
In Italia #BlackLivesMatter vuol dire mettersi in ascolto e dare voce alle persone nere e razzializzate.

In Italia #BlackLivesMatter vuol dire rinunciare ai propri privilegi e mettere in discussione un sistema che concede a pochi di vivere sulle spalle di molti.

In Italia #BlackLivesMatter significa non rimandare più la riforma per la cittadinanza.

In Italia dire #Blacklivesmatter è ricordare Abba Abdul Guiebre, Jerry Maslo, Idy Diene,
Soumayla Sacko, Emmanuel Chidi Namdi, Becky Moses, Jennifer Otioto, Gideon Azeke,
Mahamadou Toure, Wilson Kofi,Omagbon, Omar Fadera.

Il razzismo non fa respirare.
È come polvere nell’aria. Sembra invisibile, anche quando ti toglie il respiro fino a farti soffocare.
Se si fa entrare il sole invece riesci a vederlo: è ovunque.
Fino a quando faremo luce, avremo la possibilità di eliminarlo ovunque esso sia. Ma dobbiamo essere vigili, perché è sempre nell’aria.

INDICAZIONI PER LA PIAZZA

Milano – 28 maggio 2020 – Iniziativa davanti al consolato degli Stati Uniti  

#GeorgeFloyd #BlackLivesMatter #

SayHisName
Davanti al consolato degli Stati Uniti ci siamo unit* al grido di lotta e di dolore che sta scuotendo Minneapolis.
George Floyd è morto perché il razzismo permea il nostro modo di percepire le cose.
Viviamo immersi in un sistema razzista, che divide l’umanità in scale di valori, che definiscono la possibilità di esistere o meno, di vivere o morire.
Il razzismo viene insegnato, tramandato, costantemente costruito.
Divulgare messaggi che facciano percepire le persone nere come diverse e pericolose, porta a questo.
Colpevolizzare chi reagisce davanti a queste morti ingiuste, porta a questo.
Le vite nere valgono.
Le nostre vite valgono.
@Consolato USA a Milano

articoli

Per un 25 Aprile di Liberazione: Resistenza, Diserzione, Decolonialità

Per un 25 Aprile di Liberazione, disertiamo la guerra. Siamo partigian3, dalla parte della resistenza palestinese! Palestina Libera

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

19A Global Strike di Fridays For Future

19 Aprile – 9:30 Largo Cairoli – Global Strike di Fridays For Future! – #FreePalestine – #ClimateJusticeNow – #BoycottGenocide – #BoycottFossilCapitalsim

8M #lungavitasms, difendiamo gli spazi transfemministi

  MUTUO SOCCORSO È SORELLANZA Lo Spazio di Mutuo Soccorso si prepara alla giornata del #LottoMarzo. Giovedì 7 marzo dalle 16:00 - Laboratorio scenografie: prepariamo insieme cartelli, striscioni, cori, panuelos per i cortei dello sciopero. - Vieni a conoscere i...

24 Febbraio Corteo Nazionale #FreePalestine

Sabato 24 Febbraio – Ore 14:30 – Piazzale Loreto
Corteo nazionale contro il genocidio del popolo Palestinese
Segui lo spezzone Decolonize!

Otto Marzo 2024 – Corteo Studentesco

Lotto Marzo! – Venerdì otto Marzo corteo studentesco e dello sciopero – ore 9:30 largo Cairoli – #NonUnaDiMeno #Student3Disobbedient3

Memori(a)E: sostantivo plurale, verbo attivo. 2024.

A cosa serve la memoria? La memoria, o meglio, le memorie degli orrori del passato devono servire a fermare immediatamente i genocidi del present

Iniziativa in Unimi per la laurea di Liliana Segre #GiornataDelleMemorie

Giornata della memoria - Iniziativa in Unimi "L'indifferenza è peggiore della violenza." -Liliana segre Queste le parole di Liliana Segre con cui abbiamo voluto accoglierla all'università statale di Milano, come studenti non indifferenti. Ricordare i genocidi della...

Incontro: memorie Antifasciste per un futuro di libertà

Domenica 28 Gennaio Memorie Antifasciste per un futuro di Libertà Incontro con Franco "Bifo" Berardi e Alessia Manera A seguire Polentata: cena per le spese legali del Cantiere! Il 27 gennaio venne istituita la Giornata della Memoria, per fare i conti su un passato...

Lunga Vita SMS: giornata resistente allo Spazio di Mutuo Soccorso

#LUNGAVITASMS Lo Spazio di Mutuo Soccorso è una casa per chi, tra le speculazioni milanesi e la svendita dell’edilizia pubblica, una casa non la può avere. Lo Spazio di Mutuo Soccorso è riqualificazione dal basso, auto recupero e trasformazione dello spazio urbano, su...

eventi

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità.

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità Giovedì 2 maggio, h.19, grande inaugurazione e vernissage della mostra immersiva e comunitaria! Lo Spazio di Mutuo Soccorso compie 11 anni.Per l'occasione, abbiamo deciso di narrarci, e trasformare il mondo attraverso la parola,...

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

20 Aprile, Serata Groove w/Paprika

20 Aprile 2024 – Serata solo Groove w/Paprika @Cantiere, Via Monterosa 84

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere.

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere! Domenica 14 aprile 2024 dalle 20:00

Sabato 13/4: Stay Punk Stay Antifa!

Stay Punk Stay Antifa!
sabato 13 aprile 24
Dirty Noise, Punk-o-Mat, Fondamenta Nuove
dalle 22 @Cantiere, via Monterosa 84

12 Aprile: Spettacolo “Una lepre con la faccia di Bambina”

H. 18:30 presentazione dello Strike del 19A con FridaysForFuture Milano;
H. 20:00 Cena veg;
H. 22:00 Spettacolo “Una Lepre con la faccia di Bambina

6/4 DecolonizeTheCity presenta: Krash!

Krash! Ballroom Party Sabato 6 Aprile.
Approda al Cantiere una serata dedicata alla Ballroom scene!
#DecolonizeTheCity

23/3 Vaeva, Youngover, Narratore Urbano Live @Cantiere

Ama la musica, odia il fascismo!
Sabato 23 Vaeva, Narratore Urbano e Youngover live @Cantiere

23F Preparazione Corteo e Proiezione “A World Not Ours”

h. 16 preparazione corteo
h. 20 cena sociale
h.21:30 proiezione di A World Not Ours

“Fare Comunità nei margini della città”: tour immersivo e cena sociale a SMS per il World Antropology Day!

"Fare Comunità nei margini della città" Tour Immersivo e cena sociale allo Spazio di Mutuo Soccorso in occasione del World Anthropology Day 2024. Giovedì 15 febbraio H.18.00 tour immersivo allo Spazio di Mutuo Soccorso H.20.00 cena sociale con piatti dal mondo...

approfondimenti

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...