13 dicembre 2014: Milano meticcia contro il razzismo e la casta dell’austerity

Il 12 e 13 dicembre la Milano meticcia, antifascista e antirazzista scende in piazza. Oggi come ieri il problema sono i diritti: Jobs Act, Buona Scuola, Piano Casa, gestione cilena dell’”ordine pubblico”. “Chi decide?” è una domanda sempre più sbilanciata a favore di pochissimi che nemmeno più si preoccupano di illuderci del contrario. La strategia della tensione del ’69 era il preludio di un colpo di stato e di una chiusura autoritaria di ogni diritto e garanzia: oggi riprendersi piazza Fontana, la città tutta e i nostri diritti significa non essere disposti a cedere neanche un millimetro di libertà.

Continua a leggere: “12/13 dicembre: a 45 anni da piazza Fontana, uniamo le lotte, milano meticcia!”

Leggi l’articolo: “Mobilitazione studentesca del 12 dicembre”

Segui la diretta dalla piazza:

13 dicembre 2014 – Segui la diretta in contemporanea dalle due mobilitazioni antifasciste di oggi a Milano: il CORTEO cittadino in memoria della strage di Piazza Fontana e contro strategie di tensione vecchie e nuove, la contestazione del PRESIDIO omofobo e fascista delle sentinelle in piedi

Ore 17.45
CORTEO – Numerosi interventi ricordano responsabili e colpevoli della strage e  ricordano Pinelli, 18° vittima della strage

Ore 17.40
CORTEO – Il corteo avanza verso la vecchia Banca Nazionale dell’Agricoltura, dove 45 anni fa esplose la bomba di Stato, piazzata dai fascisti di Ordine Nuovo

Ore 17.15
PRESIDIO – L’arco della Pace è ora libero dagli omofobi!

Ore 17.00
PRESIDIO – Alcuni video del pomeriggio di oggi colorato e vivace contro la tristezza delle sentinelle


Ore 16.55
PRESIDIO – Le sentinelle li avranno mai letti i libri che tengono in mano?!?

Ore 16.50
PRESIDIO – Intervista e immagini dal presidio contro l’omofobia delle sentinelle in piedi

Ore 16.50
CORTEO – Aggiornamento audio dal corteo per piazza Fontana, che non dimentica Modou e Mor ammazzati da un militante di CasaPound

Ore 16.40
CORTEO – Antifascismo è oggi reagire e combattere razzismo e guerra tra poveri fomentate nei quartieri popolari. Domani a San Siro il quartiere ricorda il ferroviere anarchico Giuseppe Pinelli, ucciso nella questura di Milano il 15 dicembre 1969 durante un interrogatorio.

Ore 16.30
PRESIDIO – Le sentinelle in piedi sono la cosa più triste dell’universo, ma al di là di questo non fatevi ingannare: questi son fascisti!

Ore 16.25
PRESIDIO – Un minuto di silenzio per ricordare tutte le vittime di omofobia.

Ore 16.20
PRESIDIO – Tanta partecipazione per i sentinelli seduti, antifascisti e antirazzisti! Raggiungeteci! 

Ore 16.15
PRESIDIO – Comodi, seduti e sdraiati all’Arco della Pace!

Ore 16.15
CORTEO – Nonostante la pioggia il corteo si snoda nel centro cittadino

Ore 16.05
I sentinelli si muovono con sedie e sdraio verso l’Arco della Pace

Ore 16.00
Il corteo sta per partire!

Ore 15.55
Il corteo cittadino si sta concentrando in piazza XXIV Maggio, ma da piazzale Cadorna “I sentinelli”, circa 300 persone, si iniziano a muovere per raggiungere e contestare il presidio omofobo delle “Sentinelle in piedi”.

Ore 15.30
Mentre la mobilitazione antifascista e antirazzista milanese si sta concentrando, la Roma meticcia è già in piazza a Montemario e viene fermata nel percorso verso il campo rom. Sempre per oggi pomeriggio è prevista una manifestazione cittadina per il diritto alla città contro il sistema di speculazioni razzista e fascista di #mafiacapitale.

Author: Cantiere

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *