“Il presidente impossibile” incontro su Pepe Mujica.

141031_dibattitopepemujicaIl presidente impossibile. Pepe Mujica, da guerrigliero a Presidente. 31 Ottobre
Ne parleremo con gli autori: Nadia Angelucci e Gianni Tarquini
Incontro alle ore 18.30 al Cantiere.

Il SudAmerica è stato per decenni il cortile di casa degli Stati Uniti d'America, un continente attraversato da dittature militari devote ferocemente alla cancellazione del pericolo rosso. Allende ne ha fatto le spese, Cuba è riuscita a resistere pagandone il prezzo con un embargo che dura ancora, migliaia di desaparecidos, prigionieri politici, vittime di guerra sporca hanno conosciuto la brutalità spiccia e crudele delle dittature, ma migliaia sono stati anche i guerriglieri che in tutto il continente hanno preso le armi per combattere. In Brasile e in Uruguay due di quei guerriglieri sono oggi presidenti; cosa è dovuto accadere affinchè si compisse questo processo? Cosa significa nella realtà delle trasformazioni sociali questo fatto simbolico? Quali contraddizioni attraversano il nuovo corso socialista del'America Latina?

Click here to learn more

Tutto questo o affronteremo a partire dal libro che racconta la storia di pepe Mujica. Non si tratta di fare l'apologia di qualche governante, nè di giudicare in fretta e con quache riflessione un 10/15 anni di storia latinoamericana che hanno visto esperimenti, peraltro molto diversi tra loro, impegnati nel tentativo di cancellare spaventose disuguaglianze, trovare la via per una indipendenza reale dagli interessi degli Stati Uniti d'America, avviare un processo di integrazione e stabilire diritti civili e libertà inimmaginabili ai tempi delle giunte militari. La via bolivariana del socialismo del XXI secolo, il peronismo dei Kirchner in Argentina, il comunismo cubano, la Revolucion Ciudadana di Correa, il potere del PT in Brasile, la socialdemocrazia di sinistra del Frente Amplio Uruguayano sono esperienze differenti tra loro e talvolta in contrasto e sempre attraversate da profonde contraddizioni eppure che hanno saputo trasformare il continente e tracciarne un nuovo futuro, sotto la spinta di enormi movimenti sociali indigeni, contadini, oppure urbani. Oggi le contraddizioni aperte sono crescenti; per esempio il modello "extractivista" è in crisi: il rispetto dei diritti della Pachamama (la madre terra) è messo in discussione dalle estrazioni petrolifere piuttosto che dalle coltivazioni della Monsanto, mentre le aspettative di una fascia di milioni di persone che sono appena uscite dalla povertà sono spesso deluse, mentre non sempre lo sviluppo dell'eguaglianza si accompagna ad un miglioramenteo delle condizioni sul terreno dei diritti civili (come invece è avvenuto in Uruguay). Dunque un incontro su questo piccolo paese nel cuore dell'America Latina, la sua storia, il suo presente, il suo presidente impossibile e carismatico sarà l'occasione di aprire uno squarcio su queste discussioni di grande interesse ed importanza, sia pure da una precisa prospettiva.
 

Leggi la recensione di Carmilla

A seguire: Halloween Party

Author: Cantiere

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *