CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

“O il profitto del neoliberismo o le vite degli esseri umani, noi la nostra scelta l’abbiamo già presa: cambiare il sistema non il clima!” Migliaia di studenti in piazza oggi a Milano!
Una piazza connessa con le migliaia di mobilitazioni in tutto il mondo.
Vogliamo mettere in discussione il modello di sviluppo!

“Either the profit of neoliberalism or the lives of human beings, we’ve already made our choice: change the system, not the climate!” Thousands of students are striking today in Milan!
A demonstration linked to the thousands of mobilitations that are taking place all over the world.

 

#systemchangenotclimatechange
#FridaysforFuture #ClimateStrike #schoolstrike4climate #315청소년기후행동 #315기후행동 #ClimateAction #YouthStrike4Climate#YouthClimateStrike #climatechange  #strike #15marzo #15m #climate #nature #natura #clima #system#change #heroes #environment #friday #future #globalwarming #global#globalclimatestrike #globalstrike #gretathunberg

System Change not Climate Change

“O il profitto del neoliberismo o le vite degli esseri umani, noi la nostra scelta l’abbiamo già fatta: cambiamo il sistema non il clima!”

Il mondo e la sua biodiversità come la conosciamo a breve non esisterà più. Scienziati e ricerche di tutto il mondo sostengono ormai da anni che ci stiamo avvicinando ad un punto di non ritorno. L’aumento esponenziale della temperatura mondiale dovuto al buco dell’ozono, lo scioglimento dei ghiacciai e l’innalzamento del livello del mare, l’inquinamento dell’aria che respiriamo e la drastica proliferazione dei tumori sono i sintomi di un pianeta malato. Il virus è lo sfruttamento incontrollato delle risorse della terra e di chi la abita per il profitto di pochi.

In ogni angolo del mondo le multinazionali accrescono la propria ricchezza a danno dell’esistenza di interi popoli, specie animali e territori: estraendo e monetizzando risorse naturali senza pensare ad un futuro vivibile, senza emissioni né disuguaglianze.

I maggiori motori di questa catastrofe sono le fabbriche energetiche con risorse non rinnovabili, gli allevamenti intensivi e le monocolture, l’utilizzo sfrenato di plastica e l’immenso spreco di cibo che avviene ogni giorno. I combustibili fossili costano di più delle fonti rinnovabili, la carne e le monocolture abbassano la qualità dei prodotti, la plastica impiega oltre diecimila anni ad essere smaltita e soprattutto a fronte di uno spreco del 50% del cibo prodotto ogni giorno abbiamo 800mln di persone che non riescono a sfamarsi.

Qui non si tratta soltanto di essere d’accordo o meno, si tratta di riconoscere gli avvenimenti in quanto tali, sapere che i colpevoli hanno facce e nomi e che se non vogliono accettare di cambiare rotta gliela faremo cambiare noi. Un sistema economico che definisce il successo e il progresso come un’espansione economica infinita non regge più e non lo dicono soltanto gli studenti attivisti ma gli scienziati climatici. O il profitto del neoliberismo o le vite degli esseri umani, noi la nostra scelta l’abbiamo già presa: cambiare il sistema non il clima!

Quando? Ora! Chi? Noi! Dove? Dappertutto!

Il 15 Marzo siamo scesi in piazza come studenti, ma soprattutto come giovani. La composizione dello sciopero globale infatti non è indifferente: un’intera generazione ha sollevato una vertenza urgente, potente e necessaria.

Una generazione che non accetta il fatto che i potenti si sentano sicuri di costruire i loro “mondi protetti” nel mezzo di un pianeta nel pieno di un cataclisma, o che si mostrino semplicemente disinteressati alle sorti delle generazioni future.

La questione fondamentale è che un cambiamento va fatto sì o sì e allora

‘’quando, se non ora?’’,‘’chi, se non noi?’’, “dove, se non dapperutto?”

per questo siamo scesi in piazza venerdì.

E’ stata una giornata con focolari accesi in ogni angolo del globo, i giovani in piazza chiedono a gran voce una giustizia sociale che vada di pari passo ad una giustizia climatica.
La grande portata della faccenda, ossia la fine della terra e delle specie che la abitano, è una questione che non può ridursi ad un piano individuale, cittadino o nazionale. Ne verrebbe coinvolto ciascun essere che abita la terra. Si tratta di una sfida impossibile da interpretare attraverso confini, egoismi nazionali, sovranismi.

Un movimento che connette tutto in quanto parla di pianeta nel suo insieme, tutta l’umanità e non solo; che affronta locale e globale in un solo nodo e riflette un bisogno materiale: la sopravvivenza della specie e della terra… oltre che un desiderio solidaristico-etico di giustizia.

Siamo ancora in tempo!
Fermare il cambiamento climatico tramite un cambio del sistema è ancora possibile!

Questo non ce lo dicono solo gli scienziati, ma ce lo dicono i movimenti… le moltitudini che hanno deciso di scegliere lo sciopero e la piazza.

Abbiamo già detto che la battaglia contro il cambiamento climatico coinvolge molte grandi questioni globali:

– il modello di sviluppo economico neoliberista è incompatibile con un approccio che tenga in considerazione i danni ambientali delle grandi multinazionali.

– le ineguaglianze sociali, la povertà estrema che è spesso causa delle migrazioni massicce sono causate quasi sempre dalla distribuzione ineguale delle risorse, compresa l’acqua .

– il potere del monopolio petrolifero e le guerre che si combattono in suo nome sono legate a doppio filo all’economia fossile.

– il controllo militare del mondo, i muri che separano il mondo ricco (pur pieno di povertà) da quello povero diventano inutili, o quantomeno insufficienti, di fronte alla siccità e ai cataclismi della natura.

Allora attorno a questo grido dei giovanissimi che hanno riempito la piazza di Milano potremo costruire una alleanza, una assemblea, un assemblaggio di tanti e diversi: una moltitudine capace di cambiare il mondo.

ACT LOCAL THINK GLOBAL _Fotogallery dal mondo

Per seguire la diretta della manifestazione da Milano:

Segui le nostre dirette 

Per seguire la diretta delle manifestazioni nel mondo:

#FridaysforFuture #ClimateStrike #schoolstrike4climate #315청소년기후행동 #315기후행동 #ClimateAction #YouthStrike4Climate #YouthClimateStrike

#systemchangenotclimatechange

Il mondo e la sua biodiversità come la conosciamo a breve non esisterà più. Scienziati e ricerche di tutto il mondo sostengono ormai da anni che ci stiamo avvicinando ad un punto di non ritorno. L’aumento esponenziale della temperatura mondiale dovuto al buco dell’ozono, lo scioglimento dei ghiacciai e l’innalzamento del livello del mare, l’inquinamento dell’aria che respiriamo e la drastica proliferazione dei tumori sono i sintomi di un pianeta malato. Il virus è lo sfruttamento incontrollato delle risorse della terra e di chi la abita per il profitto di pochi. In ogni angolo del mondo le multinazionali accrescono la propria ricchezza a danno dell’esistenza di interi popoli, specie animali e territori: estraendo e monetizzando risorse naturali senza pensare ad un futuro vivibile, senza emissioni né disuguaglianze. I maggiori motori di questa catastrofe sono le fabbriche energetiche con risorse non rinnovabili,gli allevamenti intensivi e le monocolture,l’utilizzo sfrenato di plastica e l’immenso spreco di cibo che avviene ogni giorno. I combustibili fossili costano di più delle fonti rinnovabili, la carne e le monocolture abbassano la qualità dei prodotti, la plastica impiega oltre diecimila anni ad essere smaltita e soprattutto a fronte di uno spreco del 50% del cibo prodotto ogni giorno abbiamo 800mln di persone che non riescono a sfamarsi. Qui non si tratta di essere d’accordo o meno, si tratta di riconoscere gli avvenimenti in quanto tali, sapere che i colpevoli hanno facce e nomi e che se non vogliono accettare di cambiare rotta gliela faremo cambiare noi. Un sistema economico che definisce il successo e il progresso come un’espansione economica infinita non regge più e non lo dicono soltanto gli studenti attivisti ma gli scienziati climatici. O il profitto del neoliberismo o le vite degli esseri umani, noi la nostra scelta l’abbiamo già presa: cambiare il sistema non il clima! SYSTEM CHANGE NOT CLIMATE CHANGE Ci vediamo il 15 Marzo H9:30 in Largo Cairoli, ci trovate con il nostro risciò allestito! E il 14 Marzo H 15 Al Cs Cantiere, per il lab. Coreografie! @Ccs_Milano

articoli

FURIA – FUmetti RIbelli & Autoproduzioni

FURIA - FUmetti RIbelli & Autoproduzioni Sabato 06 luglio 2024 una creatura speciale volteggia nel cortile di SMS Spazio di Mutuo Soccorso : una "FURIA" in carne e ossa, o meglio in carta e inchiostro! "FUmetti RIbelli & Autoproduzioni"; una giornata...

Spezzone antirazzista queer al Pride #NoPrideInGenocide

Casa mia o casa tua che differenza c’è? Spezzone antirazzista queer al Milano Pride 2024. Sabato 29/6, h. 15 in Via Vittor Pisani

Music for/from Palestine!H3 Studio. First of a kind in town.

Music for/from Palestine!H3 Studio. First of a kind in town. Direttamente da Al-Khalil, lo studio H3 arriva a SMS per suonare e presentare un progetto di musica e cultura che ha l’obbiettivo di promuovere ogni tipo di liberazione di fronte ad ogni genere di...

Acampada per la Palestina in Unimi. #stopgenocide Racconto giorno per giorno

ACAMPADA IN UNIVERSITÀ STATALE PER LA PALESTINA LIBERA! Raccogliamo l'invito dell3 studenti dell'università di Birzeit a riprenderci gli spazi delle università, per la resistenza P4l3st1n3s3. Occupiamo per l3 nostr3 compagn3 in Palestina le cui scuole e università...

9 maggio 2024 Lunga Vita SMS: una giornata di Resistenza.

9 maggio 2024 Lunga Vita SMS: una giornata di Resistenza. Per altri undici anni di vita, lo Spazio di Mutuo Soccorso ha bisogno di tutta la nostra forza.Il 9 maggio vi aspettiamo in piazza Stuparich 18 per una giornata di incontri e attività a partire dalle 6.00 del...

Per un 25 Aprile di Liberazione: Resistenza, Diserzione, Decolonialità

Questo 25 Aprile eravamo centomila in piazza gridando Ora e sempre Resistenza! Abbiamo invaso Milano con migliaia di bandiere palestinesi!

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

19A Global Strike di Fridays For Future

Free Palestine = Climate Justice.
Siamo sces3 in piazza insieme a Fridays For Future in occasione dello sciopero studentesco globale per il clima

8M #lungavitasms, difendiamo gli spazi transfemministi

  MUTUO SOCCORSO È SORELLANZA Lo Spazio di Mutuo Soccorso si prepara alla giornata del #LottoMarzo. Giovedì 7 marzo dalle 16:00 - Laboratorio scenografie: prepariamo insieme cartelli, striscioni, cori, panuelos per i cortei dello sciopero. - Vieni a conoscere i...

24 Febbraio Corteo Nazionale #FreePalestine

Sabato 24 Febbraio – Ore 14:30 – Piazzale Loreto
Corteo nazionale contro il genocidio del popolo Palestinese
Segui lo spezzone Decolonize!

eventi

PAZZESK*: IL CORPO, LUOGO DI UTOPIA

Giovedì 27/06 dalle ore 16 a SMS Spazio di Mutuo Soccorso PAZZESK*: IL CORPO, LUOGO DI UTOPIA Spesso i nostri corpi ci sembrano delle galere, luoghi che prima ancora di imprigionare i nostri movimenti incatenano le nostre idee. Altre volte invece le nostre dita hanno...

