Climate justice without borders! In collegamento da Aquisgrana

In questo fine settimana decine di migliaia di giovani da tutta Europa si sono dati appuntamento ad Aquisgrana, insieme a Fridays for future e diverse organizzazioni ecologiste tedesche.
Venerdì un enorme corteo da oltre 70.000 persone ha sfilato per le vie di Aachen dietro lo striscione “climate justice without borders”, per ricordare al mondo che non esiste un “Plan(et) B”!

Il sabato invece è cominciato con un concentramento cittadino con l’obiettivo di contrastare la più grande miniera di carbone di tutta Europa: la decisione delle migliaia di persone presenti, con indosso tutte bianche e mascherine protettive per denunciare la tossicità del sistema di sviluppo estrattivista, ha colpito nel segno: oltre 3.000 persone hanno invaso la miniera! L’occupazione è in corso!

Neurath, 22 giugno 2019
Gli attivisti hanno bloccato la più grande centrale elettrica a carbone della Germania dalla fornitura di carbone. Diverse centinaia di attivisti dell’alleanza anti-carbone “Ende Gelände” hanno bloccato le linee ferroviarie che portano carbone alla centrale elettrica di Neurath, in Renania, da oltre 15 ore. Gli attivisti hanno passato la notte sui binari.

Ieri, 4.000 attivisti, partiti da un campo di protesta a Viersen, per bloccare le attività di estrazione del carbone in Renania, la più grande fonte europea di emissioni di biossido di carbonio. Altri 2.000 attivisti sono partiti dal campo questa mattina. Ieri 40.000 studenti di Fridays For Future hanno protestato ad Aquisgrana, a soli 50 km di distanza dalla miniera di carbone. Per oggi Fridays For Future e le ONG ambientali hanno annunciato grandi proteste direttamente accanto alla miniera.

Per arrivare alla miniera di carbone, gli e le attiviste sono arrivati alla miniera di carbone divisi in 5 gruppi, distinti per colore. 5 come le dita di una mano, che seppur diverse, insieme possono agire un cambiamento e costruire insieme altri mondi possibili.
Qui un aggiornamento sulle situazioni vissute dalle diverse “dita”
le 5 dita della mano:
Una giornata piena di emozioni!
Verde – Stiamo ancora bloccando Neurath, la più grande centrale a carbone della Germania, nei campi di carbone della Renania, o meglio: il dito verde sta facendo una parata musicale e festosa nei pressi della stazione dei treni più vicini

Rosa – fastidioso contatto con la polizia per il dito rosa: dopo una sosta forzata di 12 ore alla stazione di Viersen, riceviamo un’offerta super generosa, poter dormire a Gut Aspernschlag (grazie mille!). Prendiamo questo e lo chiamiamo un giorno – se la polizia ci lascia

Rosso – costantemente in movimento, il dito ha raggiunto Keyenberg, uno dei villaggi minacciati di sfratto e delocalizzazione, i nostri attivisti ricevono qui pasti caldi.

Argento – dopo essere stato scortato dalla polizia per tutto il percorso, senza potersi allontanare nemmeno per poter andare in bagno, il dito sta tornando al campo, dove li aspetteremo a braccia aperte e con una festa di benvenuto.
Oro – Fervente eccitazione: ci stiamo preparando per scendere dalla collina e entrare!

 

Author: Micol

Share This Post On

1 Comment

  1. Meravigliosa iniziativa
    Sottoscrivo .
    Non si può continuare a inquinare così impunemente ….
    Si un altro mondo pulito e sano e’ possibile e dipende da noi

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *