Appello in inglese

We are the multicultural city, the mixed society: male and female, workers, students of high schools and universities, precarious workers, activists, associations, inhabitants from the suburbs, migrants and persons of second and third generation.

We live on our skin the dissolution of labor rights, the elimination of our income, we live on our skin urban and social policies in which the horizon of Justice seems to disappeared , in order to criminalize poverty.

We stand in a state of insecurity that doesn’t give us the possibility to give stability to our plans for the future: it makes no difference if this is produced by unemployment and job insecurity, or restriction of the rights to housing and health, or laws that force us in hoping to get permits of stay and documents.

They would like to put us one against each other, stoking our anger to dissipate our energies: residents against immigrants, temporary workers against unemployed, refugees against migrants, documented against undocumented; this is why they keep on creating policies that make people stay illegaly, generate fear and racism.

We reject the idea that racism is somehow caused by less control exercised on migrants, and therefore should be fought by restricting people’s rights: on the contrary, the basis of racism is precisely the creation of the term “clandestine”, stoke through barriers to legal stay and segregation of migrants; It’s a tactic that we already know all too well, and that was also used under the Nazi regimes, one of the worst massacres in history.

We reject these false oppositions, because before the deprivation of dignity, the only concrete action is the mutual aid in front of the common problem of injustice, the only effective response is solidarity.

We work every day to create opportunities to meet and help each other, in order to produce wealth from our diversity through concrete activities that we carry on everyday; We fight fascism and racism not with words, but promoting knowledge and sharing.

With our hands, with our commitment, we’ve created a multitude of experiences that everyday practice real solidarity: cultural and voluntary associations, student’s collectives, neighborhood committees, schools of Italian for migrants, trade unions, legal help desk, popular gyms and much more: we are the promoters of a welcome enviroment for everybody that started from the bottom.

Everywhere in Europe in response to situations that deny the dignity were born experiences of self-organization that give concrete support to people, that generate relations of solidarity: this is the real resistance to blockade and xenophobic policies, this is the antidote to the authoritarian temptations.

We have therefore raised the slogan of “No one is illegal”, launched by the big demonstration in Barcelona on February 18th, were under this words 200.000 people marched together. The base of our proposal for a bottom and circular welcoming, based on reciprocity and self-determination and not militarization and segregation.

In Milan, as in Barcelona, we ​​mobilize ourselves to denounce the inability of national governments and of the entire European system to build a welcome worthy, to bring to light that we practice solidarity with all the citizens regardless  their origin. With our commitment we build a mixed city and inclusive Europe to oppose to racist and fascist policies that erase the rights of people.

We want to open today a large public debate on the prospects of a future based on mutual aid and mutual enrichment: we want to give shape to these ideas drafting proposals for short and long term at all levels: local, national, international.

We say enough to the European and Italian policies of rejection and exclusion: no agreements with dictatorships and countries on war, which finance torturers and multiply the dead, no to the violation of human rights in hot spots and centers, reported, among others, Amnesty International, no to Minniti-Orlando decrees that reproduce the idea of ​​the migrant as an enemy through administrative detention, forced returns, the special courts, the extraordinary powers to the mayors.

We demand freedom of movement: we want all people to be free to choose where to build their lives and that they can do with dignity; Therefore we reject the ghetto shelter and racist logic of  services “reserved” to migrants, we propose instead that the huge resources devoted to rejection and segregation have to be taken off the hands of traffickers, arms dealers and speculators and designed to suit the widespread and better services for all and everyone regardless of nationality.

We welcome the invitation to give birth, the next spring to a big parade like that of Barcelona, on the assumption that no person may be regarded as illegal, whether they run away from a war or a dictatorship, whether they escape from territories devastated by the countries who then reject them, in order to starts looking for a better future: challenge today the institutions that call themselves anti-racist to comment on the policies and rejection of segregation, and above all to act consistently with its own statements in the exercise of its real powers.

We invite meanwhile all the citizens that think like us, that the rights become larger if they are shared, that as we believe in solidarity and not in fear, to make next April 25 a day of anti-racism and solidarity with the migrants, because the memory is a tool to recover the present and build the future. 

articoli

QUESTA SCUOLA CI STA UCCIDENDO! In piazza per Lorenzo

Venerdì pomeriggio a Udine uno studente di soli 18 anni, Lorenzo Parelli, è morto nelle ultime ore del suo ultimo giorno di alternanza scuola-lavoro. Lorenzo é morto, schiacciato da una trave , simbolo del sistema che ci schiaccia ogni giorno. Se non fai alternanza...

San Siro: i nostri diritti più in alto delle vostre speculazioni.

SAN SIRO: I NOSTRI DIRITTI PIU' IN ALTRO DELLE VOSTRE SPECULAZIONI San Siro è uno dei più grandi quartieri di edilizia residenziale pubblica a Milano ha un patrimonio abitativo di 5.996 abitazioni, 1416 sono vendute e solo 2521 sono assegnate, 800 occupate, 572 in...

NO al nucleare! Blitz alla sede dell’ Unione Europea!

NO NUKE IN OUR FUTURE! No scorie, No profitti, No Armi!   Siamo alla sede milanese dell'Unione europea perché domani sarà l'ultimo giorno per impedire che nucleare e gas vengano classificate come fonti di energia sostenibile SEGUICI SUI...

La DAD non è la soluzione: OCCUPIAMOCI di scuola!

La DAD non è la soluzione: OCCUPIAMOCI della scuola! La priorità del governo è aprire le scuole in presenza, ma cosa è stato fatto affinché questo avvenga? Solo dichiararlo!  Siamo tornati a scuola e nulla è cambiato: la scuola continua ad essere l’ultima ruota del...

Ciao Vito, continueremo a disegnare altri mondi possibili

Ciao Vito, compagno instancabile con il sole e con la pioggia. La tua ruvidezza sincera e il tuo brontolare operoso ci faranno compagnia non solo nei ricordi ma rimarrai per sempre presenza costante. Non dimenticheremo mai la tua creatività artigiana, l'entusiasmo...

Natale Solidale a SanSiro! 18 dicembre dalle 15 in pza Selinunte

Sabato 18 dicembre "NATALE SOLIDALE A SAN SIRO" dalle 15.00 in piazzale Selinunte! Programma della giornata:h 15:00 laboratorio artistico, stencil e colori per tutte tutti a cura della Bottega delle Arti di SMS Spazio di Mutuo Soccorso;h 15:30 lezione di boxe per...

Milano non dimentica Piazza Fontana. Ama la libertà, rifiuta fascismo e razzismo.

Non c'è futuro senza memoria: durante il corteo per non dimenticare la strage di #PiazzaFontana siamo passati di fianco al consolato Libico, dove abbiamo voluto lanciare un messaggio di solidarietà con le proteste che da settimane ormai proseguono sotto l' #Unhcr di...

Recovery Plan-et: Tax the rich! 7 Dic @Prima della Scala

Oggi è andato in scena il #MutuoSoccorso alla #PrimadellaScala perché costruire dal basso un'alternativa a questo sistema insostenibile è urgente e necessario! Questo modello di sviluppo si basa sullo sfruttamento del pianeta e di chi lo abita. Le conseguenze del...

10 Dicembre Corteo Studentesco – NON C’È FUTURO SENZA MEMORIA – Gli studenti non dimenticano Piazza Fontana!

Il 12 dicembre del 1969 in piazza Fontana esplode una bomba uccidendo 17 persone e ferendone quasi 100. A mettere la bomba fu il gruppo fascista Ordine Nuovo, con il mandato e l’appoggio dei servizi segreti dello stato. PerchéAlla fine degli anni ‘60, i movimenti...

Fantasie di complotto e cospirazioni neofasciste

OGGI ORE 18.30 IN DIRETTA LIVENelle piazze d'Italia e del mondo una vulgata che mischia individualismo, irrazionalismo e attrae anche generiche istanze di rabbia sociale si sta mobilitando, sostanzialmente nel nome della sfiducia nella scienza.PARLIAMO CONLeonardo...

eventi

Domenica 30 gennaio Cena Cinese al Cantiere

Domenica 30 gennaio dalle 20 al Cantiere Cena sociale cinese a sostegno delle spese legali del Cantiere! Questa domenica anche in occasione del capodanno cinese si potranno degustare gustosissimi piatti cinesi per sostenere quante e quanti ogni giorno attivano...

Venerdì 21 gennaio DISCHI VOLANTI al Cantiere

👽DischiVolanti👽🍺APERITIVO BEER&CHEESE🧀🔥MERCATINO DEL VINILE🔥🔸Venerdì 21 Gennaio, dalle 19:00, ci vediamo al Cantiere per un aperitivo genuino con le birre e i formaggi del Gruppo di Acquisto Solidale Popolare.🔸In contemporanea, un bellissimo mercatino di vinili...

Buss a Dinner/Space Dinner – Cena e dibattito sulla canapa

BUSS A DINNERCena e dibattito sulla Canapa Questo sabato al Cantiere una serata dedicata alla canapa e ai suoi benefici in cui approfondire il referendum sulla legalizzazione della cannabis. Cena a base di canapa powered by Taverna Sociale Clandestina  Parleremo...

Tributo a De Andrè e Cena ligure

“Non essendo padrone che di una piccola arte spesso dovetti cambiarla con il cibo” Sabato 15 Gennaio, a 24 anni dalla morte del cantautore, omaggiamo Fabrizio De Andrè con una CENA LIGURE. PER PRENOTARE https://www.eventbrite.com/.../cena-ligure-in-tributo-a......

AfroVibration: sabato 11 dicembre cena e musica

AfroVibrations w/ DJ Halo & DJ MadMattSABATO 11AFRO VIBRATIONSMUSIC AGAINST RACISM Al Cantiere, una serata antirazzista a base di ritmi afro Unire musica e antirazzismo, raccontando altri mondi possibili, senza confini e senza muri AI CONTROLLIDJ HALO outta...

19 dicembre – Cenone di Natale al Cantiere!

Cenone di Natale al Cantiere! Per prenotare clicca qui: https://www.eventbrite.it/e/gran-cenone-di-natale-tickets-222905756117 Domenica 19 dicembre dalle 20.00 un’ultima cena per chiudere in buona compagnia questo 2021 di lotta e solidarietà. Un menù ricco e gustoso...

Fantasie di complotto e cospirazioni neofasciste

OGGI ORE 18.30 IN DIRETTA LIVENelle piazze d'Italia e del mondo una vulgata che mischia individualismo, irrazionalismo e attrae anche generiche istanze di rabbia sociale si sta mobilitando, sostanzialmente nel nome della sfiducia nella scienza.PARLIAMO CONLeonardo...

Cena d’autunno per le spese legali del Cantiere.

Domenica 21 novembre 2021 dalle 20.00 al Cantiere CENA D’AUTUNNO PER LE SPESE LEGALI Una cena a km0 e solidale con prodotti del G.A.S.P. – Spazio Mutuo Soccorso Una cena come sempre all’insegna della socialità, del buon cibo e della buona musica, a sostegno delle...

ZeroCalcare: Proiezione della serie “Strappare lungo i bordi”

  Venerdi 19 novembre 2021 dalle 21.30 al Cantiere Dopo l'incontro "Quali libertà? Quali conflitti?" Strappare lungo i bordi / maratona della serie di Zerocalcare   Da Rebibbia arriva ''Strappare lungo i bordi'' la serie animata di ZeroCalcare (6 episodi da...

Incontro pubblico: quale libertà, quali conflitti?

Venerdì 19 Novembre, al Cantiere, alle 19.00 A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso cui leggere quelle piazze. [...]Invece di avere la Libertà di fare...

approfondimenti

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...

In Cile il neoliberismo è in crisi

In Cile si sintetizza una combinazione esplosiva di un libero mercato senza anestesia e una democrazia completamente delegittimata, che conserva solo il suo nome. È degenerato in una plutocrazia che, fino a pochi giorni fa - ma non più - è stata misurata dalle...

Il Sud America si solleva contro il neoliberismo

Il neoliberismo è in crisi. In molti paesi dell'America latina le piazze sono piene: milioni di persone si oppongono, dal Cile all'Ecuador, alle politiche neoliberali applicate ai governi di destra. Nel frattempo le elezioni amministrative colombiane e quelle...