CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

 

Ribellarsi è giusto, disobbedire è necessario.


Non è forse la legalità l’insieme di regole che ha dettato, in ciascun momento storico, il potere costituito?
La schiavitù, l’Olocausto e il Porajmos e la altre persecuzioni naziste, l’apartheid in Sud Africa (e quello che oggi vige in altri posti del mondo tra cui la Palestina) erano realizzati secondo la volontà del potere vigente, tanto che i più importanti gerarchi nazisti dissero alla fine della guerra che “eseguivano degli ordini”, in questo senso non facevano altro che rispettare la legge.

Al contrario lo sciopero fu illegale ed ancora oggi lo è in date condizioni ed in molte parti del mondo; lo stesso si può dire del divorzio e del matrimonio eguale, dei libri messi all’indice e dell’obiezione al servizio militare.

 

Da anni la quasi totalità dei governi europei e il Consiglio d’Europa da essi nominato lavorano per fare dell’Europa una fortezza inespugnabile. Peccato che ad espugnarla sarebbero soltanto persone che vengono in pace
Il razzismo e la paura che in questa fase dilagano servono come arma di distrazione di massa da parte di chi continua a promuovere la precarizzazione dei diritti e la distribuzione ineguale della ricchezza, secondo il dogma della politica economica neoliberista.

Il Mediterraneo assomiglia sempre più a un cimitero, migliaia di persone in fuga da guerra e povertà dapprima incontrano il deserto e i lager istituiti in libia dai patti bilaterali fatti con il “nostro” governo. Chi riesce a sopravvivere è costretto ad affidarsi a imbarcazioni di fortuna sovraccariche di persone e con la quasi assoluta certezza di non riuscire a concludere questo viaggio. Se non fosse per Ong come Mediterranea e Sea watch, organizzazioni che decidono di disobbedire alle imposizioni dei governi europei andando a prestare soccorso  a chi in mare rischia la vita, queste persone sarebbero invisibili ai nostri occhi.


Da più di 15 giorni le navi delle due Ong tedesche Sea Eye e Sea Watch sono bloccate in mare con a bordo 49 persone senza la possibilità di attraccare  e fornire adeguate cure mediche. La scelta dell’attuale governo è quella di abbandonare queste e tantissime altre persone nella stessa situazione, di continuare a  disumanizzare i migranti e renderli il capro espiatorio di anni di politiche che arricchiscono ancora i ricchi e impoveriscono i poveri oltre che privare nel tempo i cittadini di qualsiasi forma di welfare. Abbiamo ribadito più volte in piazza e non solo che non accetteremo questa strumentalizzazione, ora sono svariati i sindaci che in tutta italia chiedono lo stesso. Siamo solidali con le ong che stanno disobbedendo a questa tendenza, rivendichiamo il diritto di disobbedire a leggi e imposizioni ingiuste come è anche il recente decreto sicurezza.

Tuttavia non bastano questi confini armati, le mura vanno portate anche dentro casa e possono assumere la forma di ostacoli burocratici.
L’articolo 13 del decreto impedisce l’iscrizione all’anagrafe persino ai richiedenti asilo (che pure sono regolarmente sul territorio), di fatto impedendogli di registrare una residenza e conseguentemente di accedere ai servizi di base come istruzione e sanità, rendendo migliaia di persone invisibili.
La prima sperimentazione di questo “ricatto della residenza” risale a 3 anni fa, quando il decreto Renzi-Lupi “cosiddetto Piano Casa” ha sancito l’impossibilità per tutti coloro che abitano una casa senza titolo (occupanti per necessità, persone che non sono riuscite a pagare regolarmente l’affitto o vittime della malagestione di Aler) di registrare la residenza.


Questa è la riprova che il razzismo non è che un pezzo di una complessiva guerra ai poveri e alle moltitudini dei precari, condotta separandoli gli uni dagli altri per colpirli divisi.
Questa è la logica leghista: costruire una campagna mediatica contro povertà e clandestinità e nei fatti alimentarle con qualsiasi mezzo per poter gridare ancora più forte contro l’inesistente invasione di clandestini. Sappiamo bene che questo circolo vizioso non ha nulla a che fare con la provenienza delle persone: togli a qualcuno qualsiasi possibilità di vivere legalmente e questa sarà costretta a rubare. E’ persino un modo di spingere migliaia di persone nelle mani della criminalità organizzata, mafia, camorra e ‘ndrine che sappiamo bene essere legate a doppio filo alla Lega, in molti territori.

Non bastano le prove più schiaccianti per far terminare questo sproloquio delirante, per fare capire che il problema non sono 49 persone che vedono in queste ore la morte in faccia ma lo sono i 49 milioni di soldi pubblici rubati dalla lega.


Si avvicina il 27 gennaio, la giornata della memoria, come l’anno scorso saremo in piazza e ancora pensiamo che il fine di questa giornata non si limiti a ricordare gli eccidi nazisti del secolo scorso. La memoria, senza la capacità di confrontare criticamente il passato con il presente, è fine a se stessa. In questa giornata come nel resto dell’anno ribadiremo che la legalità non è la giustizia, che le leggi razziali e i lager accompagnati da politiche autoritarie e totalitariste erano legali ma non giuste.
La logica leghista, i cpr e il dl sicurezza, come il decreto scuole sicure sono legali ma nonostante questo rappresentano l’abbattimento dei diritti fondamentali di tantissime persone.

E’ dovere di ognuno di noi disobbedire alle leggi ingiuste, con spirito partigiano, prendere posizione e mettere in gioco i nostri corpi contro le ingiustizie.

Continueremo a mobilitarci, a scendere in piazza contro il la xenofobia, il controllo, e l’autoritarismo.

 

 

 

Stay Tuned…

articoli

Per un 25 Aprile di Liberazione: Resistenza, Diserzione, Decolonialità

Per un 25 Aprile di Liberazione, disertiamo la guerra. Siamo partigian3, dalla parte della resistenza palestinese! Palestina Libera

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

19A Global Strike di Fridays For Future

19 Aprile – 9:30 Largo Cairoli – Global Strike di Fridays For Future! – #FreePalestine – #ClimateJusticeNow – #BoycottGenocide – #BoycottFossilCapitalsim

8M #lungavitasms, difendiamo gli spazi transfemministi

  MUTUO SOCCORSO È SORELLANZA Lo Spazio di Mutuo Soccorso si prepara alla giornata del #LottoMarzo. Giovedì 7 marzo dalle 16:00 - Laboratorio scenografie: prepariamo insieme cartelli, striscioni, cori, panuelos per i cortei dello sciopero. - Vieni a conoscere i...

24 Febbraio Corteo Nazionale #FreePalestine

Sabato 24 Febbraio – Ore 14:30 – Piazzale Loreto
Corteo nazionale contro il genocidio del popolo Palestinese
Segui lo spezzone Decolonize!

Otto Marzo 2024 – Corteo Studentesco

Lotto Marzo! – Venerdì otto Marzo corteo studentesco e dello sciopero – ore 9:30 largo Cairoli – #NonUnaDiMeno #Student3Disobbedient3

Memori(a)E: sostantivo plurale, verbo attivo. 2024.

A cosa serve la memoria? La memoria, o meglio, le memorie degli orrori del passato devono servire a fermare immediatamente i genocidi del present

Iniziativa in Unimi per la laurea di Liliana Segre #GiornataDelleMemorie

Giornata della memoria - Iniziativa in Unimi "L'indifferenza è peggiore della violenza." -Liliana segre Queste le parole di Liliana Segre con cui abbiamo voluto accoglierla all'università statale di Milano, come studenti non indifferenti. Ricordare i genocidi della...

Incontro: memorie Antifasciste per un futuro di libertà

Domenica 28 Gennaio Memorie Antifasciste per un futuro di Libertà Incontro con Franco "Bifo" Berardi e Alessia Manera A seguire Polentata: cena per le spese legali del Cantiere! Il 27 gennaio venne istituita la Giornata della Memoria, per fare i conti su un passato...

Lunga Vita SMS: giornata resistente allo Spazio di Mutuo Soccorso

#LUNGAVITASMS Lo Spazio di Mutuo Soccorso è una casa per chi, tra le speculazioni milanesi e la svendita dell’edilizia pubblica, una casa non la può avere. Lo Spazio di Mutuo Soccorso è riqualificazione dal basso, auto recupero e trasformazione dello spazio urbano, su...

eventi

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità.

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità Giovedì 2 maggio, h.19, grande inaugurazione e vernissage della mostra immersiva e comunitaria! Lo Spazio di Mutuo Soccorso compie 11 anni.Per l'occasione, abbiamo deciso di narrarci, e trasformare il mondo attraverso la parola,...

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

20 Aprile, Serata Groove w/Paprika

20 Aprile 2024 – Serata solo Groove w/Paprika @Cantiere, Via Monterosa 84

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere.

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere! Domenica 14 aprile 2024 dalle 20:00

Sabato 13/4: Stay Punk Stay Antifa!

Stay Punk Stay Antifa!
sabato 13 aprile 24
Dirty Noise, Punk-o-Mat, Fondamenta Nuove
dalle 22 @Cantiere, via Monterosa 84

12 Aprile: Spettacolo “Una lepre con la faccia di Bambina”

H. 18:30 presentazione dello Strike del 19A con FridaysForFuture Milano;
H. 20:00 Cena veg;
H. 22:00 Spettacolo “Una Lepre con la faccia di Bambina

6/4 DecolonizeTheCity presenta: Krash!

Krash! Ballroom Party Sabato 6 Aprile.
Approda al Cantiere una serata dedicata alla Ballroom scene!
#DecolonizeTheCity

23/3 Vaeva, Youngover, Narratore Urbano Live @Cantiere

Ama la musica, odia il fascismo!
Sabato 23 Vaeva, Narratore Urbano e Youngover live @Cantiere

23F Preparazione Corteo e Proiezione “A World Not Ours”

h. 16 preparazione corteo
h. 20 cena sociale
h.21:30 proiezione di A World Not Ours

“Fare Comunità nei margini della città”: tour immersivo e cena sociale a SMS per il World Antropology Day!

"Fare Comunità nei margini della città" Tour Immersivo e cena sociale allo Spazio di Mutuo Soccorso in occasione del World Anthropology Day 2024. Giovedì 15 febbraio H.18.00 tour immersivo allo Spazio di Mutuo Soccorso H.20.00 cena sociale con piatti dal mondo...

approfondimenti

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...