Scuole in mobilitazione! Venerdi 12 corteo studentesco: assediamo la regione! H.9.30 in Cairoli

Buona scuola, Piano Casa e Jobs Act svendono i diritti! 

L'UNICA BUONA SCUOLA: METICCIA, SOLIDALE, RIBELLE! 

 

Il ladrone Maroni vuole TAGLIARE IL 40% dei fondi per il Diritto allo Studio e 35 MILIONI ALL'ISTRUZIONE pubblica in Lombardia?? Assediamo la regione!! Difendiamo la scuola pubblica dall'ignoranza leghista e l'arroganza della casta! #CulturaGratis

TAPPE DI AVVICINAMENTO

> Venerdì 7 Dicembre, h.15, Piazza della Scala: dai quartieri al centro città, accerchiamo la festa della casta!
 
> dall'8 all'11 Dicembre: settimana di mobilitazione e assemblee nelle scuole! 
 
> Martedì 9 Dicembre, h.15 @ Università Statale (via festa del Perdono): Incontro pubblico "BOMBE, CONDOR E COLPI DI STATO: la governance della tensione tra Italia e Sud America dagli anni '60 ad oggi" con professor Saccoman (storia contemporanea, Bicocca), ass.di promozione culturale Pachamama, Javier Espinal (Fruente de la Resistencia Popular, Honduras)

 

Partecipa! Organizzati! Lotta! 

Contattaci aiutaci a diffondere!

Lanciamo un corteo studentesco il 12 Dicembre per ricordare la strage di Piazza Fontana... Clicca e LEGGI IL TESTO INTERO...

nel 1969, quando una bomba venne piazzata dallo Stato per mano di un gruppo di fascisti, uccidendo 17 persone. Di questa bomba vennero incolpati gli anarchici, ed ebbe inizio così la STRATEGIA DELLA TENSIONE (misero una bomba anche alla stazione di Bologna, a piazza della Loggia a Brescia) con lo scopo di sedare i movimenti studenteschi e sociali che scuotevano l'Italia e rivendicavano più diritti: una strategia messa in campo dallo Stato per mano dei neofascisti, cosi da scatenare il terrore e avere terreno per imporre svolte autoritarie nel paese. RICORDARE PIAZZA FONTANA SIGNIFICA NON DIMENTICARE UNA STORIA GIA' VISTA, PERCHE' SENZA MEMORIA NON C'E' NESSUN FUTURO.

IL PASSATO E' UN FUTURO DI MERDA

Oggi come ieri, i fascisti sono servi dello Stato: la Lega Nord e i gruppi neofascisti fomentano il razzismo per alimentare la guerra tra poveri raccontando che è colpa dei migranti se c'è la crisi così da poter continuare a rubare soldi pubblici indisturbati: l'inchiesta MAFIA CAPITALE è la dimostrazione che per loro il razzismo è un business su cui fare affari da milioni di euro. Forza nuova a Milano chiede di segnalare le attività "pro omosessuali" mentre a roma casapound impedisce ai bambini migranti di entrare nelle scuole. CACCIAMO QUESTI RIGURGITI DALLE SCUOLE PERCHE' INDIETRO NON SI TORNA, LA CRISI NON SI RISOLVE TORNANDO A UN PASSATO CHE QUESTO PAESE HA GIA' VISTO, FATTO DI DISCRIMINAZIONE, VIOLENZA, RAZZISMO, MANCANZA DI DIRITTI! Le scuole sono meticcie e solidali, siamo antirazzisti e antifascisti, non ci stiamo ai tentativi di fomentare la guerra tra poveri a scuola come nei quartieri popolari: sappiamo che la crisi è colpa di chi governa, di chi approva leggi come il Jobs Act, il piano casa, o la buona scuola, leggi che vendono ai privati i nostri diritti e cancellano il nostro futuro.

L'UNICA BUONA SCUOLA: METICCIA, SOLIDALE, GRATUITA!

La scuola non è un'azienda! Da settembre scendiamo in piazza contro la buona scuola di Renzi e soci, che in perfetta linea con le riforme fallite viste negli ultimi decenni ancora racconta che la soluzione è vendere l'istruzione pubblica ai privati invece che investire i soldi pubblici in una scuola accessibile a tutti. La buona scuola assume 150'000 insegnanti e intanto cancella 460'000 precari dalla graduatoria che quindi saranno esclusi dall'insegnamento dopo anni di studi e precariato! Dobbiamo fermare la svendita la scuola pubblica! Gli istituti saranno costretti a finanziarsi con fondi privati di aziende, facendo lavorare gratuitamente gli studenti in stages che non insegnano nulla se non a essere manodopera gratuita: ci raccontano che lavorare gratis è un'opportunità, come ad esempio il volontariato per EXPO. Il lavoro gratuito giova solamente alle aziende che così non devono assumere e pagare dei dipendenti. Ci vogliono precari e ignoranti,perchè cosi siamo più facili da governare. Non è un caso che sia stato approvato in questi giorni il Jobs Act, una legge che colpisce i lavoratori cancellando ogni tutela sindacale, cioè il diritto a potersi ribellare, e che definitivamente RENDE PRECARIA A VITA LA NOSTRA GENERAZIONE, il cui unico futuro sarà così quello dello sfruttamento e dell'obbedienza alle loro leggi. IN QUESTI GIORNI, IN TUTTA ITALIA DECINE DI SCUOLE STANNO OCCUPANDO CONTRO LA BUONA SCUOLA E IL JOBS ACT, RIVENDICANDO IL DIRITTO A UNA SCUOLA GRATUITA E PER TUTTI.

#UNIAMO LE LOTTE: Buona scuola e piano casa svendono i diritti!

Mentre viene scagliato questo attacco alla nostra generazione, dall'altro lato la cricca al governo mette in pratica il piano casa, una legge approvata per ATTACCARE I MOVIMENTI PER LA CASA e chi negli ultimi anni ha praticato la riappropriazione come risposta all'emergenza abitativa. Il piano casa, proprio come la buona scuola, prevede la SVENDITA DEL PUBBLICO AI PRIVATI, cioè LA VENDITA DELLE CASE POPOLARI A PRIVATI E SPECULATORI. Da settimane Milano è laboratorio di sperimentazione di questa legge, con un attacco agli occupanti per necessità nei quartieri Aler: vogliono sgomberare famiglie che hanno occupato perchè la gestione mafiosa di Aler e Regione Lombardia ha bloccato le graduatorie lasciando 10mila case vuote e migliaia di persone senza casa. Ora il piano di questi carrieristi in poltrona è vendere l'edilizia pubblica, senza dare alcuna soluzione a chi rimarrà senza un tetto. Siamo solidali e complici con i comitati di abitanti dei quartieri che lottano e resistono a sfratti e sgomberi! UNIAMO LE LOTTE PERCHE' SIAMO CONTRO UN SISTEMA INGIUSTO: RACCONTANO CHE C'E' LA CRISI E CI CHIEDONO DI TIRARE LA CINGHIA, MA I SOLDI SONO TUTTI NELLE LORO TASCHE, NELLE LORO AUTO BLU, NELLE LORO VILLE.... DICONO CHE LA SOLUZIONE E' L'AUSTERITA', E VORREBBERO VEDERCI A TESTA BASSA AD ACCETTARE IL LORO SISTEMA.

Il 12 DICEMBRE CI RIPRENDEREMO Piazza Fontana, chiusa agli studenti il 14 novembre mentre in tutta Italia la nostra generazione era in piazza contro buona scuola e jobs act: riprenderemo piazza Fontana per riprenderci un pezzo di memoria partigiana, per sancire che di ogni emergenza i responsabili sono loro, che non accetteremo di veder affrontate le questioni sociali come problemi di ordine pubblico.

Oggi come ieri il problema sono i diritti: Jobs Act, #buonascuola, #pianocasa, gestione cilena dell’”ordine pubblico”. Oggi riprendersi piazza Fontana, la città tutta e i nostri diritti significa non essere disposti a cedere neanche un millimetro di libertà.

INVESTIRE NELLA CULTURA E' L'UNICO ANTIDOTO
CONTRO IGNORANZA E RAZZISMO

Coordinamento dei Collettivi Studenteschi
Assemblea tutti i mercoledì h15.30 @CS CANTIERE via monterosa 84

partecipa organizzati lotta

 

LA STRAGE DI PIAZZA FONTANA

ECCO COS'E' IL JOBS ACT

APPROFONDIMENTO UNIAMO LE LOTTE!

ECCO COS'E' IL PIANO CASA

Buona scuola, Piano Casa e Jobs Act svendono i diritti! 

L'UNICA BUONA SCUOLA: METICCIA, SOLIDALE, RIBELLE! 

 

Il ladrone Maroni vuole TAGLIARE IL 40% dei fondi per il Diritto allo Studio e 35 MILIONI ALL'ISTRUZIONE pubblica in Lombardia?? Assediamo la regione!! Difendiamo la scuola pubblica dall'ignoranza leghista e l'arroganza della casta! #CulturaGratis

TAPPE DI AVVICINAMENTO

> Venerdì 7 Dicembre, h.15, Piazza della Scala: dai quartieri al centro città, accerchiamo la festa della casta!
 
> dall'8 all'11 Dicembre: settimana di mobilitazione e assemblee nelle scuole! 
 
> Martedì 9 Dicembre, h.15 @ Università Statale (via festa del Perdono): Incontro pubblico "BOMBE, CONDOR E COLPI DI STATO: la governance della tensione tra Italia e Sud America dagli anni '60 ad oggi" con professor Saccoman (storia contemporanea, Bicocca), ass.di promozione culturale Pachamama, Javier Espinal (Fruente de la Resistencia Popular, Honduras)

 

Partecipa! Organizzati! Lotta! 

Contattaci aiutaci a diffondere!

Lanciamo un corteo studentesco il 12 Dicembre per ricordare la strage di Piazza Fontana... Clicca e LEGGI IL TESTO INTERO...

nel 1969, quando una bomba venne piazzata dallo Stato per mano di un gruppo di fascisti, uccidendo 17 persone. Di questa bomba vennero incolpati gli anarchici, ed ebbe inizio così la STRATEGIA DELLA TENSIONE (misero una bomba anche alla stazione di Bologna, a piazza della Loggia a Brescia) con lo scopo di sedare i movimenti studenteschi e sociali che scuotevano l'Italia e rivendicavano più diritti: una strategia messa in campo dallo Stato per mano dei neofascisti, cosi da scatenare il terrore e avere terreno per imporre svolte autoritarie nel paese. RICORDARE PIAZZA FONTANA SIGNIFICA NON DIMENTICARE UNA STORIA GIA' VISTA, PERCHE' SENZA MEMORIA NON C'E' NESSUN FUTURO.

IL PASSATO E' UN FUTURO DI MERDA

Oggi come ieri, i fascisti sono servi dello Stato: la Lega Nord e i gruppi neofascisti fomentano il razzismo per alimentare la guerra tra poveri raccontando che è colpa dei migranti se c'è la crisi così da poter continuare a rubare soldi pubblici indisturbati: l'inchiesta MAFIA CAPITALE è la dimostrazione che per loro il razzismo è un business su cui fare affari da milioni di euro. Forza nuova a Milano chiede di segnalare le attività "pro omosessuali" mentre a roma casapound impedisce ai bambini migranti di entrare nelle scuole. CACCIAMO QUESTI RIGURGITI DALLE SCUOLE PERCHE' INDIETRO NON SI TORNA, LA CRISI NON SI RISOLVE TORNANDO A UN PASSATO CHE QUESTO PAESE HA GIA' VISTO, FATTO DI DISCRIMINAZIONE, VIOLENZA, RAZZISMO, MANCANZA DI DIRITTI! Le scuole sono meticcie e solidali, siamo antirazzisti e antifascisti, non ci stiamo ai tentativi di fomentare la guerra tra poveri a scuola come nei quartieri popolari: sappiamo che la crisi è colpa di chi governa, di chi approva leggi come il Jobs Act, il piano casa, o la buona scuola, leggi che vendono ai privati i nostri diritti e cancellano il nostro futuro.

L'UNICA BUONA SCUOLA: METICCIA, SOLIDALE, GRATUITA!