FURIA – FUmetti RIbelli & Autoproduzioni

FURIA - FUmetti RIbelli & Autoproduzioni Sabato 06 luglio 2024 una creatura speciale volteggia nel cortile di SMS Spazio di Mutuo Soccorso : una "FURIA" in carne e ossa, o meglio in carta e inchiostro! "FUmetti RIbelli & Autoproduzioni"; una giornata...

Sabato 8 giugno FESTA DELLE SCUOLE!

SABATO 8 GIUGNO Festa delle scuole Cantiere Milano - Via Monte Rosa 84 Ci vediamo al Cantiere per un pomeriggio e una serata di socialità e divertimento! h.16:00 Lab magliette P4l3s7in4 Personalizza la tua maglietta h 22. Open dancehall   Se ti interessa suonare alla...

Music for/from Palestine!H3 Studio. First of a kind in town.

Music for/from Palestine!H3 Studio. First of a kind in town. Direttamente da Al-Khalil, lo studio H3 arriva a SMS per suonare e presentare un progetto di musica e cultura che ha l’obbiettivo di promuovere ogni tipo di liberazione di fronte ad ogni genere di...

Incontro “Immaginario e Visione nella scrittura umoristica” con Cochi Ponzoni e Nicola Vicidomini.

Venerdì 31 Maggio, alle ore 21.00, Cochi Ponzoni torna al Derby Club, oggi Cantiere, dopo più di 50 anni. Calcherà lo stesso palco che vide l’affermazione di quel Gruppo Motore (Cochi e Renato, Enzo Jannacci, Felice Andreasi, Lino Toffolo e Bruno Lauzi) che seppe...

SAYRI X DECOLONIZE THE CITY!

VENERDI' 24 MAGGIO AL CANTIERE ✧・゚SAYRI X DECOLONIZE THE CITY ・゚✧ Torniamo al @cantiere_milano presentando, per la prima volta in italia, @ojosfinos 🇺🇾 e @_ast.er 🇵🇪 Ojosfinos è un artista multidisciplinare uruguaiano con base a Montevideo. È uno dei pionieri del club...

Decolonize the city: incontro all’Acampada

DECOLONIZE THE CITY In che modo i nostri luoghi di sapere riproducono e legittimano sapere coloniale? In che modo le stesse università che ci danno strumenti per sovvertire i paradigmi di oppressione in cui siamo immersə sono le stesse che li reiterano? In che modo...

Pazzesk@: laboratorio sulla salute mentale. Il carattere sovversivo del disagio.

Pazzesk@ Laboratorio sulla Salute Mentale Il carattere sovversivo del disagio.Noi, nel vostro mondo ci sentiamo a disagio.  Quando squilla la sveglia e prepariamo una moka, non per il piacere del caffè, ma per trangugiarne mezzo litro e farci forza in vista di...

Presentazione di “Il libro Antirazzista – 20 lezioni per agire contro il razzismo” con Tiffany Jewell

📌Mercoledì 8 Maggio presentiamo "Il libro Antirazzista - 20 lezioni per agire contro il razzismo" con Tiffany Jewell. Un evento per costruire insieme una scuola capace di denunciare e contrastare il razzismo, dentro e fuori dalle aule. 🕢19:00Presentazione del libro...

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità.

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità Giovedì 2 maggio, h.19, grande inaugurazione e vernissage della mostra immersiva e comunitaria! Lo Spazio di Mutuo Soccorso compie 11 anni.Per l'occasione, abbiamo deciso di narrarci, e trasformare il mondo attraverso la parola,...

approfondimenti

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...