Contestato Minniti: nessuna persona è illegale.

Oggi il ministro degli Interni Minniti era a Sesto a per cominciare a mettere in pratica gli effetti dei decreti appena emanati.

Siamo andati a contestare chi ha appena fatto approvare leggi vergognose come quella sulla migrazione o quella sulla sicurezza che prevedono l’annullamento di diritti umani e la criminalizzazione della solidarietà e del dissenso.

 

Abbiamo visto già quali sono gli effetti di questi decreti: una piazza blindata, un ministro rinchiuso in sala comunale, ben consapevole che la sua presenza non è gradita, come non lo sono le leggi fasciste e razziste che hanno la sua firma.

Noi sappiamo invece che la solidarietà e il mutuo soccorso sono l’unico antidoto per combattere il razzismo istituzionale che i governi di questo paese alimentano da vent’anni, prima con la Turco-Napolitano, poi con la Bossi-Fini, e ora con la Minniti-Orlando che prevede l’estensione dei CPR (centri di detenzione ed espulsione), lo stanziamento di milioni per facilitare l’esecuzione delle espulsioni e tribunali speciali per l’immigrazione. 

Continueremo a dire che NESSUNA PERSONA E’ ILLEGALE, che rifiutiamo la legge Minniti-Orlando, come rifiutiamo ogni guerra alimentata da questo governo che continua a fare dell’export di armi e dell’accoglienza dei migranti un business, incapace di costruire soluzioni che rispettino i diritti e la dignità delle persone.

Lo diremo in piazza il 20 Maggio a Milano, contro l’ipocrisia del Partito Democratico che si definisce “accogliente” e approva leggi razziste come quella Minniti-Orlando, contro la retorica razzista e xenofoba delle destre, che a 72 anni dalla sconfitta del nazifascismo ancora ripropone la logica della ricerca del capro espiatorio addossando ai migranti la responsabilità della crisi.

20 MAGGIO: NESSUNA PERSONA E’ ILLEGALE.

Per maggiori info: clicca qui

 

 

Author:

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *