LORD MADNESS, CASA DEGLI SPECCHI, DIRTY BROWN RECORDS,CRIMSON SPIT

2/04/2016_Nomama Lord madnessSabato 23 Aprile al Centro Sociale Cantiere

In Salone:
H. 19:30 Laboratorio con Lord Madness, due chiacchiere con l’artista per farci raccontare la sua esperienza col mondo dell’hip hop!
H. 20 cena by Taverna Sociale a prezzi popolari [Hamburger-Cheesburger-Veggyburger-patatine]

In Dancehall:

H.21:30
-NOMAMA PROJECT
-CRIMSON SPIT
-RED CODE (Bergamo)
-DIRTY BROWN RECORDS
-CASA DEGLI SPECCHI
H.24
LORD MADNESS 
Presentazione ufficiale de “il grande addio”
H. 01:00
Selecta HipHop and R’n’b by Dj Wza

 

Remember:
-GOOD VIBES, GOOD PEOPLE
|
-NO HARD DRUGS, LEGALIZE IT
|
-RESPECT FI DI LADIES
|
-STOP MURDER MUSIC & OMOPHOBIA
|
-BOYCOTT BAR
|
-CORTILE ALL’APERTO
|
-TAVERNA SOCIALE
|
-SNACK POINT

@ CS Cantiere
VIA MONTEROSA 84
METROROSSA MM1 LOTTO,
BUS 49/78/90/91/95
WWW.CANTIERE.ORG

 

BIO:

Dirty Brown Records:

oltre ad uno studio di registrazione, produzione e sala prove, è anche un COLLETTIVO MUSICALE RAP con sede a Brindisi che raccoglie diverse personalità da tutta la provincia fra cui 7 rapper e 4 beatmaker. Il movimento, ideato e organizzato da Vinnie Brown e Kia, si contraddistingue per la sua impronta classic: un’attitudine old school miscelata alla freschezza di melodie e scelta di suoni che differiscono dallo standard.

La crew si è fatta spazio in provincia e non solo grazie all’uscita di diversi progetti fra cui compilation, EP, singoli, mixtape e video musicali ed è tutt’ora a lavoro per produrne di nuovi. Il collettivo, nato nel maggio del 2014, ha preso forma componente dopo componente fino a poter contare su alcuni fra i più promettenti rapper e beatmakers della zona. In poco tempo infatti il gruppo è riuscito a portare i propri showcase oltre la propria realtà locale nella quale è una realtà ben radicata, arrivando a toccare le province di Bari, Lecce, Barletta-Andria, Taranto e Campobasso e Bologna.

Dirty Brown Records ad oggi ha all’attivo oltre ottanta live.

COMPONENTI:

– Vinnie Brown | producer / fondatore;
facebook.com/vinniebrownbeats

– NM Beats | producer;
facebook.com/nmbeats

– Josh Emme | producer
facebook.com/giuseppe.mariella

– Fula | producer / rapper;
facebook.com/angelo.fula

– Marco Killah | rapper
facebook.com/marco.killah

– Spike B | rapper;
facebook.com/Simoneb.official

– GiroWeedz | rapper;
facebook.com/GiroOnTheMoon

– Mauro Shyne | rapper;
facebook.com/mauroshynepage

– Zero aka Never Mind | rapper / graphic designer
facebook.com/nevermindgraphics

Casa Degli Specchi con una bio alternativa:

L’hip hop sbagliato e situazionista di quattro imbecilli, che sarebbero drammatici se non fossero già neo-umanisti con richiami al valore universalistico dell’insulto morale.
Ne parliamo con la signorina Accepràne.
Come?!?

Lord Madness:

Madness scopre l’hip hop casualmente da molto giovane, come succede nella maggior parte dei casi.

I treni della stazioncina sotto casa sono bombardati, capita di vedere qualche frammento video di breakin’ e di boogie tanto di moda negli anni ’80, poi finalmente arriva in contatto con il Rap, questo grazie al classico di LL Cool j “B.A.D.”

Da lì in poi la passione cresce, fino a sfociare nella scrittura delle prime rime, questo tra il ’93 e il ’94, “Strade di citta” degli Articolo 31 e “SXM” dei Sanguemisto sono fortissime fonti di ispirazione.

 

Dopo alcune esperienze Madness viene a contatto con buona parte della scena romana e nazionale, mentre continua la sua gavetta da solista, fino a formare il gruppo Inquilini (la formazione iniziale era Madness, Kento, Profeta Matto, Mendoza, Maya Florez e Barry Convex). Con questa formazione, Madness produce il primo “Benvenuti nel paese dei mostri” (autoproduzione / distr. Vibra). Il rappper decide di lasciare il gruppo per dedicarsi ai propri “ego-trips” artistici.

 

Fanatico del fast rappin’ e dell off beat Madness porta un flusso intricato del tutto personale.

“Suicidio”(Trumen records/SELF) e’ il suo primo disco ufficiale, e rappresenta un passo successivo ed una notevole evoluzione se confrontato ai precendenti lavori.

Nel 2011 Madness incontra Brain del collettivo Fuoco negli occhi, insieme decidono di iniziare a collaborare ad un progetto comune col nome di PsycoMad-duo, mantenendo pur sempre la propria identità’ artistica.

L’Ep prende il nome di “Settimo cerchio EP” con un concept notevolmente ispirato al cerchio dei violenti dell’inferno Dantesco. Visto l’interesse del pubblico e l’affinità’ tra i due, decidono di estendere il proprio lavoro ad un Lp vero e proprio, stavolta in cd. Madness inizia una serie di live che tocca buona parta della penisola, questo sia con Brain che da solo, alle volte alla formazione live si aggiungono i KMaiuscola, Claver Gold e tutti gli FNO.

Nel 2012 esce sul portale La casa del rap in freedownload “Tentato Suicidio”, un remix tappe con l’aggiunta di qualche inedito, tra i quali spicca “disfunzionale bipolare” in coppia con la leggenda Ice One alla produzione, il pezzo e’ anche in versione video. Nel mentre Madness lavora assiduamente al suo secondo disco ufficiale dal titolo “Suicidio fallito” che esce nel 2012 per la kick off record (self distr.)

Ora ci resta sentire “Il grande addio” nuovo lavoro dell’artista!

Mobilitazioni

Eventi

Fantasie di complotto e cospirazioni neofasciste

Fantasie di complotto e cospirazioni neofasciste

Nelle piazze d'Italia e del mondo una vulgata che mischia individualismo, irrazionalismo e attrae anche generiche istanze di rabbia sociale si sta mobilitando, sostanzialmente nel nome della...