15 Dicembre – SosAlt – Corteo contro gli Stati Generali dell’Alternnanza Scuola-lavoro

il 15 Dicembre centinaia di studenti sono scesi in piazza  in concomitanza con gli stati generali dell’alternanza scuola lavoro che verranno presentati il 16 Dicembre 2017 dalla Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli a Roma.

 

Il corteo lungo il suo percorso ha sanzionato i complici del Miur nello sfruttamento degli studenti :

il Salone del Mobile.                                                                                                                                                      L’anno scorso ha pagato il liceo Parini 35.000€ per poter utilizzare la scuola come luogo di esposizione.
Durante queste esposizioni gli studenti e le studentesse del liceo hanno fatto l’alternanza, lavorando gratis per il Salone del Mobile. 

intesa san Paolo e BPM , banche con capitali spropositati che sfruttano la manodopera studentesca per crearsi ulteriore profitto. Miliardi di euro nei conti bancari e nemmeno un centesimo speso per pagare il lavoro degli studenti in alternanza.

Mc Donald, la multinazionale più conosciuta dei Campioni dell’alternanza, nota già per sfruttare e sottopagare i suoi lavoratori, e che ora , grazie all’accordo preso con il MIUR, sfrutta anche gli studenti costringendoli a prendere ordinazioni e friggere patatine.

Gli studenti durante il corteo si sono rivolti al ministro del lavoro Poletti il quale aveva dichiarato che spostare delle cassette sarebbe utile nella loro formazione di studenti e lavoratori. Il ministro è stato quindi invitato a spostare da solo le cassette.

Durante il corteo abbiamo rilanciato la Campagna Sos Alt. Se ti sfruttano chiama 3511881419 : un numero a cui gli studenti possano denunciare i casi di alternanza sfruttamento.
Tramite Sos Alt abbiamo scoperto come Costa Crociere sfrutti gli studenti facendogli svolgere ASL su navi da crociera, In più ogni studente dovrà pagare dai 289 euro in su per essere sfruttato.

In conclusione gli studenti hanno sanzionato il Palazzo di Assolombarda con delle macerie che rappresentano la scuola pubblica che va a pezzi, mentre tutte le grandi multinazionali iscritte a Confindustria speculano sulla pelle degli studenti in alternanza.

 

Il 16 Dicembre verrà presentata una Carta dei diritti e doveri dello studente in alternanza scuola lavoro , redatta, però,  senza confrontarsi realmente con gli studenti. Per questo abbiamo redatto assieme ai collettivi una carta etica che tuteli gli studenti dall’alternanza sfruttamento .

[PER LEGGERE LA CARTA ETICA]

 

 

Abbiamo ribadito piu volte scendendo in piazza la nostra contrarietà all’alternanza scuola lavoro che non è per niente formativa ma un vero e proprio sfruttamento, che creare guadagno a pochi sulle spalle degli studenti. 

Non devono esistere scuole che al posto di permettere agli studenti di avere un pensiero critico, li sfrutta, facendo patti con multinazionali come Zara Mcdonald e Eni che già sfruttano i lavoratori, perchè è più comodo guadagnare sulla mano d’opera gratuita studentesca piuttosto che riconoscere i giusti diritti ai lavoratori e lavoratrici.

 

GUARDA ANCHE >> “Blitz degli studenti alla conferenza del ministro Fedeli”

 

Coordinamento dei collettivi studenteschi di milano e provincia
SOSALT se ti sfruttano chiama : 3511881419

Per contattarci
Email: ccsmilanoinfo@gmail.com
FB: Coordinamento dei Collettivi Studenteschi

Author:

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *