CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

RES15T: dal 2001 un Cantiere sempre in movimento!

Era cominciata qualche anno prima, con il coordinamento dei collettivi studenteschi negli anni in cui da Seattle a Praga soffiava il vento del movimento dei movimenti che costruiva un altro mondo possibile. Think global, Act local dicevamo e facevamo allora ed anche oggi. Si preparavano le nuove crociate in Medio Oriente. “Di fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna ed una azione conseguente: la parola è no e l’azione è ribelle”. Questo diceva il Sub-comandante Marcos e questo abbiamo scritto sulla facciata del Cantiere mentre i Bush si scatenavano in Iraq e in Afghanistan, capitolo cruciale della guerra globale permanente. Not in my name dicevamo allora. Dopo tutti i morti della spirale guerra/terrorismo sappiamo con ancor più certezza che quella guerra di civiltà era scatenata contro di noi, su tutte le sponde del mediterraneo e in tutte le regioni del mondo. Oggi siamo ancora qua affinché un giorno ad essere fermate possano essere le bombe e non le persone che attraversano le frontiere: Stop war. Not people

Continua a leggete....

Lo stesso giorno in cui si aprivano le porte, da tanti anni serrate, di via Monterosa 84, vinceva di nuovo le elezioni Il caimano, il rais, il farabutto che ha governato l’Italia come un personale capriccio. Oggi ha lasciato il posto ai fantocci, manco eletti, degli uffici delle tecnocrazia europea, con cui ha trovato in fondo un accordo tra gentiluomini scambiando il paese per il patrimonio.
Noi oggi, come allora abbiamo modo di godere i frutti di “questa democrazia, che a farle i complimenti ci vuole fantasia” e di pensare che solo con la partecipazione, dal basso e in autonomia si può costruire una politica che sia sinonimo di dignità.
Allora, come poi sempre, la nostra storia è anche quella dei collettivi studenteschi: giovani ribelli mossi dal desiderio e non dal calcolo, organizzati dentro a una rete di cooperazione e azione collettiva. Oggi come allora se nelle sedi dei potenti della città possono spuntare studenti furiosi e pieni di ragioni è anche grazie al Cantiere: le lotte contro i buoni scuola, la resistenza accanita contro le riforme Berlinguer, Moratti, Gelmini, contro il disegno di svuotare di contenuti i programmi, diffondere ignoranza e favorire l’analfabetismo funzionale per soffocare ogni spirito critico. Molte onde si sono scagliate a difesa della libera circolazione diffusione dei saperi e del diritto per tutti di conoscere, studiare, ricordare. Il fatto che la battaglia sia interminabile (e spesso non vittoriosa) non significa che abbiamo smesso di combatterla, ad esempio contro la cosiddetta “Buona scuola” del governo Renzi.
15 anni di divenire meticcio della città che è stato anche un nostro divenire meticci. La Milano che si vanta di avere il “Cuore in mano” accoglie da sempre: perché così vuole il suo sistema produttivo che voracemente inghiotte le energie e la vita di chi viene fin qua a cercare una speranza, partendo dai molti Sud. Tutti i Sud che compongono la storia della demografia di questa metropoli che vorrebbe essere europea, ma forse non ha fatto a tempo a diventarlo ed oggi guarda l’Europa chiudersi dentro ai muri, dimenticare la sua storia ed assomigliarle sempre di più.
Così abbiamo intrecciato al ritmo della musica hiphop il rifiuto di quel razzismo che al tempo della crisi evoca l’orgoglio identitario. A chi dice che “si stava meglio quando si stava peggio” abbiamo sempre risposto che nel ribellarsi al presente non bisogna scordare come “il passato sia un futuro di merda”.
15 anni di un calendario ritmato dalle stagioni più vive di mobilitazioni studentesche e dalle battaglie autunnali, quando fermare sfratti e sgomberi diviene un imperativo, con l’inverno alle porte; dal 25 Aprile, dal 12 Dicembre quando bisogna dare fiato alla Milano che non dimentica e non vuole imbalsamare la propria storia in una teca, dimenticando ogni lezione; dagli anniversari di Dax, di Abba e di Michele quando la città ricorda i suoi figli uccisi dal fascismo, dal razzismo o dall’ingiustizia
15 anni di lotte per i diritti di tutti, dai rifugiati ai precari, dai movimenti lgbtqi a chi lotta nel suo paese contro una occupazione militare o una dittatura fascista, da chi rivedica reddito a chi rivendica un tetto. Fra questi ultimi abbiamo incontrato le energie vive per animare il Comitato degli abitanti di San Siro e sperimentato cosa significa quando la solidarietà si fa carne in un quartiere che rifiuta, con tutte le forze e non senza difficoltà, di esser un ghetto, per diventare invece un luogo di moltiplicazione di esperienze sociali di base e di relazioni interculturali.
15 anni in cui il cantiere è stato anche incubatore di vite ed esperienze, di relazioni e idee, di progettualità politiche e sociali, di spazi di mutuo soccorso, di intraprese collettive e coraggiose portate avanti non solo a Milano da noi, che non scriviamo oggi per attaccarci una spilletta, o per sentirci un po’ più anziani, ma per stringerci (anche a distanza) in un abbraccio collettivo che ci dia un’altra volta la forza di sapere che assieme si arriva più lontano di dove si sarebbe arrivati da soli.
Abbiamo cercato le strade dell’esodo e quelle dell’organizzazione del conflitto sociale. Costruire un altrove mentre rivendichiamo un cambiamento possibile, rispondere concretamente ai bisogni sociali di una comunità per ridare fiato alle lotte generalizzate. Per questo ci siamo sentiti delle società di mutuo soccorso, in questi anni in cui il welfare è stato smantellato ed il neoliberismo ha trionfato: fetido intreccio “ritorno alle origini selvagge” del capitalismo e comando iper-tecnologico.
Tra i tanti che ci hanno (o che abbiamo) consigliato, accompagnato, amato c’è una voce che ogni volta insiste: ricostruite le vostre astronavi.
La crisi continua ad approfondirsi. Assieme alla guerra blocca ogni possibilità. Ma è davvero così? E comunque, anche se lo fosse, potremmo accettarlo? Quello che sappiamo è che solo dal basso possiamo reagire. Per quante forme possano avere le nostre astronavi vi invitiamo a costruirle assieme a noi e salire a bordo.

articoli

Per un 25 Aprile di Liberazione: Resistenza, Diserzione, Decolonialità

Per un 25 Aprile di Liberazione, disertiamo la guerra. Siamo partigian3, dalla parte della resistenza palestinese! Palestina Libera

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

19A Global Strike di Fridays For Future

19 Aprile – 9:30 Largo Cairoli – Global Strike di Fridays For Future! – #FreePalestine – #ClimateJusticeNow – #BoycottGenocide – #BoycottFossilCapitalsim

8M #lungavitasms, difendiamo gli spazi transfemministi

  MUTUO SOCCORSO È SORELLANZA Lo Spazio di Mutuo Soccorso si prepara alla giornata del #LottoMarzo. Giovedì 7 marzo dalle 16:00 - Laboratorio scenografie: prepariamo insieme cartelli, striscioni, cori, panuelos per i cortei dello sciopero. - Vieni a conoscere i...

24 Febbraio Corteo Nazionale #FreePalestine

Sabato 24 Febbraio – Ore 14:30 – Piazzale Loreto
Corteo nazionale contro il genocidio del popolo Palestinese
Segui lo spezzone Decolonize!

Otto Marzo 2024 – Corteo Studentesco

Lotto Marzo! – Venerdì otto Marzo corteo studentesco e dello sciopero – ore 9:30 largo Cairoli – #NonUnaDiMeno #Student3Disobbedient3

Memori(a)E: sostantivo plurale, verbo attivo. 2024.

A cosa serve la memoria? La memoria, o meglio, le memorie degli orrori del passato devono servire a fermare immediatamente i genocidi del present

Iniziativa in Unimi per la laurea di Liliana Segre #GiornataDelleMemorie

Giornata della memoria - Iniziativa in Unimi "L'indifferenza è peggiore della violenza." -Liliana segre Queste le parole di Liliana Segre con cui abbiamo voluto accoglierla all'università statale di Milano, come studenti non indifferenti. Ricordare i genocidi della...

Incontro: memorie Antifasciste per un futuro di libertà

Domenica 28 Gennaio Memorie Antifasciste per un futuro di Libertà Incontro con Franco "Bifo" Berardi e Alessia Manera A seguire Polentata: cena per le spese legali del Cantiere! Il 27 gennaio venne istituita la Giornata della Memoria, per fare i conti su un passato...

Lunga Vita SMS: giornata resistente allo Spazio di Mutuo Soccorso

#LUNGAVITASMS Lo Spazio di Mutuo Soccorso è una casa per chi, tra le speculazioni milanesi e la svendita dell’edilizia pubblica, una casa non la può avere. Lo Spazio di Mutuo Soccorso è riqualificazione dal basso, auto recupero e trasformazione dello spazio urbano, su...

eventi

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità.

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità Giovedì 2 maggio, h.19, grande inaugurazione e vernissage della mostra immersiva e comunitaria! Lo Spazio di Mutuo Soccorso compie 11 anni.Per l'occasione, abbiamo deciso di narrarci, e trasformare il mondo attraverso la parola,...

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

20 Aprile, Serata Groove w/Paprika

20 Aprile 2024 – Serata solo Groove w/Paprika @Cantiere, Via Monterosa 84

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere.

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere! Domenica 14 aprile 2024 dalle 20:00

Sabato 13/4: Stay Punk Stay Antifa!

Stay Punk Stay Antifa!
sabato 13 aprile 24
Dirty Noise, Punk-o-Mat, Fondamenta Nuove
dalle 22 @Cantiere, via Monterosa 84

12 Aprile: Spettacolo “Una lepre con la faccia di Bambina”

H. 18:30 presentazione dello Strike del 19A con FridaysForFuture Milano;
H. 20:00 Cena veg;
H. 22:00 Spettacolo “Una Lepre con la faccia di Bambina

6/4 DecolonizeTheCity presenta: Krash!

Krash! Ballroom Party Sabato 6 Aprile.
Approda al Cantiere una serata dedicata alla Ballroom scene!
#DecolonizeTheCity

23/3 Vaeva, Youngover, Narratore Urbano Live @Cantiere

Ama la musica, odia il fascismo!
Sabato 23 Vaeva, Narratore Urbano e Youngover live @Cantiere

23F Preparazione Corteo e Proiezione “A World Not Ours”

h. 16 preparazione corteo
h. 20 cena sociale
h.21:30 proiezione di A World Not Ours

“Fare Comunità nei margini della città”: tour immersivo e cena sociale a SMS per il World Antropology Day!

"Fare Comunità nei margini della città" Tour Immersivo e cena sociale allo Spazio di Mutuo Soccorso in occasione del World Anthropology Day 2024. Giovedì 15 febbraio H.18.00 tour immersivo allo Spazio di Mutuo Soccorso H.20.00 cena sociale con piatti dal mondo...

approfondimenti

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...