La scuola non è un'azienda! Da settembre scendiamo in piazza contro la buona scuola di Renzi e soci, che in perfetta linea con le riforme fallite viste negli ultimi decenni ancora racconta che la soluzione è vendere l'istruzione pubblica ai privati invece che investire i soldi pubblici in una scuola accessibile a tutti. La buona scuola assume 150'000 insegnanti e intanto cancella 460'000 precari dalla graduatoria che quindi saranno esclusi dall'insegnamento dopo anni di studi e precariato! Dobbiamo fermare la svendita la scuola pubblica! Gli istituti saranno costretti a finanziarsi con fondi privati di aziende, facendo lavorare gratuitamente gli studenti in stages che non insegnano nulla se non a essere manodopera gratuita: ci raccontano che lavorare gratis è un'opportunità, come ad esempio il volontariato per EXPO. Il lavoro gratuito giova solamente alle aziende che così non devono assumere e pagare dei dipendenti. Ci vogliono precari e ignoranti,perchè cosi siamo più facili da governare. Non è un caso che sia stato approvato in questi giorni il Jobs Act, una legge che colpisce i lavoratori cancellando ogni tutela sindacale, cioè il diritto a potersi ribellare, e che definitivamente RENDE PRECARIA A VITA LA NOSTRA GENERAZIONE, il cui unico futuro sarà così quello dello sfruttamento e dell'obbedienza alle loro leggi. IN QUESTI GIORNI, IN TUTTA ITALIA DECINE DI SCUOLE STANNO OCCUPANDO CONTRO LA BUONA SCUOLA E IL JOBS ACT, RIVENDICANDO IL DIRITTO A UNA SCUOLA GRATUITA E PER TUTTI.

#UNIAMO LE LOTTE: Buona scuola e piano casa svendono i diritti!

Mentre viene scagliato questo attacco alla nostra generazione, dall'altro lato la cricca al governo mette in pratica il piano casa, una legge approvata per ATTACCARE I MOVIMENTI PER LA CASA e chi negli ultimi anni ha praticato la riappropriazione come risposta all'emergenza abitativa. Il piano casa, proprio come la buona scuola, prevede la SVENDITA DEL PUBBLICO AI PRIVATI, cioè LA VENDITA DELLE CASE POPOLARI A PRIVATI E SPECULATORI. Da settimane Milano è laboratorio di sperimentazione di questa legge, con un attacco agli occupanti per necessità nei quartieri Aler: vogliono sgomberare famiglie che hanno occupato perchè la gestione mafiosa di Aler e Regione Lombardia ha bloccato le graduatorie lasciando 10mila case vuote e migliaia di persone senza casa. Ora il piano di questi carrieristi in poltrona è vendere l'edilizia pubblica, senza dare alcuna soluzione a chi rimarrà senza un tetto. Siamo solidali e complici con i comitati di abitanti dei quartieri che lottano e resistono a sfratti e sgomberi! UNIAMO LE LOTTE PERCHE' SIAMO CONTRO UN SISTEMA INGIUSTO: RACCONTANO CHE C'E' LA CRISI E CI CHIEDONO DI TIRARE LA CINGHIA, MA I SOLDI SONO TUTTI NELLE LORO TASCHE, NELLE LORO AUTO BLU, NELLE LORO VILLE.... DICONO CHE LA SOLUZIONE E' L'AUSTERITA', E VORREBBERO VEDERCI A TESTA BASSA AD ACCETTARE IL LORO SISTEMA.

Il 12 DICEMBRE CI RIPRENDEREMO Piazza Fontana, chiusa agli studenti il 14 novembre mentre in tutta Italia la nostra generazione era in piazza contro buona scuola e jobs act: riprenderemo piazza Fontana per riprenderci un pezzo di memoria partigiana, per sancire che di ogni emergenza i responsabili sono loro, che non accetteremo di veder affrontate le questioni sociali come problemi di ordine pubblico.

Oggi come ieri il problema sono i diritti: Jobs Act, #buonascuola, #pianocasa, gestione cilena dell’”ordine pubblico”. Oggi riprendersi piazza Fontana, la città tutta e i nostri diritti significa non essere disposti a cedere neanche un millimetro di libertà.

INVESTIRE NELLA CULTURA E' L'UNICO ANTIDOTO
CONTRO IGNORANZA E RAZZISMO

Coordinamento dei Collettivi Studenteschi
Assemblea tutti i mercoledì h15.30 @CS CANTIERE via monterosa 84

partecipa organizzati lotta

 

LA STRAGE DI PIAZZA FONTANA

ECCO COS'E' IL JOBS ACT

APPROFONDIMENTO UNIAMO LE LOTTE!

ECCO COS'E' IL PIANO CASA

Author: aag

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *