TOPTEN_nopipasabato 20 DICEMBRE 2014
 #10YEARSDD @DONDURITOBOOKS
Di fantasia e ironia. Come Don Durito vogliamo conservare la fantasia e una risata anche quando il governo lancia un’offensiva militare contro di noi e siamo costretti a un ripiego strategico nella Selva di Lacandona.
Tutti i giorni quando apriamo le finestre della nostra libreria sappiamo bene perchè siamo qui; perchè resistiamo e costruiamo librerie, spazi occupati, università popolari e perchè rimaniamo ancora qui a leggere e far leggere, a fare slam poetry, a suonare e cantare, a rompere la solitudine delle persone, a stare insieme legati in cordone tra compagni, tra fratelli.
Questa è la rivoluzione che renderà possibile la rivoluzione: se ci vediamo in libreria, siamo sicuri di rivederci anche sulle barricate.
fly_pag2LOW
>> Dalle 11 alle 13 RADIO POPOLARE sarà in diretta dalla nostra festa per la CAMPAGNA ABBONAMENTI! <<
insegnass
10 YEARS PARTY
PROGRAMMA DELLA GIORNATA:
SABATO 20 DICEMBRE 2014
PRESENTAZIONI H. 11- 20
– h. 11.00  Arcano 21 (del vecchio editore)  con Luca Ragagnin
– h. 12.00 letture per bambini a cura di Orecchioacerbo e Banda dei Pirati
– h. 16 Autoproduci i tuoi cosmetici! Laboratorio e presentazione delle guide di Altreconomia con Massimo Acanfora
– h. 17 Giandante X (milieu edizioni) con Roberto Farina
– h. 18  Non avere paura dei libri (hacca edizioni) con Christian Mascheroni
– h. 19 Ciulla il grande malfattore con l’autore Piero Sciotto
– h. 20 Come macchine impazzite (agenzia x) con i Kina

PRANZO E CENA BIO A CURA DI GASP

 

libddREADING  h. 20- 23
– La velocità di lotta (agenziaX) con Andrea Scarabelli
– A pesca nelle pozze più profonde (minimumfax) con l’autore Paolo Cognetti
– Estate crudele con Alessandro Bertante
– L’ultimo giorno del ’68. Performance tratta da “La banda Bellini” con Philopat e Massimo Zamboni
– Lettura da Chicago Boys con Renato Sarti

 

 

H.14 L’armata dei sonnambuli reading e musica con Wu ming contingent

Wu Ming Contingent breaks out!


armatadeisonnambuli

 

arton608POETRY & SLAM POETRY H. 20 – 23
Luca Pottini
Ellis Island di Bob Viscusi a cura di Ombretta Diaferia
Angelo Zabaglio “Ne prendo atto” poesie su beat e silenzi

EELL SHOUS

Tempi Diversi
Premio Dubito
Marco Borroni
Lello Voce

h. 20 jump music con MODOU VINS PIANO LIVE

VIDEO & CORTI  H. 11 – 19
– H. 11 Camillo Valle
– H. 12 Videofficine presentazione del Bootrailer di Don Durito
– H. 16 Blackout di Nanni Balestrini a cura della Scuola Paolo Grassi
MFF_logo+esterni– H. 18 selezione di corti del Milano Film Festival:

Agenzia immobiliare – Ieri – La coop sei tu –

La discussione – Real Saharawi 

Stato privato – Reaction – Ya ummi

 

 

 

LOL LIVE SHOW 23 – 01
Spinoza.it- Vermi di Rouge – Terzo Segreto di Satira

H. 23  LIVE CONCERT THE UAQ equatorial jazz

++++ UNA INEDITA SORPRESA ALL’INGRESSO ++++

 un grazie speciale a: abrigliasciolta, agenziax, hacca, minimumfax. le milieu,  altreconomia, del vecchio, orecchioacerbo.
grazie a tutti gli editori che ci hanno accompagnato in questi dieci anni: nda, con cui abbiamo incominciato (grazie max e in bocca al lupo), marcos y marcos, 66thand2nd, else, babalibri, eleuthera, ed. ambiente, nottetempo, mimesis, ilsaggiatore, baopublishing, deriveapprodi…

Insomma non stiamo proponendo una rivoluzione ortodossa, ma qualcosa di molto più difficile: una rivoluzione che renda possibile la rivoluzione.
Queste parole del subcomandante Marcos sono dipinte sui muri della nostra libreria dentro il Cantiere, a Milano, in via Monte Rosa 84. Le nostre finestre affacciano su un vicino che è tra i portavoce di quei giganti del neoliberismo nostrano. Quel neoliberismo che vuole schiacciare proprio noi, piccoli don duriti, nella selva della metropoli.
30mq di libreria, una selezione di libri indipendenti, di editori ed autori che resistono all’omologazione della letteratura delle varie holden di turno, consapevoli che il sapere non è neutrale, che anche i romanzi non sono una terra d’esilio, una fuga, un’isola su cui sognare di aprire un chiringuito scappando dalla precarietà, dallo sfruttamento, dalla solitudine in cui il sistema neoliberista e la politica della finanza vogliono costringerci.
Da anni assistiamo alla crisi del mercato editoriale e culturale, e quando ci chiedono “voi come ve la passate?” con la crisi e le librerie che chiudono eccetera, rispondiamo che infondo noi ce la passiamo bene. Insomma forse è una questione di obiettivi: Don Durito “resiste”, riesce a stare in piedi, a vivere tra libri, polvere e militanza. Non per questo vogliamo esaltare la retorica della cultura e della gratuità del lavoro culturale: del resto non siamo la Caritas, non facciamo volontariato. Però noi questo “mercato culturale” di cui si parla non l’abbiamo mai visto, nemmeno prima della crisi.
O la borsa o la vita. I giganti dell’editoria si quotano in borsa, noi siamo andati più di una volta alla Borsa di Milano, ma solo per occuparla. Preferiamo i posti dove ci sono persone a cui lasciare un volantino, scambiare due parole sul libro che hanno preso tra le mani, persone che ci chiedono se Don Durito è un prete e a cui allora raccontiamo una storia, quella del Chiapas e dell’Ezln: una storia fantastica eppure dannatamente reale.
Di piazze e presidii. Per fare i librai andiamo nelle piazze, ai festival, nelle fiere, nei mercati da una parte all’altra della città. In una di queste occasioni un tizio passò a chiederci “avete un libro su Mussolini?”, risposta di un altro avventore del nostro banco: “su Mussolini a Milano abbiamo piazzale Loreto”.
Forse senza neanche saperlo siamo un presidio antifascista permanente in città. Tutti quelli che fanno i librai forse lo sono, presidii permanenti contro la barbarie.
Di crisi culturale. Ecco questo è semmai l’argomento; la crisi del mercato non è una novità. Lo dicevamo già nel 2001 a Genova. Lo diceva Don Durito nel 1994 con queste parole: “In realtà il neoliberismo non è una teoria per affrontare o spiegare la crisi, è la crisi stessa fatta teoria e dottrina economica! sarebbe a dire che il neoliberismo non ha la minima coerenza, non ha nè progettualità nè prospettiva storica. Ovverosia, pura merda teorica”.
Di contenuti. Le ultime battaglie del mondo dell editoria sono state la legge contro lo sconto sui libri (in funzione anti-amazon) e ultimamente la campagna per abbassare l’iva sugli ebook dal 22% al 4%. Il dibattito culturale nel nostro paese di provincia si arena al denaro (di solito per essere precisi al profitto, nemmeno si parla dei soldi dei tanti lettori giovani e precari che vorrebbero pure leggere di più ma non possono perchè i libri costano troppo). Si, a mettersi nei panni di uno studente-lavoratore i libri costano troppo (e non è un’accusa agli editori, sappiamo bene come la filiera del libro strozzi le libreria come gli editori indipendenti) e non sarà alzandone il prezzo che se ne accrescerà il loro valore o la percezione del loro valore. Ma adesso anche noi stiamo parlando solo di soldi, valore, plusvalore, profitto… e i contenuti?
Di Poesia. Speriamo nel nostro piccolo di aver coltivato la poesia. Proviamo a dare spazio e voce ai giovani e giovanissimi che hanno questa impellente necessità: scrivere versi. Sui fogli, sui muri, alle fermate dell’autobus. Dalla Slam Poetry alla Translation Slam in più lingue, ringraziamo i poeti (e tutti gli artisti e gli scrittori) che ci hanno insegnato una cosa: non si porta la cultura alle persone somministrando da un palco pillole di saggezze al volgo. Non si vola basso. Non ci si appiattisce sul nulla quotidiano di cui siamo bombardati. Bisogna alzare il livello, esagerare. Puntare in alto, volare altissimo e farlo assieme al lettore, all’ascoltatore, al pubblico. Avere fiducia nelle persone e nelle loro capacità di capire, comprendere, imparare, sognare. Sennò siamo tutti già fottuti.
Di cavalieri erranti. Pensiamo che i libri non siano solo uno strumento per uscire dall’ignoranza. La lezione di Don Durito e di tutti i cavalieri erranti prima e dopo di lui è che i libri non sono nulla se non si è disposti a tradurre in pratica e in azioni le belle parole. Come Don Chisciotte che ha lottato contro fantasmi tremendamente reali, nella derisione di tutti quelli che riuscivano a vedere solo mulini a vento (perchè anche il più irriducibile dei sognatori deve diventare un ostinato combattente). Come Don Durito, uno scarafaggio che fuma la pipa e che si unisce all’EZLN come consigliere e teorico politico di Marcos. Come tutti gli zapatisti che nel 1994, nell’angolo più sperduto del pianeta, erano oppressi e hanno indossato il passamontagna. E loro che prima erano invisibili, si sono mostrati al mondo senza farsi vedere.
Di fantasia e ironia. Come Don Durito vogliamo conservare la fantasia e una risata anche quando il governo lancia un’offensiva militare contro di noi e siamo costretti a un ripiego strategico nella Selva di Lacandona.
Tutti i giorni quando apriamo le finestre della nostra libreria sappiamo bene perchè siamo qui; perchè resistiamo e costruiamo librerie, spazi occupati, università popolari e perchè rimaniamo ancora qui a leggere e far leggere, a fare slam poetry, a suonare e cantare, a rompere la solitudine delle persone, a stare insieme legati in cordone tra compagni, tra fratelli.
Questa è la rivoluzione che renderà possibile la rivoluzione: se ci vediamo in libreria, siamo sicuri di rivederci anche sulle barricate.

articoli

Buss a Dinner/Space Dinner – Cena e dibattito sulla canapa

BUSS A DINNERCena e dibattito sulla Canapa Questo sabato al Cantiere una serata dedicata alla canapa e ai suoi benefici in cui approfondire il referendum sulla legalizzazione della cannabis. Cena a base di canapa powered by Taverna Sociale Clandestina  Parleremo...

Ciao Vito, continueremo a disegnare altri mondi possibili

Ciao Vito, compagno instancabile con il sole e con la pioggia. La tua ruvidezza sincera e il tuo brontolare operoso ci faranno compagnia non solo nei ricordi ma rimarrai per sempre presenza costante. Non dimenticheremo mai la tua creatività artigiana, l'entusiasmo...

Natale Solidale a SanSiro! 18 dicembre dalle 15 in pza Selinunte

Sabato 18 dicembre "NATALE SOLIDALE A SAN SIRO" dalle 15.00 in piazzale Selinunte! Programma della giornata:h 15:00 laboratorio artistico, stencil e colori per tutte tutti a cura della Bottega delle Arti di SMS Spazio di Mutuo Soccorso;h 15:30 lezione di boxe per...

Milano non dimentica Piazza Fontana. Ama la libertà, rifiuta fascismo e razzismo.

Non c'è futuro senza memoria: durante il corteo per non dimenticare la strage di #PiazzaFontana siamo passati di fianco al consolato Libico, dove abbiamo voluto lanciare un messaggio di solidarietà con le proteste che da settimane ormai proseguono sotto l' #Unhcr di...

Recovery Plan-et: Tax the rich! 7 Dic @Prima della Scala

Oggi è andato in scena il #MutuoSoccorso alla #PrimadellaScala perché costruire dal basso un'alternativa a questo sistema insostenibile è urgente e necessario! Questo modello di sviluppo si basa sullo sfruttamento del pianeta e di chi lo abita. Le conseguenze del...

10 Dicembre Corteo Studentesco – NON C’È FUTURO SENZA MEMORIA – Gli studenti non dimenticano Piazza Fontana!

Il 12 dicembre del 1969 in piazza Fontana esplode una bomba uccidendo 17 persone e ferendone quasi 100. A mettere la bomba fu il gruppo fascista Ordine Nuovo, con il mandato e l’appoggio dei servizi segreti dello stato. PerchéAlla fine degli anni ‘60, i movimenti...

Fantasie di complotto e cospirazioni neofasciste

OGGI ORE 18.30 IN DIRETTA LIVENelle piazze d'Italia e del mondo una vulgata che mischia individualismo, irrazionalismo e attrae anche generiche istanze di rabbia sociale si sta mobilitando, sostanzialmente nel nome della sfiducia nella scienza.PARLIAMO CONLeonardo...

Piantum/Azione: lunedi 29 novembre in piazza Stuparich

Un piccolo gesto per costruire città più vivibili contro la cementificazione selvaggia.  Continuano le nostre Piantum/Azioni, perchè prendersi cura del verde di piazza Stuparich significa prendersi cura del nostro pianeta! Lunedi 29 l'appuntamento è alle 8, per...

San Siro: basta sgomberi, la casa è un diritto!

Stamattina San Siro si è svegliata con le camionette, un quartiere militarizzato e una mattina di sgomberi.In via Abbiati una donna occupante per necessità, sola con tre figli, di cui una minorenne che era a scuola è stata buttata per strada. Tanti soldi pubblici per...

Quali libertà? Quali conflitti?

Come parlare di Libertà senza cadere in una logica individualista priva di solidarietà, senza pensare a un ribaltamento del sistema? Per comprendere quello che sta succedendo, ci facciamo aiutare da alcune tracce di riflessione, e nel farlo, vi proponiamo le nostre....

eventi

Buss a Dinner/Space Dinner – Cena e dibattito sulla canapa

BUSS A DINNERCena e dibattito sulla Canapa Questo sabato al Cantiere una serata dedicata alla canapa e ai suoi benefici in cui approfondire il referendum sulla legalizzazione della cannabis. Cena a base di canapa powered by Taverna Sociale Clandestina  Parleremo...

Dischi Volanti 21 Gennaio 2022

👽DischiVolanti👽🍺APERITIVO BEER&CHEESE🧀🔥MERCATINO DEL VINILE🔥🔸Venerdì 21 Gennaio, dalle 19:00, ci vediamo al Cantiere per un aperitivo genuino con le birre e i formaggi del Gruppo di Acquisto Solidale Popolare.🔸In contemporanea, un bellissimo mercatino di vinili...

Tributo a De Andrè e Cena ligure

“Non essendo padrone che di una piccola arte spesso dovetti cambiarla con il cibo” Sabato 15 Gennaio, a 24 anni dalla morte del cantautore, omaggiamo Fabrizio De Andrè con una CENA LIGURE. PER PRENOTARE https://www.eventbrite.com/.../cena-ligure-in-tributo-a......

AfroVibration: sabato 11 dicembre cena e musica

AfroVibrations w/ DJ Halo & DJ MadMattSABATO 11AFRO VIBRATIONSMUSIC AGAINST RACISM Al Cantiere, una serata antirazzista a base di ritmi afro Unire musica e antirazzismo, raccontando altri mondi possibili, senza confini e senza muri AI CONTROLLIDJ HALO outta...

19 dicembre – Cenone di Natale al Cantiere!

Cenone di Natale al Cantiere! Per prenotare clicca qui: https://www.eventbrite.it/e/gran-cenone-di-natale-tickets-222905756117 Domenica 19 dicembre dalle 20.00 un’ultima cena per chiudere in buona compagnia questo 2021 di lotta e solidarietà. Un menù ricco e gustoso...

Fantasie di complotto e cospirazioni neofasciste

OGGI ORE 18.30 IN DIRETTA LIVENelle piazze d'Italia e del mondo una vulgata che mischia individualismo, irrazionalismo e attrae anche generiche istanze di rabbia sociale si sta mobilitando, sostanzialmente nel nome della sfiducia nella scienza.PARLIAMO CONLeonardo...

Cena d’autunno per le spese legali del Cantiere.

Domenica 21 novembre 2021 dalle 20.00 al Cantiere CENA D’AUTUNNO PER LE SPESE LEGALI Una cena a km0 e solidale con prodotti del G.A.S.P. – Spazio Mutuo Soccorso Una cena come sempre all’insegna della socialità, del buon cibo e della buona musica, a sostegno delle...

ZeroCalcare: Proiezione della serie “Strappare lungo i bordi”

  Venerdi 19 novembre 2021 dalle 21.30 al Cantiere Dopo l'incontro "Quali libertà? Quali conflitti?" Strappare lungo i bordi / maratona della serie di Zerocalcare   Da Rebibbia arriva ''Strappare lungo i bordi'' la serie animata di ZeroCalcare (6 episodi da...

Incontro pubblico: quale libertà, quali conflitti?

Venerdì 19 Novembre, al Cantiere, alle 19.00 A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso cui leggere quelle piazze. [...]Invece di avere la Libertà di fare...

Storiemigranti con Nicola Bernardi e il fumettista Sio

Venerdì 12 Novembre 2021 alle h. 19 al Cantiere Presentazione del libro Storiemigranti con Nicola Bernardi e il fumettista Sio. Prenota qui per te e amici per aiutarci a organizzare al meglio lo spazio e garantire la salute di tutt* Serata benefit per Mediterranea con...

approfondimenti

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...

In Cile il neoliberismo è in crisi

In Cile si sintetizza una combinazione esplosiva di un libero mercato senza anestesia e una democrazia completamente delegittimata, che conserva solo il suo nome. È degenerato in una plutocrazia che, fino a pochi giorni fa - ma non più - è stata misurata dalle...

Il Sud America si solleva contro il neoliberismo

Il neoliberismo è in crisi. In molti paesi dell'America latina le piazze sono piene: milioni di persone si oppongono, dal Cile all'Ecuador, alle politiche neoliberali applicate ai governi di destra. Nel frattempo le elezioni amministrative colombiane e quelle...