CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

#IONONSONOUNMODERATO

IO NON SONO UN MODERATO!
Il moderato è forte con i deboli e debole con i forti.
Il moderato chiude un occhio sulle speculazioni edilizie.
Il moderato caccia gli inquilini dalle case in centro e poi le rivende agli speculatori.
Il moderato trasforma in ghetto le periferie.

CONTINUA A LEGGERE

Il moderato accetta una scuola per i ricchi e una per i poveri. Il moderato lascia intristire la città e applaude ai grattacieli. Il moderato teme di dispiacere ai cittadini che contano e non concede parola a chi non ha voce. Il moderato non cambierà mai nulla. Il moderato non risolverà il problema dell’inquinamento. Il moderato non vi libererà dal traffico, dal milione di auto che hanno trasformato la città in una camera a gas. #CiaoDario che la terra ti sia lieve.
#CiaoDario

 

 

Ci vediamo tutte e tutti sabato alle 12 in PiAZZA Duomo! per un #CIAODARIO irriverente !!! @IONONSONOMODERATO diffondiamo! riproduciamo!!! portiamo un cartello un #nasorosso un#cappellodagiullare….

“Io non sono un moderato.”

Sabato alle 12.00 tutte e tutti in Piazza Duomo per salutare Dario. #ciaodario

Dario e Franca del Soccorso Rosso, impegnati a tirare fuori dalle carceri centinaia di compagni e a denunciare i soprusi dentro le celle, come è stato per Stefano Cucchi, morto ammazzato in carcere, e ancora c’è chi è disposto a sputare sulla sua morte dicendo che è morto di epilessia, ma noi, come Dario, la verità sappiamo bene qual’è: Stefano è morto ammazzato dalla polizia e dal sistema carcerario.

Franca odiosamente stuprata dai fascisti perché non potevano sopportare che una donna rompesse i coglioni. La dignità di una donna che alza la testa è stata calpestata, come provano a fare in continuazione Lega Nord e compagnia bella, e addirittura il ministro della salute, inneggiando al vergognoso “Fertility Day” e con esso al fatto che una donna debba essere una macchina riproduttiva e non possa essere libera di scegliere per sè e per il proprio corpo, e quindi della sua vita.

Franca, tanti anni dopo, nelle scuole occupate a parlare della 194, del femminismo, della pace, della Storia di questo Paese in cui purtroppo siamo costretti a vedere ancora fascisti che per le strade minano l’autodeterminazione della donna.

CONTINUA A LEGGERE

Dario il giullare diventato premio Nobel, incoronato all’accademia di Svezia‎, una performance gioiosa che con una risata liquida la cultura disimpegnata e vuota, si è sempre distinto per voler fare dell’arte un potente veicolo di messaggi e di trasmissione di memoria partigiana.

Dario che si candida a sindaco di Milano dicendo “io non sono un moderato”, ma perde contro un grigio prefetto, che perderà contro una ministra cattiva. Perché, anche se vincono i “danè”, Milano sa essere fantasiosa e incazzata. Proprio come la provocazione lanciata alla sindaca Moratti nel 2008 contro un’ordinanza comunale: “Pronto a fumare uno spinello in pubblico. Di fronte alla stupidità di certi provvedimenti bisogna fare qualcosa. Sarei curioso di vedere il vigile urbano che mi fa la multa. Come fa a sapere che è uno spinello e non una sigaretta? Dovrebbe provare anche lui. Mi immagino già il dialogo che ne verrebbe, ’Fermo lì mi faccia fare un tiro?’. ’Prego faccia pure…le piace?’.

Dario con gli arazzi disegnati assieme agli studenti dell’Accademia di Brera partecipa al corteo studentesco di Piazza Fontana. Oggi abbiamo perso un compagno, che ricorderemo sempre dalla nostra parte della barricata, che ha voluto portare avanti la memoria di Piazza Fontana, della strage di Stato del ‘69, della morte di Pinelli e non solo partecipando assiduamente alle manifestazioni accanto agli studenti, ma con uno spettacolo che esprime al massimo la sua capacità di fare della satira uno strumento per fare politica e memoria.

Dario Fo ai cortei studenteschi, in difesa della scuola pubblica, del diritto all’istruzione perchè consapevole che l’ignoranza è uno strumento di controllo, mentre “la conoscenza ti fa dubitare. Soprattutto del potere. Di ogni potere”.

Dario e Franca che firmano appelli per chi occupa una casa popolare perché in stato di necessità, per la festa di un centro sociale che il questore ha minacciato di sgombero, per quel che serve… “perché non c’e’ tempo, ma il tempo si trova, compagni.”

Dario e Franca antifascisti e antirazzisti, contro le guerre, contro chi semina odio e paura, sempre dalla parte di chi fugge da bombe e miseria.

Dario e Franca nel 2008 al corteo per Abba Abdoul Guibre, ucciso da due razzisti in via Zuretti a Milano. Dario Fo contro la Lega Nord, contro la destra becera e ignorante, contro i razzisti in doppiopetto che strillano in tv, in Parlamento e che hanno trovato nello straniero il nemico perfetto su cui scaricare la rabbia mentre loro possono continuare a rubare indisturbati dalle loro poltrone.

Dario, che ha vinto il premio Nobel con un testo interamente in dialetto milanese, quante gliene ha dette a Salvini, dimostrando che la difesa del territorio non è becero pattriottismo, ma significa costruire territori resistenti e solidale, creare reti e costruire accoglienza. Quante gliene ha dette  alla Lega ladrona, fino a sostenere il Nobel per la pace a Lampedusa e Lesbo perchè è con l’accoglienza e la solidarietà che si rimane umani.

Dario sempre dalla parte di chi lotta, sempre contro la guerra.

Nel 2001 allo scoppio della guerra in Afghanistan Dario raccontava ai ragazzi delle scuole che “il mondo non si divide in buoni e cattivi: i terroristi speculano sulla miseria per lotte di potere che riguardano il petrolio e la droga, dicono di voler salvare la dignità degli sfruttati ma nelle Torri Gemelle hanno ucciso centinaia di poveracci senza nome che lavoravano in nero. Poi ci sono le colpe degli Stati padroni, che per secoli hanno colonizzato e depredato senza capire che soltanto dalla giustizia può nascere la pace”. E, intollerabile provocazione, anche quando Israele bombarda la Palestina sta compiendo atti terroristici.

Dario Fo censurato (assieme a Shakespeare) pochi mesi fa in Turchia dal governo fascista di Erdogan che mentre finanzia l’Isis in Siria bombarda i compagni curdi in Rojava. “Per me è come aver ricevuto un secondo premio Nobel”, è stato il suo commento. Dario era sempre dalla parte dei saperi liberi, dell’arte libera e partigiana, uno che lottava per fare della memoria il modo per costruire il futuro e altri mondi possibili.

Dario che impersona Francesco (il santo), parla in grammelot, racconta chi fu l’anarchico Pinelli e ci spiega che esiste qualcosa di ancora più antico delle rivoluzioni, una eresia che si alza, da sempre, di fronte al potere e dice “No” mentre ride, come un giullare. ‎Non già ride perché in fondo non vale la pena di prendere le cose sul serio,  bensì ride per compartire una risata e trovare così l’inumana forza e lo straordinario coraggio che servono a ribellarsi.

Dario e Franca sono sempre stati dalla nostra parte della barricata. Anzi, per motivi anagrafici, quando siamo arrivati loro erano già la’, da parecchio tempo.

Luc‎idi, talvolta di follia, generosi, presenti.  Come dire che ci mancheranno? Come spiegare a chi ci segue la forza, l’emozione, la materialità della storia che, anche attraverso loro, abbiamo fatto nostra?

La storia di un’ eresia che sfida il potere con la gioiosità di un giullare e la determinazione di una massa. Una bandiera rossa, sollevata in tutto il mondo da secoli. I sanculotti francesi, gli operai russi, i contadini nel meridione d’Italia, gli studenti nelle città di tutto il mondo. Dario e Franca la portarono con se’ dai teatri alle carceri, dalle piazze ai palazzi, dalle scuole in occupazione fino all’accademia di Svezia.

Come faranno adesso i politici e le istituzioni che Dario ha irriso e deriso a mantenere le apparenze e a simulare un finto e ipocrita cordoglio davanti a uno dei più importanti uomini di cultura partigiana?

 

articoli

FURIA – FUmetti RIbelli & Autoproduzioni

FURIA - FUmetti RIbelli & Autoproduzioni Sabato 06 luglio 2024 una creatura speciale volteggia nel cortile di SMS Spazio di Mutuo Soccorso : una "FURIA" in carne e ossa, o meglio in carta e inchiostro! "FUmetti RIbelli & Autoproduzioni"; una giornata...

Spezzone antirazzista queer al Pride #NoPrideInGenocide

Casa mia o casa tua che differenza c’è? Spezzone antirazzista queer al Milano Pride 2024. Sabato 29/6, h. 15 in Via Vittor Pisani

Music for/from Palestine!H3 Studio. First of a kind in town.

Music for/from Palestine!H3 Studio. First of a kind in town. Direttamente da Al-Khalil, lo studio H3 arriva a SMS per suonare e presentare un progetto di musica e cultura che ha l’obbiettivo di promuovere ogni tipo di liberazione di fronte ad ogni genere di...

Acampada per la Palestina in Unimi. #stopgenocide Racconto giorno per giorno

ACAMPADA IN UNIVERSITÀ STATALE PER LA PALESTINA LIBERA! Raccogliamo l'invito dell3 studenti dell'università di Birzeit a riprenderci gli spazi delle università, per la resistenza P4l3st1n3s3. Occupiamo per l3 nostr3 compagn3 in Palestina le cui scuole e università...

9 maggio 2024 Lunga Vita SMS: una giornata di Resistenza.

9 maggio 2024 Lunga Vita SMS: una giornata di Resistenza. Per altri undici anni di vita, lo Spazio di Mutuo Soccorso ha bisogno di tutta la nostra forza.Il 9 maggio vi aspettiamo in piazza Stuparich 18 per una giornata di incontri e attività a partire dalle 6.00 del...

Per un 25 Aprile di Liberazione: Resistenza, Diserzione, Decolonialità

Questo 25 Aprile eravamo centomila in piazza gridando Ora e sempre Resistenza! Abbiamo invaso Milano con migliaia di bandiere palestinesi!

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

19A Global Strike di Fridays For Future

Free Palestine = Climate Justice.
Siamo sces3 in piazza insieme a Fridays For Future in occasione dello sciopero studentesco globale per il clima

8M #lungavitasms, difendiamo gli spazi transfemministi

  MUTUO SOCCORSO È SORELLANZA Lo Spazio di Mutuo Soccorso si prepara alla giornata del #LottoMarzo. Giovedì 7 marzo dalle 16:00 - Laboratorio scenografie: prepariamo insieme cartelli, striscioni, cori, panuelos per i cortei dello sciopero. - Vieni a conoscere i...

24 Febbraio Corteo Nazionale #FreePalestine

Sabato 24 Febbraio – Ore 14:30 – Piazzale Loreto
Corteo nazionale contro il genocidio del popolo Palestinese
Segui lo spezzone Decolonize!

eventi

PAZZESK*: IL CORPO, LUOGO DI UTOPIA

Giovedì 27/06 dalle ore 16 a SMS Spazio di Mutuo Soccorso PAZZESK*: IL CORPO, LUOGO DI UTOPIA Spesso i nostri corpi ci sembrano delle galere, luoghi che prima ancora di imprigionare i nostri movimenti incatenano le nostre idee. Altre volte invece le nostre dita hanno...

FURIA – FUmetti RIbelli & Autoproduzioni

FURIA - FUmetti RIbelli & Autoproduzioni Sabato 06 luglio 2024 una creatura speciale volteggia nel cortile di SMS Spazio di Mutuo Soccorso : una "FURIA" in carne e ossa, o meglio in carta e inchiostro! "FUmetti RIbelli & Autoproduzioni"; una giornata...

Sabato 8 giugno FESTA DELLE SCUOLE!

SABATO 8 GIUGNO Festa delle scuole Cantiere Milano - Via Monte Rosa 84 Ci vediamo al Cantiere per un pomeriggio e una serata di socialità e divertimento! h.16:00 Lab magliette P4l3s7in4 Personalizza la tua maglietta h 22. Open dancehall   Se ti interessa suonare alla...

Music for/from Palestine!H3 Studio. First of a kind in town.

Music for/from Palestine!H3 Studio. First of a kind in town. Direttamente da Al-Khalil, lo studio H3 arriva a SMS per suonare e presentare un progetto di musica e cultura che ha l’obbiettivo di promuovere ogni tipo di liberazione di fronte ad ogni genere di...

Incontro “Immaginario e Visione nella scrittura umoristica” con Cochi Ponzoni e Nicola Vicidomini.

Venerdì 31 Maggio, alle ore 21.00, Cochi Ponzoni torna al Derby Club, oggi Cantiere, dopo più di 50 anni. Calcherà lo stesso palco che vide l’affermazione di quel Gruppo Motore (Cochi e Renato, Enzo Jannacci, Felice Andreasi, Lino Toffolo e Bruno Lauzi) che seppe...

SAYRI X DECOLONIZE THE CITY!

VENERDI' 24 MAGGIO AL CANTIERE ✧・゚SAYRI X DECOLONIZE THE CITY ・゚✧ Torniamo al @cantiere_milano presentando, per la prima volta in italia, @ojosfinos 🇺🇾 e @_ast.er 🇵🇪 Ojosfinos è un artista multidisciplinare uruguaiano con base a Montevideo. È uno dei pionieri del club...

Decolonize the city: incontro all’Acampada

DECOLONIZE THE CITY In che modo i nostri luoghi di sapere riproducono e legittimano sapere coloniale? In che modo le stesse università che ci danno strumenti per sovvertire i paradigmi di oppressione in cui siamo immersə sono le stesse che li reiterano? In che modo...

Pazzesk@: laboratorio sulla salute mentale. Il carattere sovversivo del disagio.

Pazzesk@ Laboratorio sulla Salute Mentale Il carattere sovversivo del disagio.Noi, nel vostro mondo ci sentiamo a disagio.  Quando squilla la sveglia e prepariamo una moka, non per il piacere del caffè, ma per trangugiarne mezzo litro e farci forza in vista di...

Presentazione di “Il libro Antirazzista – 20 lezioni per agire contro il razzismo” con Tiffany Jewell

📌Mercoledì 8 Maggio presentiamo "Il libro Antirazzista - 20 lezioni per agire contro il razzismo" con Tiffany Jewell. Un evento per costruire insieme una scuola capace di denunciare e contrastare il razzismo, dentro e fuori dalle aule. 🕢19:00Presentazione del libro...

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità.

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità Giovedì 2 maggio, h.19, grande inaugurazione e vernissage della mostra immersiva e comunitaria! Lo Spazio di Mutuo Soccorso compie 11 anni.Per l'occasione, abbiamo deciso di narrarci, e trasformare il mondo attraverso la parola,...

approfondimenti

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...