FFFItalia sta organizzando una serie di interviste e approfondimenti a vari personaggi di cultura da tutto il mondo, l’Italian Cameretta Tour 2020, ogni giorno alle h19 un nuovo contenuto tramite diretta sul canale instagram (@fridaysforfutureitalia).

 

Oggi, venerdì 3 aprile 2020, abbiamo la fortuna di chiacchierare con Greta Thunberg. 

Data la triste situazione in cui si trova in questo momento Milano e tutta la Lombardia stiamo affrontando, FFFMilano ha elaborato un piccolo testo ed un video da far vedere a Greta e qualche domanda da porle. Qui di seguito proponiamo lo streaming della diretta, per chi dovesse essersela persa!

 

 

 

 

 

Guarda il video a proposito della situazione in Lombardia e dei progetti “Fuoriclasse” e “Staffette di Mutuo Soccorso”:

 

Leggi il comunicato di FFFMilano:

Ormai da più di un mese fa la Lombardia è il 2 ° epicentro mondiale di Covid-19.

Da quel momento ogni giorno sentiamo di conoscenti che si ammalano, che vanno in ospedale e che, ahimé, ci lasciano per sempre. Viviamo una situazione di emergenza e caos; l’isolamento, l’alienazione e la frenetica vita insostenibile esistevano anche prima, ma da quando è iniziata la pandemia, tutto ciò è diventato più pesante. L’investimento di denaro in industrie inquinanti e tolto alla sanità pubblica e alle risorse rinnovabili è una scelta che stiamo già pagando con la vita. Nell’ultimo mese abbiamo visto che, dato il lockdown, l’inquinamento diminuisce drasticamente, sappiamo bene però che questa non sarà solo una crisi sanitaria ma anche economica. Sappiamo anche che ciascuna crisi economica della storia ha visto subito dopo un grande incremento della produzione industriale e di conseguenza di inquinamento, a causa della mentalità neoliberale che crede nell’esistenza della crescita economica infinita. E’ stata questa stessa mentalità a causare il fenomeno dello Spillover che mostra come lo sfruttamento degli ecosistemi e la riduzione della biodiversità creino maggiori possibilità di passaggio di virus da specie animali a quella umana. Come ampiamente dimostrato dalle ricerche di D. Quammen.
Ci sono molte connessioni tra Covid-19 e il cambiamento climatico:
  1. – I politici non ascoltano gli scienziati e non sono disposti a fermare questo insostenibile modello di crescita economica infinita.
  2. – Gli effetti negativi sulla salute dell’essere umano e dell’ecosistema non vengono presi in considerazione.
  3. – Le aree più inquinate del mondo sono state le prime in cui si è diffuso il virus e le più colpite
  4. – Entrambe sono occasioni di crisi che dobbiamo cogliere per immaginare un mondo migliore.
 Cosa ne pensi di queste correlazioni tra Pandemia e Crisi Climatica?

Milioni di giovani sono scesi nelle piazze di tutto il mondo per rivendicare giustizia climatica.

Come te, anche noi siamo stati accusati di non voler andare a scuola. Ora che le scuole sono chiuse, abbiamo deciso di continuare a condividere conoscenze e saperi con un progetto chiamato “FuoriClasse”, frutto dell’alleanza tra “Fridays For Future – Milano” e “Non Una di Meno”, la rete femminista globale ispirata dal movimento nato in argentina “Ni una menos”.
“Fuori Classe” è un progetto autogestito che ogni giorno mostra sui social media lezioni a proposito di cambiamenti climatici e il transfemminismo, è organizzato da student*, insegnant* e attivist*. Abbiamo deciso di usare questo tempo per concentrarci su ciò che le nostre scuole non ci insegnano: come ripensare questo mondo prima che sia troppo tardi?
 
 Cosa pensi che, come student*, dovremmo continuare a fare?

Mutual Aid Bike Riders – Staffette di Mutuo Soccorso

Durante la quarantena sono stati avviati o hanno proseguito la loro attività diversi progetti di solidarietà:  le “Staffette di mutuo soccorso”, la brigata partigiana “Lena Modotti” e le attività ambulatoriali del”Naga Onlus” o “AiutArci”. Le “Staffette di Mutuo Soccorso” hanno lo scopo di supportare i piccoli agricoltori locali e le etichette indipendenti, minacciate dalle aziende come Amazon che si occupano di distribuzione su larga scala. Vogliamo dare alle persone la possibilità di stare lontano dallo sfruttamento e dall’inquinamento. Soprattutto ora che non possiamo lasciare le nostre case a causa di questa crisi sanitaria globale, non dovremmo rinunciare a mangiare sano. Le “Staffette di Mutuo Soccorso” sono un gruppo di attivist* che consegnano, direttamente a casa, cibo prodotto da  agricoltori locali genuini e libri prodotti da etichette indipendenti. Lo facciamo per dare nutrimento al corpo e alla mente in modo sano. Molte persone in questi giorni dicono: “Non possiamo tornare alla normalità perché la normalità era il problema”.
 
Che consiglio ti senti di dare a noi e a tutti gli attivist* del mondo che esigono giustizia climatica ed un cambio radicale di sistema?

 

 

Qui sotto troverai il link della diretta in streaming!