Blitz al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. #aprireiporti

"Rubare 49 milioni o salvare 49 persone?". #apriteiporti #seawatch #seaeye #nodlsalvini #stayhuman

Occupazione simbolica della sede milanese del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Vogliamo lo sbarco immediato dei migranti sulla Seawatch e sulla Seaeye, l’apertura di tutti i porti e delle frontiere, che i soldi rubati dalla Lega siano restituiti e usati per garantire un futuro degno a tutte e tutti, migranti e nativi.

Per questo oggi abbiamo occupato simbolicamente la sede milanese del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, calando dalle finestre uno striscione con scritto “Rubare 49 milioni o salvare 49 persone?!?”.

I marinai di seawatch, sea due, mediterranea e delle altre ong, al centro di una maxi campagna diffamatoria che dura ormai da mesi, scelgono le persone. 

“Il Capitano” sceglie i profitti. 

Dopo aver rubato la divisa dei pompieri  e il lavoro a toninelli conferma di aver usurpato anche il titolo marinaresco: chiunque conosca il mare lo sa, non si lasciano 49 persone su una barca per quasi un mese in pieno inverno. 

Non lo si fa a maggior ragione se la retorica dei “migranti che rubano i soldi agli italiani” è costruita ad arte dallo stesso ladro di ben 49 milioni di fondi pubblici, che è lo stesso responsabile di una manovra finanziaria ignobile che ancora una volta taglia soldi alla scuola, alla sanità, alla previdenza sociale.

I 49 uomini, donne e bambini a largo delle nostre coste sono ostaggi presi dal governo giallo-verde per nascondere le proprie gravi responsabilità.

Con 49 milioni si potrebbe iniziare a migliorare la qualità della vita di tanti. Tagliando le spese militari avremmo più budget per vivere degnamente in Italia e per smettere di uccidere e affamare il resto del mondo e nessuno sarebbe costretto a salire su un gommone pericolante? Smettendo di finanziare lager e torture ai confini della fortezza Europa potremmo ricominciare seriamente a parlare di reddito universale anzichè condannare a stupri e abusi una intera generazione africana.

Altro che donne e bambini, i 49 migranti devono sbarcare tutti i subito. 

Disobbedire alle leggi razziste, per mare  e per terra!

Author:

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *