#13O Migliaia di studenti in piazza: S.O.S.ALT! Alternanza, siamo schiavi o studenti!?!

COORDINAMENTO DEI COLLETTIVI STUDENTESCHI, 13 OTTOBRE, CORTEO STUDENTESCO, S.o.S. Alternanza, Schiavi o Studenti?

Il 13 ottobre i collettivi studenteschi sono scesi in piazza per ribadire la loro contrarietà alla riforma della Buona Scuola, in particolare alll’Alternanza Scuola-Lavoro, ma anche alle politiche del governo Gentiloni ampiamente espresse dalla legge Minniti-Orlando.

 

SOS ALT TOUR
Abbiamo deciso di sanzionare alcune aziende private, colpevoli di sfruttare gli studenti attraverso l’alternanza scuola lavoro, con la complicita dello Stato,della Regione Lombardia e del Comune di Milano | Palazzo Marino.
Le necessitá del capitale si contrappongono a quelle degli studenti e delle studentesse.
La scuola pubblica dovrebbe tutelare gli studenti in base a principi di eguaglianza, orizzontalità, aiutando gli individui in difficoltà attraverso la formazione.
Questi sono i principi che attraverso le logiche del mercato del lavoro vanno man a mano a distruggersi. Il capitale oscura la conoscenza. Una dei due non puo vivere se l’altra sopravvive. Il capitale si nutre dell’ignoranza,ci rende vulnerabili e malleabili.
Se anche tu non vuoi sottostare a questo gioco, se anche tu sei stato sfruttato durante lo stage chiama il numero SOS ALT!: 3511881419.

LE TAPPE DEL TOUR:

  • Edison
  • workforce-ministero del lavoro
  • eni
  • Mc donald’s
  • UBI banca
  • Zara
  • Cof Commercio
  • Enel

Queste sono le imprese che deviano la concezione di formazione per ed allo studente.

Invece il corteo è passato anche da Cadorna,dove abbiamo lasciato un ricordo per gli anti-abortisti: domani alle 15 faranno un corteo contro la legge 194. Noi pensiamo che un sistema patriarcale non debba più limitare le scelte altrui. Il pensiero fascista si basa anche sulla discriminazione della donna,più come un oggetto che come essere vivente e pensante. Con la nostra iniativa, abbiamo disegnato un grande utero, per ricordare che abbiamo il diritto di avere piena libertà di scelta sui nostri corpi! Peccato che sia una concezione del rispetto  e della conoscenza del nostro corpo che la nuova riforma Buona Scuola ritiene superfluo,visto che nella legge i corsi alla affettività e sessualità vengono accennati brevemente,senza un percorso formativo duraturo e capillare che coinvolga tutto il percorso di studi dello studente. Ma lo sappiamo tutti che per i grandi capi l’importante è concentrarsi nella privatizzazione della conoscenza e non nel suo valore formativo.

Per ultimo abbiamo sanzionato,in p.zza Cordusio, le poste. Le quali attraverso la loro compagnia aere hanno contribuita all’esportazione degli immigrati, riportati nel loro paese d’origine. Siamo una generazione meticcia e lo vogliamo ribadire, perché negli ultimi anni, i governi che si sono succeduti, hanno portato avanti politiche razziste e xenofobe, in particolare contro i migranti, e sempre più classiste, puntando alla privatizzazione, anche della scuola pubblica.
Con la legge Minniti-Orlando il Partito Democratico ha tolto il terzo grado di giudizio a chi fa richiesta d’asilo in Italia, rifugiati con la sola colpa di scappare da guerra e miseria, facendo questo riduce le possibilitá di vita degna a chi vive in questo paese, costringendo all’irregolaritá. Con il decreto-legge firmato dal solo Minniti, invece, si sanziona chi non rispetta i canoni del decoro urbano. Canoni dettati dalle stesse persone che, coperte dalla maschera della falsa sinistra del PD, continuano a parlare di uguaglianza, alimentando per primi le disuguaglianze e la guerra fra poveri.

 

Ci vogliono ignoranti? Ci avranno ribelli!

#SOSALTERNANZA #LABUONASCUOLASAIMONOI

COORDINAMENTO DEI COLLETTIVI STUDENTESCHI ogni mercoled’ ore15:30 assemblea dei collettivi di Milano e provincia al Centro Sociale Cantiere

x info : www.cantiere.org
e-mail: ccsmilanoinfo@gmail.com
instangram: ccs_riot_maker
tell: 3511881419

Author:

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *