7 dicembre 2014  – Va in scena oggi la Prima della Scala, celeberrima passerella della casta del paese, e non solo: dai vip dei salotti televisivi e imprenditori, a politici e affaristi, corrotti, mafiosi e razzisti d’ogni genere e grado. Sono attesi oggi, tra gli altri, Christine Lagarde -direttrice del Fondo Monetario Internazionale, organizzazione che ha inventato e imposto i meccanismi del debito agli stati e che detta le regole dei tagli e delle politiche di austerity-, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che ha annunciato venerdì il nuovo piano di svendita di 6700 alloggi pubblici di Aler (alla faccia delle soluzioni all’emergenza abitativa di cui si parla tanto), e il presidente del Senato Piero Grasso, che proprio mercoledì ha dato, con la sua fiducia al Jobs Act, il colpo di grazia ai diritti dei lavoratori, condannando le giovani generazioni al lavoro gratuito e sottopagato e alla precarietà. Non vi stupite se siamo incazzati. La loro rappresentazione di sfarzo, lusso e ricchezza stride con la realtà che li circonda. La crisi è vera e colpisce migliaia di persone, la sofferenza a cui è condannato il 99% è per garantire a qualcun altro posti comodi in poltrona, a teatro così come nei palazzi del potere. Ma oggi la città va in scena, coucou, ci siamo anche noi… Come dimostrano le mobilitazioni che da oltre un mese scuotono la città sul tema del diritto alla casa e all’abitare non si possono fare i conti senza considerare chi produce la ricchezza, chi vive e abita le città. #FuckAusterity #StopEviction! Leggi i messaggi dalla piazza.

– Leggi il comunicato sull’iniziativa

– Foto in aggiornamento


– I messaggi della piazza

– Rassegna Stampa

La diretta:

h.19.15
Un corteo di centinaia di persone riempie piazza Duomo piena di turisti e milanesi in “gita” in centro per la festa di S.Ambrogio, slogan e cori, un po’ di colore nella triste e grigia Milano, tanta solidarietà da parte dei passanti e note musicali con la Banda degli Ottoni!

h.19.00 La piazza ottiene la liberazione del ragazzo fermato, e ora i partecipanti alla giornata di lotta si spostano in corteo attraverso la Galleria Vittorio Emanuele verso piazza del Duomo, passando tra le sfarzose vetrine, simbolo di una città vetrina e dei consumi (dei pochi che possono permetterseli), uno schiaffo in faccia a chi ogni giorno deve far quadrare i conti per portare il pane in tavola.

h.18.50 Le risposte del governo violento e corrotto di Renzi a chi chiede casa diritti e reddito per tutti sono Piano Casa, Jobs Act, Buona Scuola sono cariche della polizia, teste rotte e arresti. Ora la piazza si è ricompattata intenzionata a non andarsene fino alla liberazione del ragazzo fermato. Si parte si torna insieme!

h.18.30: Il nostro presidio ha raggiunto piazza della scala, ora invasa da centinaia di persone. Sventolano bandiere stop sfratti e sgomberi, no tav, e antifa. Pochi minuti, e di nuovo la polizia carica violentemente i manifestanti in mezzo alla piazza, ma i cordoni resistono: non riescono a disperdere il blocco di attivisti, che rimane a presidiare la piazza di fronte al Teatro. Un ragazzo viene stato fermato dalla polizia, proprio davanti a quella che doveva essere la Casa dei Milanesi e invece pare sempre di più essere un bunker a tutti gli effetti: lo schieramento di forze dell’ordine, in mezzo alla piazza e nelle vie laterali è davvero incredibile. I manifestanti non se ne andranno finchè i ragazzi arrestati non saranno rilasciati.

h.18.15:
Una nuova carica in Piazza della Scala, agguato alla piazza da parte della polizia. La piazza però ferma la carica della polizia e rimane compatta. Da via Santa Margherita intanto è partito in corteo il blocco di studenti e abitanti e si muove verso la galleria per raggiungere gli altri manifestanti.

h.17.50: Milano – Quartieri solidali accerchiano il bunker della casta! Oltre al blocco in via Santa Margherita, dai quartieri si arriva in Galleria, dove i Comitati calano uno striscione dalle impalcature. Anche da via Case Rotte arriva un corteo per contestare #PrimaScala. Ascolta l’audio dalla piazza: h.17.45: Iniziano ad entrare Mario Monti, Scalfarotto, arrivano Grasso e Pisapia: entrano tutti dall’ingresso secondario. Nel frattempo il Sovrintendente della Scala dichiara “Siamo abituati alle solite contestazioni, ma dobbiamo difendere il nostro brand nel mondo”. Però questa volta con il Fidelio ci avete convocato: l’opera parla infatti di liberazione dalla tirannia e dalle ingiustizie sociali.

h.17.30:
“BASTA CASE SENZA PERSONE, BASTA PERSONE SENZA CASA!” “”CASA PER TUTTI MISERIA PER NESSUNO”, solo alcuni degli slogan che vengono scanditi dalla piazza e che riecheggiano fino all’ingresso del teatro .

h.17.15:
Stiamo ancora bloccando via Santa Margherita, vogliamo raggiungere la Scala e partecipare allo spettacolo!  Di fronte, uno schieramento incredibile di polizia: altri soldi pubblici spesi per utilizzare le forze dell’ordine come guardie private al soldo della casta di politici e affaristi fascio-mafiosi.

h.17.00: I cartelli parlano chiaro, il messaggio è semplice: quella che va in scena stasera alla Scala è la rappresentazione del nostro mondo, dove poche centinaia di persone detengo la ricchezza che gli altri miliardi producono; sfarzo, pellicce, rolex e limousine, truppe in assetto da guerra che blindano una città e manganellano chi prova a portare il dissenso nelle strade. SGOMBERIAMO LA CASTA! NOI LA CRISI NON LA PAGHIAMO!

h.16.50:
Il blocco di studenti, precari, abitanti dei quartieri popolari rimane compatto nonostante le violente cariche.

h. 16.30:
Due cariche a freddo violentissime in via Silvio Pellico sui manifestanti che arrivavano dal concentramento di piazza Selinunte. Subito alcuni feriti alla testa.

h. 15.00:
Il concentramento in piazza Selinunte inizia a riempirsi. Dai quartieri al centro della città “Basta case senza persone basta persone senza case!”

h. 14.00:
Finiamo di preparare le coreografie da portare in piazza. Guarda la galleria fotografica con tutti i messaggi politici!

articoli

QUESTA SCUOLA CI STA UCCIDENDO! In piazza per Lorenzo

Venerdì pomeriggio a Udine uno studente di soli 18 anni, Lorenzo Parelli, è morto nelle ultime ore del suo ultimo giorno di alternanza scuola-lavoro. Lorenzo é morto, schiacciato da una trave , simbolo del sistema che ci schiaccia ogni giorno. Se non fai alternanza...

San Siro: i nostri diritti più in alto delle vostre speculazioni.

SAN SIRO: I NOSTRI DIRITTI PIU' IN ALTRO DELLE VOSTRE SPECULAZIONI San Siro è uno dei più grandi quartieri di edilizia residenziale pubblica a Milano ha un patrimonio abitativo di 5.996 abitazioni, 1416 sono vendute e solo 2521 sono assegnate, 800 occupate, 572 in...

NO al nucleare! Blitz alla sede dell’ Unione Europea!

NO NUKE IN OUR FUTURE! No scorie, No profitti, No Armi!   Siamo alla sede milanese dell'Unione europea perché domani sarà l'ultimo giorno per impedire che nucleare e gas vengano classificate come fonti di energia sostenibile SEGUICI SUI...

La DAD non è la soluzione: OCCUPIAMOCI di scuola!

La DAD non è la soluzione: OCCUPIAMOCI della scuola! La priorità del governo è aprire le scuole in presenza, ma cosa è stato fatto affinché questo avvenga? Solo dichiararlo!  Siamo tornati a scuola e nulla è cambiato: la scuola continua ad essere l’ultima ruota del...

Ciao Vito, continueremo a disegnare altri mondi possibili

Ciao Vito, compagno instancabile con il sole e con la pioggia. La tua ruvidezza sincera e il tuo brontolare operoso ci faranno compagnia non solo nei ricordi ma rimarrai per sempre presenza costante. Non dimenticheremo mai la tua creatività artigiana, l'entusiasmo...

Natale Solidale a SanSiro! 18 dicembre dalle 15 in pza Selinunte

Sabato 18 dicembre "NATALE SOLIDALE A SAN SIRO" dalle 15.00 in piazzale Selinunte! Programma della giornata:h 15:00 laboratorio artistico, stencil e colori per tutte tutti a cura della Bottega delle Arti di SMS Spazio di Mutuo Soccorso;h 15:30 lezione di boxe per...

Milano non dimentica Piazza Fontana. Ama la libertà, rifiuta fascismo e razzismo.

Non c'è futuro senza memoria: durante il corteo per non dimenticare la strage di #PiazzaFontana siamo passati di fianco al consolato Libico, dove abbiamo voluto lanciare un messaggio di solidarietà con le proteste che da settimane ormai proseguono sotto l' #Unhcr di...

Recovery Plan-et: Tax the rich! 7 Dic @Prima della Scala

Oggi è andato in scena il #MutuoSoccorso alla #PrimadellaScala perché costruire dal basso un'alternativa a questo sistema insostenibile è urgente e necessario! Questo modello di sviluppo si basa sullo sfruttamento del pianeta e di chi lo abita. Le conseguenze del...

10 Dicembre Corteo Studentesco – NON C’È FUTURO SENZA MEMORIA – Gli studenti non dimenticano Piazza Fontana!

Il 12 dicembre del 1969 in piazza Fontana esplode una bomba uccidendo 17 persone e ferendone quasi 100. A mettere la bomba fu il gruppo fascista Ordine Nuovo, con il mandato e l’appoggio dei servizi segreti dello stato. PerchéAlla fine degli anni ‘60, i movimenti...

Fantasie di complotto e cospirazioni neofasciste

OGGI ORE 18.30 IN DIRETTA LIVENelle piazze d'Italia e del mondo una vulgata che mischia individualismo, irrazionalismo e attrae anche generiche istanze di rabbia sociale si sta mobilitando, sostanzialmente nel nome della sfiducia nella scienza.PARLIAMO CONLeonardo...

eventi

Domenica 30 gennaio Cena Cinese al Cantiere

Domenica 30 gennaio dalle 20 al Cantiere Cena sociale cinese a sostegno delle spese legali del Cantiere! Questa domenica anche in occasione del capodanno cinese si potranno degustare gustosissimi piatti cinesi per sostenere quante e quanti ogni giorno attivano...

Venerdì 21 gennaio DISCHI VOLANTI al Cantiere

👽DischiVolanti👽🍺APERITIVO BEER&CHEESE🧀🔥MERCATINO DEL VINILE🔥🔸Venerdì 21 Gennaio, dalle 19:00, ci vediamo al Cantiere per un aperitivo genuino con le birre e i formaggi del Gruppo di Acquisto Solidale Popolare.🔸In contemporanea, un bellissimo mercatino di vinili...

Buss a Dinner/Space Dinner – Cena e dibattito sulla canapa

BUSS A DINNERCena e dibattito sulla Canapa Questo sabato al Cantiere una serata dedicata alla canapa e ai suoi benefici in cui approfondire il referendum sulla legalizzazione della cannabis. Cena a base di canapa powered by Taverna Sociale Clandestina  Parleremo...

Tributo a De Andrè e Cena ligure

“Non essendo padrone che di una piccola arte spesso dovetti cambiarla con il cibo” Sabato 15 Gennaio, a 24 anni dalla morte del cantautore, omaggiamo Fabrizio De Andrè con una CENA LIGURE. PER PRENOTARE https://www.eventbrite.com/.../cena-ligure-in-tributo-a......

AfroVibration: sabato 11 dicembre cena e musica

AfroVibrations w/ DJ Halo & DJ MadMattSABATO 11AFRO VIBRATIONSMUSIC AGAINST RACISM Al Cantiere, una serata antirazzista a base di ritmi afro Unire musica e antirazzismo, raccontando altri mondi possibili, senza confini e senza muri AI CONTROLLIDJ HALO outta...

19 dicembre – Cenone di Natale al Cantiere!

Cenone di Natale al Cantiere! Per prenotare clicca qui: https://www.eventbrite.it/e/gran-cenone-di-natale-tickets-222905756117 Domenica 19 dicembre dalle 20.00 un’ultima cena per chiudere in buona compagnia questo 2021 di lotta e solidarietà. Un menù ricco e gustoso...

Fantasie di complotto e cospirazioni neofasciste

OGGI ORE 18.30 IN DIRETTA LIVENelle piazze d'Italia e del mondo una vulgata che mischia individualismo, irrazionalismo e attrae anche generiche istanze di rabbia sociale si sta mobilitando, sostanzialmente nel nome della sfiducia nella scienza.PARLIAMO CONLeonardo...

Cena d’autunno per le spese legali del Cantiere.

Domenica 21 novembre 2021 dalle 20.00 al Cantiere CENA D’AUTUNNO PER LE SPESE LEGALI Una cena a km0 e solidale con prodotti del G.A.S.P. – Spazio Mutuo Soccorso Una cena come sempre all’insegna della socialità, del buon cibo e della buona musica, a sostegno delle...

ZeroCalcare: Proiezione della serie “Strappare lungo i bordi”

  Venerdi 19 novembre 2021 dalle 21.30 al Cantiere Dopo l'incontro "Quali libertà? Quali conflitti?" Strappare lungo i bordi / maratona della serie di Zerocalcare   Da Rebibbia arriva ''Strappare lungo i bordi'' la serie animata di ZeroCalcare (6 episodi da...

Incontro pubblico: quale libertà, quali conflitti?

Venerdì 19 Novembre, al Cantiere, alle 19.00 A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso cui leggere quelle piazze. [...]Invece di avere la Libertà di fare...

approfondimenti

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...

In Cile il neoliberismo è in crisi

In Cile si sintetizza una combinazione esplosiva di un libero mercato senza anestesia e una democrazia completamente delegittimata, che conserva solo il suo nome. È degenerato in una plutocrazia che, fino a pochi giorni fa - ma non più - è stata misurata dalle...

Il Sud America si solleva contro il neoliberismo

Il neoliberismo è in crisi. In molti paesi dell'America latina le piazze sono piene: milioni di persone si oppongono, dal Cile all'Ecuador, alle politiche neoliberali applicate ai governi di destra. Nel frattempo le elezioni amministrative colombiane e quelle...