21 Settembre. Corteo degli Studenti Meticci per ricordare Abba

CHI E’ INDIFFERENTE E’ COMPLICE, ORGANIZZIAMOCI CONTRO IL RAZZISMO!

 
 Venerdì 21Settembre ore 9.30 Largo Cairoli – Milano
 
 Partecipa con il tuo collettivo e la tua scuola!  
 
– Studenti Meticci in piazza! –
 
 
Il 14 settembre 2008 Abba Abdul Guibre è stato ucciso. Abba era un ragazzo di diciannove anni, originario del Burkina-Faso, cresciuto in Italia, figlio della #GenerazioneMeticcia.
É stato preso a sprangate fino alla morte da due uomini, padre e figlio, proprietari di un bar, dove con i suoi amici era andato a fare colazione subito dopo una serata. I due uomini tentarono di giustificare l’assassinio commesso dicendo che Abba aveva rubato loro un pacco di biscotti, ma il movente dell’omicidio era un altro: Abba era nero e questo é bastato a far credere a qualcuno che la sua vita valesse meno di una merendina.
 
 Dopo dieci anni dalla sua morte, la situazione in Italia non é che peggiorata. Abba, infatti, é solo una delle vittime della violenza razzista presente nella nostra società.
 
Le stragi di Firenze e Macerata, gli assassini ai cancelli della logistica e nei campi di pomodori, i pestaggi e gli spari nelle città di tutta Italia ci dicono che non si può più stare ad aspettare il prossimo morto. Ma il nostro governo cosa fa a proposito? Niente. Assolutamente niente. Anzi, il silenzio delle istituzioni davanti alla violenza razzista é assordante.
20 anni di politiche che accentuano le diseguaglianze, distruggono la scuola pubblica e alimentano una propaganda d’odio razziale, che negli ultimi anni sta dilagando senza freni.
 
Decreti come la Minniti-Orlando non hanno fanno altro, che aggravare la situazione, stereotipando ed etichettando “il nero” e “il migrante” come un problema, espropriandolo di ogni scintilla di umanità.
La mancata approvazione dello Ius Soli, legge che dà il diritto anche a persone nate o arrivate in Italia nei primi anni di vita, di ricevere la cittadinanza italiana, mostra ancora una volta un’indifferenza eclatante.
 
La legge non sono non é passata, ma non é nemmeno arrivata alla votazione, dal momento che all’ultima seduta dell’anno scorso, mancava il numero legale al Senato. La votazione é stata quindi spostata al 9 gennaio 2018, ovvero dopo la fine della legislatura e lo scioglimento delle Camere, quando ormai non avrebbe più avuto la possibilità di essere approvata.
Non c’è stata neanche la volontà politica di discuterla.
 
Con il nuovo governo e Salvini agli interni, dobbiamo aspettarci di tutto. Partiti come Lega e M5S, sfruttano ignoranza e disinformazione per portare avanti politiche xenofobe, le cui conseguenze si riversano su persone che non stanno facendo altro che cercare una vita degna di essere chiamata tale.
 
Come si è visto negli ultimi mesi, i nostri ministri non si fanno nessun tipo di problema a chiudere i porti, lasciando, come nel caso della ONG Aquarius, 629 migranti, tra cui 123 minori, undici bambini e sette donne incinte, in mezzo al mar Mediterraneo, ormai un cimitero a cielo aperto.
 
Come Telmo Pievani e Valerio Calzolaio affermano del loro libro ‪”Libertá di migrare“ -“gli esseri umani sono evoluti anche grazie alle migrazioni: “questa è una delle ragioni per cui garantire la libertà di migrare, soprattutto nel momento in cui i cambiamenti climatici, oltre che le emergenze politiche, sociali ed economiche, provocano flussi forzati”-.
 
Migrare è una pratica che gli uomini mettono in atto fin dalle epoche preistoriche. Le migrazioni sono un fenomeno costitutivo e costruttivo della nostra specie e possono essere dettate da vari fattori come i cambiamenti climatici, le guerre, la povertà o, semplicemente, dal desiderio di conoscenza o dalla ricerca di migliori opportunità e sbocchi futuri.
Negare la libertà di spostarsi o rimanere in un determinato paese, è sintomo di una repressione voluta per arricchire e agevolare chi è già privilegiato.
 
Il 21 settembre scenderemo in piazza per ricordare Abba e tutte le vittime della violenza razzista e squadrista. Crediamo che la metropoli di Milano sia come un grande oceano che tocca ogni sponda, in cui confluiscono diversi saperi e culture.
Scendiamo in piazza per ribadire che siamo una società meticcia, siamo student* meticci: le nostre classi, fin dall’asilo, sono composte da persone provenienti da tutte le parti del mondo, per questo non possiamo rimanere in silenzio e vedere diritti negati alle persone con cui cresciamo e viviamo.
Una rivendicazione fondamentale per noi studenti è di guadagnarci più spazi di socialità e aggregazione, luoghi in cui incontrarci, discutere ed essere complici, in cui capire e far capire che Abba era esattamente come noi e che è stato ucciso senza un reale motivo, se non quello di essere nero.
 
Il 13 Settembre saremo al festival antirazzista “Abba Cup” al parco Sempione, per raccogliere spunti da ogni studente e collettivo che parteciperà e per costruire insieme la manifestazione del 21 settembre.
Ci vediamo nelle scuole e nelle piazze, con Abba nel cuore.
 
CHI E’ INDIFFERENTE E’ COMPLICE, ORGANIZZIAMOCI CONTRO IL RAZZISMO!!
Venerdì 21Settembre ore 9.30 Largo Cairoli – Milano

STUDENTI METICCI IN PIAZZA  

Oggi Milano è stata attraversata da centinaia di studenti nel ricordo di abba e tutte le vittima della violenza razzista.

I punti che abbiamo toccato sono:

Scuola e cultura contro decreti razzisti- Abbiamo iniziato il corteo con una striscionata contro il decreto Scuole Sicure e il ministro che l’ha proposto, contro l’aumentare del controllo all’interno delle nostre scuole che arriva persino a trovare poliziotti in giro per le classi.  

Palazzo informazione – Passando dal palazzo dell’informazione abbiamo avuto l’occasione di Parlare di Fake news e della continua corruzione dell’informazione come la conosciamo, di parte e incompleta. Abbiamo parlato dell’importanza di diffondere contro-informazione e non rimanere imparziali difronte all’assordante silenzio dei media difronte agli abusi e alle violenze che milioni di persone subiscono ogni giorno per colpa dei nostri accordi sull’immigrazione.

Stazione centrale– un ulteriore barriera interna alla nostra città, un luogo simbolo delle migrazioni e della libertà di Movimento  a milano che oggi giorno vengono militarizzati e sono ora il simbolo delle retate e della violenza poliziesca.

Palazzo della Regione- Il corteo si è fermato dal palazzo della Regione, “Presidiato” dalla Lega e ha bersagliato una grande caricatura di Salvini contro le per protestare contro anni di Politiche xenofobe sull’immigrazione che ci ha portato oggi alla messa in atto dei CPR e alle preoccupanti bozze di salvini di un nuovo decreto che mira a criminalizzare e imprigionare  i migranti, uno spaventoso laboratorio di pratiche che un giorno potrebbero ripercuotersi sui diritti di tutt*. Abbiamo colto l’occasione anche per Rispondere al presidente della regione Fontana che ancora dichiara l’esistenza della razza bianca dicendogli: L’unica Razza è Quella Umana.

Via Zuretti- Il Punto Conclusivo del Corteo è stata Via Zuretti,Il luogo dove Abba è Stato ucciso da due razzisti:Padre e Figlio, proprietari di un bar sulla via,al grido di”Sporco negro!”  Abba è Stato ucciso con L’accusa di aver rubato un pacco di biscotti, ci rifiutiamo di credere che la vita di un ragazzo di 19 anni per qualcuno valga meno di una manciata di biscotti. Dalla sua morte ad oggi gli studenti sono stati i primi a mobilitarsi per ricordare Abba e tutte le vittime della Violenza Razzista e Fascista. Arrivati nella via abbiamo ascoltato gli interventi dei collettivi, abbiamo sentito dagli studenti la descrizione del desiderio di lotta e di riscatto che ancora oggi ci porta a scendere in piazza con Abba nel cuore. Abbiamo macchiato la via con tante impronte rosse a simboleggiare  le mani sporche  di sangue di tutte le vittime del razzismo.

 

ADESIONI AL CORTEO STUDENTESCO

i collettivi che hanno aderito al corteo:

Collettivo Einstein

collettivo cremona 

collettivo boccioni

collettivo cardano gentileschi 

collettivo brera 

COBE Collettivo Beccaria

Collettivo Vittorio veneto

Collettivo russel- Galvani

 

Studenti da:

Tenca 

Falcone gallararte

Frisi

Vespucci 

Ipc verri

Agnesi

Leonardo da Vinci

Kandinski 

Parini

———————————————-
 
 
X INFO :
Ogni mercoledi’ assemblea dei collettivo h 15:30 al Centro Sociale Cantiere via Monterosa 84 -Lotto- MM1/MM5 bus- 90/91
 
sito web : www.cantiere.org
email: ccsmilanoinfo@gmail.com
instangram : ccs_riot_maker
 
 
 

Author:

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *