Migliaia in piazza contro l’apertura dei Centri di Permanenza per il Rimpatrio (CPR)

Milano si è ritinta d’oro!

Migliaia di persone si sono unite contro la riapertura del centro di detenzione per migranti di via Corelli, contro le politiche razziste della #Lega di #Salvini, e dei governi che l’hanno preceduto spianandogli la strada.

Il #2Marzo Milano si riempirà di nuovo di persone, che con il loro corpo e la loro energia vogliono dimostrare, che una fetta importante di questo paese non vuole perdere umanità e sa riconoscere chi non vuole cambiare l’ordine delle cose e da che parte stare.

A loro chiediamo di ricoprirsi di ora e di sostenere chi salva le vite nel #Mediterraneo.

A loro chiediamo di essere nuovi e nuove #partigiane!

Un file rouge unisce le leggi sull’immigrazione degli ultimi 20 anni: il razzismo istituzionale e la xenofobia.
La convinzione di dover controllare e gestire le persone, senza però mai porsi il problema di controllare e gestire politiche economiche che affamano e depredano intere popolazioni, lo scoppio di guerre e conflitti, la vendita di armi.

La ricerca della felicità non si può arrestare.

Chi ora viaggia cercando di costruirsi un futuro che in patria non ha, resta intrappolato nel business della schiavitù e del traffico di esseri umani in Libia.
I campi di detenzione libici, pagati dal governo italiano (l’ultimo Gentiloni con un accordo segreto), servono come sede di compravendita di schiavi, di torture e stupri giornalieri.

Scappare da quell’inferno diventa l’unica possibilità di sopravvivere.

Attraversare il Mar Mediterraneo è l’unica possibilità, perché l’Europa nega visti e permessi per entrare.

Ora nel Mar Mediterraneo si è fatta piazza pulita di chi ci operava, monitorando, salvando vite, collaborando con la guardia costiera.
Chi come Minniti ha paragonato le ONG ai trafficanti, criminalizzando il loro lavoro, ora resta a guardare la gente affogare.

Nel Mar Mediterraneo trafficanti e milizie, restano indisturbati.

Abbiamo deciso di sostenere Mediterranea, un’esperienza concreta e reale di attivazione dal basso, di lotta alla criminalizzazione della solidarietà.

Disobbedire alle leggi ingiuste, in mare e in terra.

#nocpr #maipiulager #nooneisillegal

#2Marzo #People4Med #savingisnotacrime #savinghumans #united4med

Author:

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *