CANTIERE.ORG

CANTIERE

.ORG

IMG_9946Oggi siamo stati in presidio in Prefettura con le famiglie di via Civitali 30, due palazzine oggetto della malagestione di ALER e Regione. I lavori di ristrutturazione dovevano partire nel 2003 : una delle palazzine è vuota e murata e per ora inabitabile, l’altra è vissuta da 25 nuclei di cui alcuni occupanti per necessità con diversi minori a carico.

ALER deve ristrutturare queste case come dovrebbe investire dei soldi nella ristrutturazione del patrimonio pubblico che cade a pezzi, questi lavori, come previsto dal progetto di ristrutturazione di via Civitali, possono essere fatti con gli abitanti all’ interno.

GUARDA LA FOTOGALLERY
Va fermato il piano di sgomberi rispetto a questa palazzina perchè non si possono lasciare numerosi famiglie e oltre 30 bambini per strada, perchè chi occupa per necessità è parte di quell’ emergenza abitativa che ogni giorno toglie a migliaia di persone la possibilità di vivere con un tetto sopra la testa

Abbiamo consegnato la nostra proposta in Prefettura, una proposta che a partire dal blocco del piano di sgomberi su Civitali, vuole incentivare i lavori mai partiti dal 2003 tutelando le famiglie occupanti per necessità, che in questi anni hanno eseguito numerosi lavori di autorecupero e hanno sviluppato diverse e importanti relazioni con il territorio, a partire dalle scuole frequentate dai figli.Questa è solo una prima  tappa di un percorso di mobilitazione che non si fermerà di certo oggi,continueremo ad organizzarci e lottare nel quartiere di San Siro e nella città, quotidianamente come facciamo tutte le mattine alle colazioni solidali in quartiere.

Basta sgomberi! Sanatoria per occupanti per necessità!

*VOLANTINO PER IL PRESIDIO

Via Civitali 30: anni di abbandono e speculazioni. E ora? Le soluzioni non possono essere solo gli sgomberi!

San Siro. Via Civitali 30. Una palazzina con una storia controversa che per anni è stata abbandonata e che adesso torna al centro dell’attenzione e delle mire speculative di Aler.

Doveva essere ristrutturata già nel 2003, quando furono finanziati oltre 3,4 Milioni di euro. La maggior parte degli inquilini furono messi in mobilità, su 60 appartamenti 55 furono lasciati vuoti, per anni. Molti appartamenti delle  scale C-D furono occupati da famiglie in stato di necessità, che vedendole vuote ne fecero la propria casa.

CONTINUA A LEGGERE

I soldi sparirono e i lavori non furono mai completati, lasciando due scale interamente murate per anni. Ora sono stati stanziati altri soldi per questo stesso progetto, ed Aler, volendo ancora una volta guadagnare da queste ristrutturazioni, ha detto di essere intenzionata a sgomberare le famiglie occupanti, senza porsi il problema di dove vadano a stare. 25 famiglie con più di 40 bambini, molti dei quali vanno a scuola in zona.

Non ci opponiamo a progetti di riqualificazione, se sono veri e non solo di facciata per continuare a speculare, ma desideriamo che vengano date delle soluzioni dignitose a queste famiglie, che sono parte dell’emergenza abitativa di questa città.

La situazione nei quartieri popolari non è altro che la diretta conseguenza di anni di mala-gestione del patrimonio pubblico e della non assegnazione delle migliaia di case vuote, dello sperpero delle risorse utilizzate per le speculazioni e l’arricchimento di pochi anziché per riqualificare le centinaia di palazzine in stato di abbandono: tutto nella stessa direzione di distruzione delle politiche sociali e di welfare come ad esempio viene rappresentato dalla nuova proposta di legge regionale.

Via Civitali è solo uno dei tanti esempi della gestione mafiosa e clientelare che Aler ha messo in atto negli ultimi 15 anni, che ha portato questo ente, che dovrebbe pensare ai bisogni abitativi di chi non riesce a sostenere un affitto di mercato, ad avere un buco di bilancio di oltre 400 Milioni di euro, fatto attraverso  consulenze d’oro, appalti truccati e finte ristrutturazioni (proprio come in Via Civitali 30) e che ha lasciato oltre 10mila case popolari vuote e più di 28748 alloggi a rischio folgorazione ed in pessimo stato.

Mentre a Milano crescono gli sfratti ( 15mila nel 2015 ) e salgono le famiglie in lista d’attesa per una casa popolare ( 24mila ), la scelta di Comune, Aler e Regione è quella di continuare a gestire l’emergenza come un problema di ordine pubblico, invece di trovare delle soluzioni concrete.

In questo contesto la Regione Lombardia mira a far passare una legge che permetta di speculare ancora sulle case popolari. Questi esempi rendono chiara la volontà di non guardare ai bisogni delle persone e di non risolvere l’emergenza abitativa: è un BUSINESS, che fa gola ai soliti noti!

A differenza di chi continua ad alimentare una guerra tra poveri dai media ai politicanti di turno, sappiamo che il nemico non è l’occupante, il migrante o il povero, ma lo stesso potere che ci sottrae i diritti; sappiamo che per conquistarsi una possibilità o un diritto l’unico modo possibile è la solidarietà, il mutuo soccorso e la lotta quotidiana e dal basso, che organizza la riqualificazione delle case, delle strade abbandonate e dei cortili lasciati al degrado, e trasforma quei quartieri che vorrebbero ghetti in quartieri aperti e solidali.

Giovedì 5 maggio invitiamo tutt* a partecipare al presidio davanti alla prefettura per chiedere blocco di sfratti e sgomberi, SANATORIA PER TUTTI GLI OCCUPANTI PER NECESSITA’, soluzioni reali e concrete per Via Civitali 30.

APPROFONDIMENTI

* Manuale di approfondimento sulla nuova proposta di legge regionale sulla casa che attacca completamente il diritto all’abitare! Una manovra da 350 milioni di euro che verranno spesi NON per finanziare la manutenzione e l’assegnazione dell’attuale patrimonio pubblico sfitto; NON per salvaguardare il diritto per tutti ad avere un tetto da abitare MA per stravolgere la funzione sociale dell’edilizia pubblica, subordinarla ancora di più alle logiche di mercato, ai meccanismi di privatizzazione, a conseguenze di frammentazione delle fasce più deboli della popolazione. [scaricalo qui]

* Inchiesta dell’Espresso: Il disastro delle case popolari serve più di un miliardo per rimetterle a posto. La società della regione possiede 28 mila appartamenti, molti dei quali cadono a pezzi. Per risanarli serve una cifra che l’ente, sommerso dai debiti, non possiede. E l’emergenza abitativa continua ad aggravarsi.

 

articoli

Per un 25 Aprile di Liberazione: Resistenza, Diserzione, Decolonialità

Per un 25 Aprile di Liberazione, disertiamo la guerra. Siamo partigian3, dalla parte della resistenza palestinese! Palestina Libera

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

19A Global Strike di Fridays For Future

19 Aprile – 9:30 Largo Cairoli – Global Strike di Fridays For Future! – #FreePalestine – #ClimateJusticeNow – #BoycottGenocide – #BoycottFossilCapitalsim

8M #lungavitasms, difendiamo gli spazi transfemministi

  MUTUO SOCCORSO È SORELLANZA Lo Spazio di Mutuo Soccorso si prepara alla giornata del #LottoMarzo. Giovedì 7 marzo dalle 16:00 - Laboratorio scenografie: prepariamo insieme cartelli, striscioni, cori, panuelos per i cortei dello sciopero. - Vieni a conoscere i...

24 Febbraio Corteo Nazionale #FreePalestine

Sabato 24 Febbraio – Ore 14:30 – Piazzale Loreto
Corteo nazionale contro il genocidio del popolo Palestinese
Segui lo spezzone Decolonize!

Otto Marzo 2024 – Corteo Studentesco

Lotto Marzo! – Venerdì otto Marzo corteo studentesco e dello sciopero – ore 9:30 largo Cairoli – #NonUnaDiMeno #Student3Disobbedient3

Memori(a)E: sostantivo plurale, verbo attivo. 2024.

A cosa serve la memoria? La memoria, o meglio, le memorie degli orrori del passato devono servire a fermare immediatamente i genocidi del present

Iniziativa in Unimi per la laurea di Liliana Segre #GiornataDelleMemorie

Giornata della memoria - Iniziativa in Unimi "L'indifferenza è peggiore della violenza." -Liliana segre Queste le parole di Liliana Segre con cui abbiamo voluto accoglierla all'università statale di Milano, come studenti non indifferenti. Ricordare i genocidi della...

Incontro: memorie Antifasciste per un futuro di libertà

Domenica 28 Gennaio Memorie Antifasciste per un futuro di Libertà Incontro con Franco "Bifo" Berardi e Alessia Manera A seguire Polentata: cena per le spese legali del Cantiere! Il 27 gennaio venne istituita la Giornata della Memoria, per fare i conti su un passato...

Lunga Vita SMS: giornata resistente allo Spazio di Mutuo Soccorso

#LUNGAVITASMS Lo Spazio di Mutuo Soccorso è una casa per chi, tra le speculazioni milanesi e la svendita dell’edilizia pubblica, una casa non la può avere. Lo Spazio di Mutuo Soccorso è riqualificazione dal basso, auto recupero e trasformazione dello spazio urbano, su...

eventi

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità.

iN/Stabile: NarrAzione di Comunità Giovedì 2 maggio, h.19, grande inaugurazione e vernissage della mostra immersiva e comunitaria! Lo Spazio di Mutuo Soccorso compie 11 anni.Per l'occasione, abbiamo deciso di narrarci, e trasformare il mondo attraverso la parola,...

SMS in Festa! 11 Anni di Mutuo Soccorso

Dal 2 al 5 Maggio, SMS in festa! 11 anni di mutuo soccorso, 4 giorni di festival: concerti, dibattiti, sport, cibo e socialità, in Piazza Stuparich 18.

20 Aprile, Serata Groove w/Paprika

20 Aprile 2024 – Serata solo Groove w/Paprika @Cantiere, Via Monterosa 84

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere.

Cena di primavera per le spese legali del Cantiere! Domenica 14 aprile 2024 dalle 20:00

Sabato 13/4: Stay Punk Stay Antifa!

Stay Punk Stay Antifa!
sabato 13 aprile 24
Dirty Noise, Punk-o-Mat, Fondamenta Nuove
dalle 22 @Cantiere, via Monterosa 84

12 Aprile: Spettacolo “Una lepre con la faccia di Bambina”

H. 18:30 presentazione dello Strike del 19A con FridaysForFuture Milano;
H. 20:00 Cena veg;
H. 22:00 Spettacolo “Una Lepre con la faccia di Bambina

6/4 DecolonizeTheCity presenta: Krash!

Krash! Ballroom Party Sabato 6 Aprile.
Approda al Cantiere una serata dedicata alla Ballroom scene!
#DecolonizeTheCity

23/3 Vaeva, Youngover, Narratore Urbano Live @Cantiere

Ama la musica, odia il fascismo!
Sabato 23 Vaeva, Narratore Urbano e Youngover live @Cantiere

23F Preparazione Corteo e Proiezione “A World Not Ours”

h. 16 preparazione corteo
h. 20 cena sociale
h.21:30 proiezione di A World Not Ours

“Fare Comunità nei margini della città”: tour immersivo e cena sociale a SMS per il World Antropology Day!

"Fare Comunità nei margini della città" Tour Immersivo e cena sociale allo Spazio di Mutuo Soccorso in occasione del World Anthropology Day 2024. Giovedì 15 febbraio H.18.00 tour immersivo allo Spazio di Mutuo Soccorso H.20.00 cena sociale con piatti dal mondo...

approfondimenti

“Al lavoro! Priorità, sicurezza, diritti”

Al lavoro! Il nuovo governo si è già messo al lavoro.  Oh, finalmente. Certo, perchè con tutti i problemi che abbiamo in questo Paese, non c'era da perdere tempo. C'è la guerra e la bomba atomica viene seriamente presa sul serio dai potenti della guerra. C'è una crisi...

SPECIALE STOP WAR: Di fronte ad ogni guerra la parola NO e l’azione Ribelle

CLICCA e vai alla raccolta di contributi, approfondimenti e call to action #STOPTHEWAR!   di seguito intanto trovi il nostro contributo. Per seguirci @cantieremilano su twitterDi fronte ad ogni guerra c’è solo una parola degna e una azione conseguente, la parola...

Quale libertà?

Già da quest’estate manifestazioni e proteste contro il Green pass si sono verificate in molte città d’Italia.A nostro parere la contrapposizione tra libertà individuale e la libertà coniugata con la solidarietà e la responsabilità sociale è il discrimine attraverso...

Da Milano al Messico, “EL AGUA ES DEL PUEBLO”, #FueraBonafont! – azione solidale per l’acqua

#boycottdanone FUERA BONAFONT [ITALIANO] Oggi, 11 giugno, a 10 anni dal referendum contro la privatizzazione dell'acqua, siamo stati davanti alla sede del gruppo Danone, di cui fa parte Bonafont, e abbiamo lasciato davanti all’ingresso della loro sede vernice rossa a...

Pueblos Zapatistas Unidos contro il furto dell’acqua: #FueraBonafont

“Bonafont” è una impresa legata al gruppo francese “Danone” che si dedica all’imbottigliamento dell’acqua. Dal 1992 Bonafont si è installata nel territorio di Puebla, in Messico, senza che le popolazioni locali venissero in alcun modo consultate dallo Stato, che ha...

No Profit On Pandemic!

Nessun profitto sulla pandemia. Cure e vaccini per ciascun* ovunque e gratuiti.Durante entrambi gli incontri affronteremo, da vari punti di vista, la battaglia che vede contrapposti grandi attori globali di fronte alla sfida delle vaccinazioni contro il Covid 19 e le...

Restituiteci Sankara.

Restituiteci Sankara.L’Africa non è una macchia nella cartina del mondo, non può essere rimossa. Esiste non molto lontano, a due passi dal mare, che si chiama Africa. L'opinione pubblica europea sa che da lì partono le imbarcazioni dei migranti, in fuga dalla...

Vive la Commune!

150 anni fa, una delle più straordinarie esperienze rivoluzionarie della storia contemporanea: la Comune di parigi. Sconfitta dalle armi dell'esercito del Kaiser ha lasciato un'eredità raccolta per tutto il secolo successivo da chi ha alzato la Bandiera Rossa per la...

Un altro mondo è possibile: a 19 anni da Genova.

STOP GLOBAL WAR: AVEVAMO RAGIONE NOI. Non dimenticare genova per continuare a costruire altri mondi possibili. Nel 2001 a Genova migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo invasero le strade contro il g8, il vertice dei "grandi potenti" del mondo. Era il...

Contro le passioni tristi, le sardine urtano il populismo

Di MARCO BASCETTA Nel cercare di comprendere la natura dei movimenti, la loro direzione di marcia, il posto che occupano nella sfera politica si rischia sempre di essere prematuri o inattuali. Del resto ogni movimento sociale è attraversato da flussi emotivi e bisogni...