No alla schedatura delle donne

I Centri Antiviolenza lombardi della rete D.i.Re. rifiutano i criteri di Regione Lombardia

♦ No all’inserimento nell’Albo regionale dio enti, associazioni e fondazioni che non abbiano le caratteristiche dei Centri Antiviolenza;

♦ No all’improvvisazione da parte di realtà che si sono sempre occupate d’altro e che vedono in questa attività un accesso ai finanziamenti pubblici senza avere un’adeguata e continuativa esperienza;

♦ No all’obbligatorietà della sottoscrizione di protocolli interistituzionali per l’iscrizione all’Albo;

♦ No all’impostazione attuale del sistema di raccolta dati ORA con l’imposizione dell’identificazione della donna con il suo codice fiscale;

♦ No alla pubblicizzazione del “fascicolo donna”

[dal comunicato stampa delle Cade delle Donne e Centri Antiviolenza Rete della Lombardia]


Guarda la diretta della conferenza stampa del 6 giugno alla Casa di Accoglienza delle Donne Maltrattate


Link utili:

http://www.direcontrolaviolenza.it

www.direcontrolaviolenza.it

Risultati immagini per casa di accoglienza delle donne maltrattate di milano

www.cadmi.org

Risultati immagini per non una di meno 8 marzo

nonunadimeno.wordpress.com